Rally, il Balcone delle Marche applaude i palermitani Tripolino e Vintaloro

Foto: Leonardodangelo.com, Giuseppe Tripolino, Patrizia Cannuscio, Mitsu Lancer Evo IX

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L'obiettivo era togliere la ruggine dopo tre anni di assenza sulle impegnative prove sterrate, così aveva detto il pilota palermitano di Campofiorito Giuseppe Tripolino, prima di partire alla volta della 9^ edizione del Rally Balcone delle Marche, valido quale terzo appuntamento del Challenge Raceday Rally Terra e per il Campionato ERMS, organizzato a Cingoli (MC) da PRS Group, in collaborazione con l'amministrazione comunale. A dividere l'abitacolo della Mitsubishi Lancer Evo IX affidata alle cure della Dgr Sport, con i colori del sodalizio di Gioiosa Marea CST Sport, la brava codriver (coniuge) Patrizia Cannuscio, che ha egregiamente coadiuvato uno scatenato Giuseppe Tripolino, nonostante fin dalla prova d'apertura ha dovuto fare i conti con un bloccaggio anomalo delle posteriori (specie nelle staccate). Con una penalità di 10 secondi per partenza anticipata nella prova 1 ed il tempo imposto sulla 3, a causa di un concorrente fermo che ostruiva la sede, in assistenza cambiavano le geometrie dell'assetto per provare ad eliminare il fastidioso (pericoloso) bloccaggio, ma il problema continuava puntualmente a persistere limitando non poco le prestazioni. Con il feeling in crescendo e l'assetto che prontamente veniva riportato in configurazione standard, dopo aver individuato il fattore bloccaggio delle posteriori, dato dal posizionamento errato del regolaggio sul ripartitore di frenata (che trasmette la percentuale della pressione agli assi), proprio sulle 3 conclusive, oltre ad aver fatto traversi da "mondiale rally", sono venuti fuori anche tempi di tutto rispetto, che nonostante guai tecnici, penalità e quant'altro, hanno visto concludere i coniugi Palermitani al 15° posto nella classifica assoluta ed al 1° della Classe R4, davanti a nomi di caratura nel panorama nazionale del rallysmo.

A far molto bene al volante della Peugeot 207 S. 2000 della Delta Rally, targata CST Sport, il palermitano di corleone Franco Vintaloro, che ha visto al suo fianco l'esperto navigatore agrigentino di Aragona Giuseppe Buscemi. Una gara in crescendo e senza intoppi per Franco Vintaloro, che partiva con l'obiettivo di testare la vettura per impegni futuri su terra, mentre in buon Franco, si è rivelato subito incisivo ed efficace, portando al termine una gara interpretata in modo impeccabile, tanto che ha chiuso la kermesse al 9° posto nella classifica finale assoluta ed al 1° nella Classe S. 2000. Immancabile la soddisfazione e la gioia dei due equipaggi siciliani che si sono misurati in una serie che vede al via campioni di alto profilo, spesso primi attori nelle competizioni di livello Internazionale. La vittoria assoluta finale è andata allo Svizzero Della Casa in coppia con Pozzi, su Citroen C4 Wrc, mentre, Dalmazzini e Albertini, su Ford Fiesta R5, "Modena Racing Team ASD", hanno concluso sul secondo grazino del podio. A completarlo il duo Marchioro e Marchetti, a bordo della Peugeot 208 R5, della "SC Power Car Team ASD.

Sebastian Feudale

Torna su
PalermoToday è in caricamento