Sport

In casa non si esulta più: il Barbera è il "peggior amico" del Palermo

Mai successo dal 2004, da quando cioè i rosanero sono tornati in A. Viale del Fante è diventato terra di conquista: un problema in più per De Zerbi

Nonostante il Palermo di Roberto De Zerbi si stia prendendo i primi meriti di questa stagione, non si può non prendere in considerazione un dato: escludendo amichevole pre-campionato e partita di Coppa Italia - il Palermo non è ancora riuscito a segnare un gol  davanti ai propri tifosi. E’ da circa due anni che i rosanero non riescono più a fare del proprio stadio quel fortino che un tempo faceva tremare perfino le grandi.

Il Renzo Barbera con il passare del tempo è diventato paradossalmente il miglior nemico del club di viale del Fante. Non era mai accaduto da quando il club rosanero, dopo 33 anni di purgatorio, è tornato nuovamente in serie A. Dal 2004 a oggi, infatti, nelle prime tre partite giocate in casa, il Palermo aveva sempre conquistato punti, riuscendo a far esultare i propri tifosi. Nell’anno 2011-2012 i gol segnati nelle prime tre partite di campionato furono ben 9 (capaci di portare 9 punti). Nella passata stagione, quando ancora sedeva in panchina Beppe Iachini, i rosa si aggiudicarono il primato negativo: solo due reti per un bottino di due punti.

Una metamorfosi che ha dello straordinario. Vero è che il Palermo ha finora ospitato squadre del calibro di Sassuolo, Napoli e Juventus. Ma va considerato anche che per 10 volte nelle prime tre giornate di campionato, negli scorsi di anni di A, i rosa si erano trovati ad ospitare almeno una big. Lunedi 17 ottobre il Palermo ospiterà il Torino di Belotti. Con un obiettivo: segnare il primo gol.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In casa non si esulta più: il Barbera è il "peggior amico" del Palermo

PalermoToday è in caricamento