Tennis, Palermo ladies open: Jil Teichmann batte in due set la favorita e vince il torneo

La tennista ventitreenne scala la classifica mondiale passando dalla posizione 82 alla 54: "I palermitani mi hanno fatto sentire tutto il loro calore, voglio ringraziarli di vero cuore”. L'edizione numero 30 chiude con circa 120 mila euro di incasso

La vincitrice

Contro tutti i pronostici, Jil Teichmann si aggiudica i 30^ Palermo ladies open, il torneo del circuito Wta tornato al Country dopo 6 anni di assenza. La ventitreenne tennista elvetica, numero 82 della classifica mondiale, ha battuto in 2 set con il punteggio 7-6(3) 6-2 la favorita, Kiki Bertens, numero 5 al mondo e prima testa di serie del tabellone. “Kiki è una top player ed era chiaro che fosse difficile batterla – ha detto una raggiante Teichmann a fine match – ho sempre creduto nella vittoria, perché se nello sport non credi nella vittoria, non devi nemmeno entrare in campo. Sono riuscita a leggere bene la partita e a sfruttare i momenti cruciali del match”.

Grazie alla vittoria di Palermo, la seconda nel circuito Wta dopo il successo a Praga nello scorso mese di maggio, Jil Teichmann domani raggiungerà la posizione numero 54 della classifica mondiale (best ranking per l’elvetica). “Voglio fare ancora meglio – ha detto la Teichmann – penso che si debba sempre pensare a migliorarsi. Il futuro? Andrò a giocare a Cincinnati, Bronx ed agli Us Open. Gioco bene nel cemento e non vedo l’ora che inizi la stagione sul duro. Il pubblico? I palermitani mi hanno fatto sentire tutto il loro calore, voglio ringraziarli di vero cuore”.

La finale con la Bertens, caratterizzata da forti folate di vento, è tutta in un tiratissimo primo set durato 1h 14’, risolto al tie-break: sul 3 pari, la svizzera ha infilato 4 punti di fila chiudendo sul 7-3. La Bertens si è innervosita  concedendo troppi gratuiti e la Teichmann ha sfruttato gli errori dell’olandese aggiudicandosi il set (6-2) e la partita. “Mi dispiace avere perso la finale, ma è andata così – ha detto la Bertens – Jil è stata questa sera più brava di me. Non ero nervosa per il vento, c’era anche per lei. Non sono riuscita a esprimere il mio solito tennis e questo mi ha creato un po’ di tensione”.

A fine match il presidente del Country Giorgio Cammarata e il direttore del torneo Oliviero Palma hanno ringraziato gli sponsor “che hanno reso possibile il ritorno del torneo a Palermo” e  il pubblico: "L’incasso al botteghino è stato di circa 120 mila euro. A metà settembre - hanno concluso - presenteremo a sponsor e partner il bilancio consuntivo e i programmi per il prossimo anno”.  Presente anche il sindaco Leoluca Orlando che ha espresso la “gratitudine della città verso il Country Club che dopo sei anni è riuscito a riportare il torneo a Palermo”. “Questo – ha concluso il primo cittadino - è l'esempio dell'eccellenza che torna a Palermo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Palermo, ragazza di 27 anni muore dopo avere mangiato gamberi

  • La corsa in ospedale e la disperazione, bambino di 3 mesi muore al Di Cristina

  • Tragedia a Isola, accusa un malore mentre esce dall'acqua e muore in spiaggia

  • L’incidente sulla Palermo-Sciacca, giovane motociclista muore in ospedale

  • Suicidio in via Guido Cavalcanti, commerciante di 62 anni si toglie la vita

  • Commessi positivi in un negozio di tolettatura all'Uditore, controlli anche sui cani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento