Palermo-Cesena, probabili formazioni | Ballottaggio Munoz-Cetto in difesa

In attacco torna capitan Miccoli che giocherà accanto a Pinilla. I due centrali lottano per un posto accanto a Silvestre. Mangia scherza: "In difesa una coppia di argentini, per il resto Ilicic e altri dieci". Poi avverte: "Loro il peggiore avversario in questo momento"

Il Palermo vuol centrare il Settebello in casa per volare, il Cesena cerca punti vitali per riemergere dai bassifondi. Al Barbera domani sera andrà in scena la sfida tra chi ha fatto meglio in casa, i rosanero (sei vittorie su sei), e chi è penultimo sia nella classifica delle gare in trasferta (cinque sconfitte e un successo), sia nella graduatoria generale. Attenzione, però, perché la squadra di Arrigoni domenica scorsa ha fatto penare la capolista Juventus, barricandosi in difesa. Probabile che anche in Sicilia, i romagnoli si piazzino dietro cercando di portare via almeno un pari. E Devis Mangia lo sa: "E' la peggior partita che poteva capitarci, la più difficile da quando sono qui perché c'è il rischio che si sottovaluti un avversario che ha molti elementi validi". Risultato, il pareggio, al quale tra l’altro i cesenati sono abituati quando vengono a Palermo. Otto volte le due compagini si sono divise la posta nei 14 precedenti. L’ultima “X” l’anno scorso con il 2-2 raggiunto in extremis dai romagnoli con le reti di Parolo e Giaccherini. Per i rosa avevano segnato Kurtic e Pinilla. L’unico successo dei bianconeri è datato 20 aprile 1997, campionato di serie B, finì 0-1. Addirittura vecchia di 17 anni è l’ultima vittoria del Palermo, un 3-2 dell’8 maggio 1994, sempre in B. L’arbitro della sfida sarà Gianpaolo Calvarese di Teramo.

 
QUI PALERMO. Fondamentale per Mangia il recupero di capitan Miccoli che quasi sicuramente tornerà in campo dal primo minuto in coppia con Pinilla. Per il resto, con Migliaccio squalificato, il grande punto interrogativo è legato al partner di Silvestre in difesa: Cetto o Munoz si giocano una maglia. Oggi pomeriggio, nella conferenza stampa alla vigilia della gara,  il tecnico rosanero come al solito ha scherzato sull'undici di partenza ("Giocheranno Ilicic e altri dieci. In difesa? Gli argentini come coppia centrale") giocando sul fatto che sia Silvestre, sia i duellanti Cetto e Munoz sono argentini. Sulle corsie laterali confermati Pisano e Balzaretti, in porta fiducia ancora a Benussi, che dopo la buona prestazione a Parma pare aver scalzato definitivamente Tzorvas. Possibile la conferma del rombo in mezzo al campo con Bacinovic in cabina di regia, Acquah e Barreto ai lati e Ilicic dietro le due punte. Nutre una piccola speranza anche Della Rocca che potrebbe essere preferito ad Acquah. Tra i convocati torna Budan.
 
QUI CESENA. I bianconeri devono rinunciare al portiere Antonioli (squalificato) e a due mancini, il terzino Lauro (influenza) e il laterale di centrocampo Martinho (problema muscolare). Tornerà tra i pali Ravaglia. Il posto di esterno sinistro in difesa dovrebbe essere occupato da Rossi con il rientrante Comotto a destra, Von Bergen e Rodriguez centrali. In mezzo linea a quattro con Ceccarelli, Parolo, l’ex Guana e uno tra Djokovic, Candreva e Ghezzal. Tandem d’attacco composto da Bogdani e Mutu.
 
 
288524_Citta_di_Palermo-2   288504_Cesena-2
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Tragico incidente in via Roma, scontro auto-moto: un morto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Sedici anni senza la voce sublime di Giuni Russo, ma a Palermo neanche una via per ricordarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento