Ternana e Palermo si annullano: nella tana di Lucarelli primo punto per i rosanero

Al Liberati finisce 0-0. Decisivo Pelagotti, bravo a murare un blitz di Raicevic nel finale. Bene il centrocampo, delude Saraniti. Ma Boscaglia può sorridere

Somma contro Falletti - Foto Alberto Mirimao

Tanti esordi, passi in avanti sul piano del gioco, ma soprattutto il primo punto della stagione. C'è tutto questo nello 0-0 che il Palermo oggi pomeriggio ha strappato a Terni contro i ragazzi di Cristiano Lucarelli, una delle squadre favorite per la promozione. Al Liberati buona prova dei rosanero, bravi sia a contenere che a ripartire. Ok soprattutto il primo tempo dove probabilmente gli uomini di Boscaglia meritavano più di quanto raccolto, discreta la ripresa nonostante i rosa siano ancora distanti da una condizione ottimale. Bene il centrocampo, reparto che continua a dare certezze e che dal prossimo turno di campionato potrà contare anche sull’apporto di Luperini. Viene da chiedersi a questo punto quanto potrà essere protagonista il francese Martin. Delude Saraniti, troppo macchinoso in avanti e ombra costante di un esplosivo Rauti. Appuntamento a domenica prossima, quando i rosa ospiteranno l’Avellino al Barbera. 

La trasferta di Terni per il Palermo inizia in salita già prima del fischio iniziale. Il doppio forfait di Corrado e Crivello infatti obbligherà mister Boscaglia a mescolare le carte dei titolari, ma soprattutto ad accantonare il 4-2-3-1 per uno sperimentale 3-5-2. Lunga sfilza di esordi dunque nelle file dei rosanero, come nel caso di Somma, subito titolare e con la fascia di capitano sul braccio, di un recuperato Doda, di un ritrovato (ma deludente) Martin e del giovane Rauti. L’attaccante di proprietà del Toro sarà uno dei più positivi dei rosa, nonostante la giovane età infatti al gioiellino scuola granata basteranno pochi minuti per dimostrare di non essere venuto a Palermo soltanto per qualche comparsa. Novità anche e soprattutto nel foltissimo centrocampo a cinque, dove c’è spazio ancora una volta per Odjer e Palazzi, (costretto dopo pochi minuti però a lasciare il posto a Broh a causa di un problema muscolare) e per un propositivo Valente sulla corsia di sinistra. 

E sarà proprio la supremazia in mezzo al campo a permettere nel primo tempo ai rosanero di mantenere un certo equilibrio sul piano del gioco.  Il 4-2-3-1 della Ternana infatti nei primissimi minuti del match darà l’impressione di subire la presenza delle tante maglie rosa a centrocampo. E non è un caso se i maggiori pericoli arriveranno proprio dalle corsie. Un primo tempo scoppiettante, nonostante il risultato rimarrà inchiodato sullo 0-0 per tutti i 45’ di gioco. La Ternana inizierà ad essere una vera spina nel fianco solo e soltanto quando emergerà tutto il talento dei suoi uomini più rappresentativi, come Falletti, Furlan, Partipilo e Vantaggiato. Sarà proprio il bomber ex Bari a sfiorare più volte il vantaggio nel corso del primo tempo con la specialità della casa: il colpo di testa. Il Palermo invece risponderà per tutta la prima frazione di gioco con rapidi fraseggi e continui inserimenti delle mezzali, che a tratti daranno anche risultati sperati. Come quando Valente per poco non impattava l’assist vincente per Saraniti al termine di una personale azione sulla corsia di sinistra. Non aiuta il pressing a tutto campo dei padroni di casa e neanche la svista dell’arbitro  in occasione di un evidente tocco di mano di un difensore della Ternana. 

La ripresa inizia senza alcun cambio, Boscaglia insiste sui protagonisti della prima frazione di gioco, anche se dopo pochi minuti i rosa saranno costretti ad aggrapparsi ai guantoni di Pelagotti, bravissimo a respingere una conclusione piazzata di Furlan. Proprio il numero 7 degli umbri qualche minuto più tardi lascerà il terreno di gioco per far spazio a Torromino. Ed è proprio al momento dei cambi che emerge la differenza fra le due rose. Lucarelli manda in campo giocatori di grande spessore, come Raicevic ad esempio, mentre Boscaglia risponderà con Accardi e Lucca, subentrati rispettivamente a Doda e Saraniti.  Sarà proprio Raicevic ad impegnare per la seconda volta Pelagotti a pochi passi dalla linea di porta. Determinante ancora una volta la reattività del numero uno dei rosa. Non succede più nulla. Si muove la classifica del Palermo, primo punto sul campo del Terni. 

Il tabellino 

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Defendi (cap.) (Laverone 71’), Suagher, Diakhite, Mammarella; Damian (Proietti 57’), Kontek; Partipilo (Laferalta 71’), Falletti, Furlan (Torromino 57’); Vantaggiato (Raicevic 61’). All. Lucarelli. 

PALERMO (3-5-2): Pelagotti 7; Somma 6,5 Lancini 6, Marconi 6,5; Doda 6 (Accardi 62’ 6), Palazzi S.V.(Broh 13 6), Martin 5,5, Odjer 6,5, Valente 6,5; Saraniti 5(Lucca 62’ 6), Rauti 6,5 (Floriano 90’). All. Boscaglia 6

ARBITRO: Matteo Gualtieri

Ammoniti: Lancini 12’; Forlan 24’; Falletti 40’. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento