Tennis, Palermo ladies open: Cocciaretto e Pieri nel main draw

Si aggiungono a Jasmine Paolini, alle wild card Sara Errani, Giulia Gatto Monticone, Martina Trevisan e alla special exempt Martina Di Giuseppe

Sara Errani

Si infoltisce la pattuglia delle italiane nel tabellone principale dei “30^ Palermo Ladies Open”. Alle cinque azzurre, già, entrate nel main draw (Jasmine Paolini, le wild card Sara Errani, Giulia Gatto Monticone, Martina Trevisan e la special exempt Martina Di Giuseppe) si aggiungono Elisabetta Cocciaretto e Jessica Pieri. La Cocciaretto supera le qualificazioni battendo in tre set l’ungherese Stollar (numero 224 al mondo con un best ranking da 114). Cocciaretto, dopo la wild card assegnatagli agli Internazionali di Roma, si guadagna sul campo il primo accesso al tabellone di un torneo WTA. “Il livello era molto alto, le giocatrici hanno molta più esperienza di me – racconta la Cocciaretto nel post match – Ho giocato a mente libera pensando ai miei obiettivi. Ringrazio tutta Palermo per il sostegno, sono molto calorosi e mi hanno aiutato molto”.

Stacca il pass per il tabellone principale anche Jessica Pieri che ha battuto la brasiliana, Laura Pigossi. La tennista originaria di Lucca, dopo aver perso 6-4 il primo set, si è scatenata nel secondo e terzo set (6-1 6-0) concedendo appena un game all’avversaria. "Sono partita molto tesa – sottolinea - era il primo match che giocavo per qualificarmi in un WTA quest'anno. Lei ha giocato bene, stavo riprendendo il primo set mentre nel secondo ho cercato di spingere di più. È andata bene, sono molto contenta di come sono andate le cose". Insieme a Cocciaretto e Pieri, centrano la qualificazione la francese Amandine Hesse, l’australiana Jaimee Fourlis, la croata Mrdeza, la brasiliana Ce e la lucky loser Liudmila Sansonova.

Intanto non è passata inosservata la presenza di Sara Errani, la veterana del Circolo. La sua prima apparizione 16 anni fa, eliminata nel secondo turno del tabellone di qualificazione. Poi le due vittorie, nel 2008 e nel 2012, e la finale persa nel 2013 (quando era n. 5 al mondo) contro, Roberta Vinci. Anche lei, non appena arrivata, è stata “assediata” dai bambini presenti al circolo. E’ entrata nel tabellone principale grazie a un wild card concessa dagli organizzatori. Nel primo turno affronterà Martina Di Giuseppe, reduce dalla semifinale di Bucarest, persa contro la kazaka Rybakina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Essere a Palermo, per me, ha sempre un sapore speciale - ha detto la Errani - questo per me è un torneo importantissimo, conservo ricordi davvero bellissimi. Qui ho conquistato il mio primo successo in carriera e mi aspetto di ritrovare buone sensazioni. Come sto? Fisicamente ci sono, forse mi manca solamente un po’ di fiducia. Lavoro su quello, spero di disputare un buon torneo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Gli insulti, la sparatoria in piazza e la chiamata al 112: "Questa è l'arma con cui l'ho ucciso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento