Lunedì, 26 Luglio 2021
Sport

Serie B, decisione clamorosa apre il caos: si può tornare a 22 squadre

E' stato accolto il ricorso contro il format a 19 squadre a cui avevano aderito Ternana, Siena, Novara e Pro Vercelli. Ora la Lega di B rimane in attesa delle decisioni che la Figc vorrà adottare per ottenere la definitiva chiarezza sul tema. Vediamo quali sono gli scenari

Esultanza palermitana a Lecce

Nuovo colpo di scena sul "caso Serie B", un campionato che quest'anno continua a non avere pace. Cos'è successo? Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso della Ternana, a cui avevano aderito anche Siena, Novara e Pro Vercelli, contro il format a 19 squadre. Sospesa la pronuncia del Tribunale Federale Nazionale che riduceva le squadre e bloccava i ripescaggi: ora la Figc potrebbe dover reintegrare in serie B gli umbri (che hanno già giocato 5 gare in C). La stessa sorte dovrebbe toccare anche ad altre ricorrenti, reintroducendo il format a 22 squadre: anche se l'udienza per la discussione nel merito della sentenza è stata fissata solo per il 26 marzo 2019, la questione, di fatto, è rimandata alla Figc con il neopresidente Gravina che non dovrebbe andare contro al Tar (ma la Lega di B potrebbe farlo). Intanto il Palermo sta alla finestra e aspetta di capire cosa verrà deciso.

Insomma, è il caos. Un caos che coinvolge di riflesso anche la serie C. Questa, nel dettaglio, la sentenza di oggi: "Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Prima Ter), Accoglie l’istanza cautelare e, per l’effetto, sospende i provvedimenti impugnati ai fini del riesame degli stessi nei sensi di cui in motivazione; Fissa per la discussione del merito l’udienza pubblica del 26 marzo 2019; Compensa le spese della presente fase. La presente ordinanza sarà eseguita dall'Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti. Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 23 ottobre 2018 con l'intervento dei magistrati: N. 11188/2018 REG.RIC. Germana Panzironi, Presidente Anna Maria Verlengia, Consigliere Francesca Petrucciani".

E adesso cosa succede? La Lega di B rimane in attesa delle decisioni che la Figc vorrà adottare per ottenere la definitiva chiarezza sul tema. E' questa la posizione che filtra dopo aver appreso la notizia che il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio (sezione Prima Ter) ha accolto l'istanza cautelare stabilendo che l'ex Commissario Figc Roberto Fabbricini non aveva i poteri di modificare l'organico del campionato di Serie B. A campionati iniziati e con i calendari già compilati, però, ritornare a 22 squadre sembra un'impresa quasi impossibile. Rimanendo a 19, si dovrebbe procedere a un maxi-risarcimento per "i danni ingenti (come da sentenza, ndr)" subìti dai club ricorrenti. Con il ritorno a 22 squadre, tre delle cinque ricorrenti (c'è anche il Catania, oltre a Ternana, Siena, Novara e Pro Vercelli) tornerebbero in serie B con l'esclusione delle altre due: serve anche stabilire il criterio delle ripescate, Frattini potrebbe in tempi brevi riunire nuovamente il Collegio di Garanzia del Coni per stabilire proprio questo.

Intanto, le gare di Serie C in programma quest’oggi (erano in agenda alcuni recuperi) non si giocheranno. Non scenderà in campo la Ternana, così come il Novara e tutte le altre squadre. A deciderlo è la Lega di Serie C che ha diramato questo comunicato: "Preso atto delle ordinanze emesse in data odierna dal Tar del Lazio Sezione prima ter, in accoglimento delle istanze di misure cautelari avanzate nei ricorsi promossi dalle società F.C. Pro Vercelli 1892S.R.L., Ternana Calcio S.P.A., Novara Calcio S.P.A e Robur Siene S.P.A., la Lega Pro rinvia a data da destinarsi le seguenti gare":

Girone A – Recupero prima giornata 24 ottobre 2018

PONTEDERA - NOVARA
PRO PIACENZA - ROBUR SIENA
PRO VERCELLI – PIACENZA

Girone B – Recupero prima giornata 24 ottobre 2018

TERNANA – RIMINI

Nel pomeriggio è stato convocato un vertice dal neo presidente FIGC Gravina con gli avvocati della Federazione. I provvedimenti del Tar sono direttamente esecutivi, quindi la Serie B deve tornare al format originario a 22 squadre. Tre società devono essere ripescate, ma prima di tutto la FIGC deve decidere l'organo competente a decidere. Sono tre le possibili strade:

- Completare la procedura al Collegio di Garanzia del CONI
- Un atto di autotutela della FIGC
- Si torna di nuovo al TAR del Lazio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B, decisione clamorosa apre il caos: si può tornare a 22 squadre

PalermoToday è in caricamento