San Tommaso-Palermo, stadio "occupato": "Si giocherà davanti a 100 persone"

La partita è fissata per il 12 gennaio, quel giorno però l'Avellino - titolare dell'impianto - sarà in campo contro la Vibonese. Il club preoccupato: "Se non ci saranno novità ospiteremo i rosanero allo stadio Fina di Montemiletto"

Lo stadio di Montemiletto - foto Google Maps

Un piccolo rione di Avellino che sfida il gigante Palermo. Già così, la sfida tra il San Tommaso e il Palermo, ha i contorni della favola calcistica. Una favola che rischia però di restare un privilegio per pochi intimi. A un mese e mezzo dalla partita, fissata per il 12 gennaio (si tratta della seconda giornata del girone di ritorno) il San Tommaso esprime tutta la sua preoccupazione per una sorta di "anomalia" nel calendario. Finora infatti gli irpini hanno giocato in casa sempre al Partenio, nella casa dell'Avellino, prima squadra locale. Il 12 gennaio però, quando arriverà il Palermo, l'alternanza casa-trasferta, si incepperà perché i Lupi ospiteranno la Vibonese (Serie C). Risultato? Il Palermo rischia di dover giocare tra le valli del Calore e del Sabato, a Montemiletto, un paesino tra le colline centrali dell'Irpinia di 5 mila anime.

"Ravvisata l’impossibilità di individuare una soluzione per la condivisione della gestione dell’impianto con l’U.S. Avellino 1912 - spiega il San Tommaso - ci sentiamo in dovere di far presente che la gara più importante della storia della squadra del quartiere di Avellino rischia di giocarsi non solo lontano dalla città, ma anche in una struttura dove non potrebbe essere garantita la presenza del pubblico a causa delle note carenze strutturali persistenti in provincia di Avellino. Nel rispetto del Palermo, il San Tommaso informa che nel caso di mancata presa in considerazione alla nota fatta pervenire alle diverse autorità interessate il 26 novembre 2019, nel giro dei prossimi giorni assumerà una decisione definitiva che vedrà l’ufficializzazione della gara, tra l’altro prevista in diretta sull’emittente Eleven Sport, allo stadio “Fina” di Montemiletto con probabile possibilità di accesso al pubblico fissata in sole 100 unità (compresi i tesserati delle squadre in distinta)".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il San Tommaso chiude così: "Con l’intento di non dar vita ad alcuna vena polemica teniamo a precisare che un’eventuale mancata disputa nella città di Avellino della partita col Palermo rappresenterebbe un enorme danno di immagine per la città oltre a penalizzare il club che si vedrebbe privata del servizio di biglietteria, oltre che dell’interesse di eventuali partner pronti ad utilizzare la loro immagine in un evento di caratura superiore alla normalità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • Incidente in viale Lazio, con la Vespa si scontra con un’auto: morto 15enne

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento