Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

Zamparini esalta Stellone: "Gran Palermo per 80 minuti, quel finale però..."

Il patron commenta al sito ufficiale la vittoria (3-2) contro la Ternana punzecchiando lo staff di Tedino: "La squadra mi ha fatto impazzire negli ultimi dieci minuti, penso che la colpa sia di una preparazione molto precaria. Contento per Rolando, che era stato messo in disparte..."

L'allenatore dei rosa Stellone

Il Palermo passeggia sulla Ternana per 80 minuti, per poi spianare ai padroni di casa la strada verso un’incredibile rimonta che per fortuna dei rosa però non si concretizza. L’impronta Stellone comunque è parsa più che evidente. Contento il patron rosanero per un successo che tiene ancora il Palermo in piena corsa per la promozione diretta. “Per noi – ha detto Zamparini al sito ufficiale – era estremamente fondamentale vincere dopo la sconfitta con il Venezia e il pareggio con il Bari. Devo essere sincero – continua – la squadra mi ha fatto impazzire negli ultimi dieci minuti del match, anche se penso che la colpa sia sempre di una preparazione atletica molto precaria. Sono soddisfatto perché per più di 80 minuti ho visto una squadra tonica, pienamente sul pezzo”.

Molto, se non tutto, passerà dai piedi di Nino La Gumina che con la doppietta di Terni intanto è arrivato a quota otto gol in campionato. Primo gol in maglia rosa per Gabriele Rolando.  “Sono molto contento – dice Zamparini – per il momento che sta vivendo Nino La Gumina. L’attaccante palermitano partita dopo partita sta confermando tutto il suo valore in fase realizzativa. Penso che per la città di Palermo La Gumina possa essere un grande vanto. Contento anche per il gol di Rolando, merito di Stellone. Un ragazzo che era stato messo in disparte, ma che adesso sta esprimendo un gran calcio. Bene così”.

Una vittoria che dà morale, ma che di fatto non cambia gli equilibri della classifica. Vince il Frosinone in casa col Carpi, così come il Bari. Vittoria sofferta per il Venezia, oggi invece toccherà al Parma impegnato contro il Cesena, prossimo avversario del club rosanero. “Il Cesena del mio amico Foschi – continua Zamparini – è sempre stata una squadra scorbutica, confido però in Stellone e nel suo lavoro. Sono sicuro che vinceremo sia contro il Cesena che contro la Salernitana, Dovremo arrivare a quota 73 punti, sperando che le altre facciano qualche passo falso. Oggi guarderemo il Parma, stando attenti a ciò che accadrà. Secondo me abbiamo un percorso in discesa, tutto dipende da noi, ma anche dalle altre. In questo momento ci mancano tantissimo i due punti persi con il Bari”.

Gioisce la prima squadra così come la Primavera che con il pareggio di ieri maturato sul campo del Cagliari scrive una gran bella pagina di storia del settore giovanile conquistando una meritata promozione in Primavera 1. “Non l’ho seguita moltissimo, di più in queste ultime partite dove sapevo che ci potevamo giocare tantissimo. Un traguardo – conclude – molto importante per la città di Palermo. Complimenti ai ragazzi e mister Scurto per questo successo”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zamparini esalta Stellone: "Gran Palermo per 80 minuti, quel finale però..."

PalermoToday è in caricamento