menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Boscaglia

Roberto Boscaglia

A Palermo arriva il Bari, Boscaglia dà un calcio alle polemiche: "Siamo progettati per il futuro"

L'allenatore a caccia dei tre punti per rianimare una classifica grigia: "Possiamo battere i pugliesi, voglio vedere una squadra che entri in campo senza paura"

Altro che big match, domani pomeriggio al Barbera arriva il Bari e ci sarà spazio soltanto per una big. E i numeri al momento dicono che non sarà certamente il Palermo di mister Boscaglia. Ma i rosanero hanno voglia di sovvertire le aspettative e di chiudere l’anno con un successo che potrebbe dare entusiasmo e morale a una squadra chiamata a scalare le gerarchie di una classifica al momento anonima. Boscaglia suona la carica e avverte i Galletti: “Possiamo battere il Bari, voglio vedere un Palermo che entri in campo senza paura”. 

Tredici punti in più del Palermo e quasi il doppio dei gol segnati. Tradotto in parole semplici: l’ago della bilancia pende sicuramente verso il Bari ma forse è proprio questo che renderà ancora più affascinante il match di domani (calcio d’inizio ore 15) al Renzo Barbera fra le due nobili decadute. Boscaglia vuole chiudere nel miglior modo possibile una prima parte di stagione tanto altalenante, quanto deludente. Vincere vorrebbe dire dare una scossa all’ambiente, ma anche cambiare in extremis un giudizio di questo primo trimestre che al momento non può che essere negativo. “Quella di domani sarà sicuramente una partita importante, a parte questo però non vedo altro. Loro – confessa Boscaglia in sala stampa – d’altronde sono una squadra nata e progettata per vincere il campionato. Il nostro obiettivo invece non era quello di ammazzare il campionato ma di restare agganciati alle prime posizioni. Questo è un Palermo progettato per il futuro. Per questo dico che non è il momento di dare giudizi – continua -  anche perché  io so quello che siamo e cosa abbiamo passato. Non sarebbe giusto neanche creare degli alibi. Da un certo punto in poi, la squadra sta facendo molto bene, nonostante lo scivolone di Foggia; contro la Turris è mancato solo il risultato. Il giudizio si dà a fine campionato, ho da poco tempo la squadra al completo. E' un campionato di livello, con tante squadre forti, è difficile per tutti. Tante squadre hanno passato tanti anni in C prima di salire di categoria”.

E a chi dice che forse alla base dei risultati ci sia la mancanza di un vero regista in mezzo al campo, Boscaglia ha voluto dare una risposta chiara e concisa. “Non l’abbiamo. Luperini – spiega -  non è un regista, ma è anche vero che tra i centrocampisti che abbiamo a disposizione è sicuramente quello che ha più bisogno di giocare, oltre al fatto che ha sempre dato tante  garanzie. Siamo consapevoli del fatto che la squadra deve ancora lavorare su determinate dinamiche, una di questa è capire i momenti della partita. Giochiamo per migliorare, nonostante in questo momento dobbiamo anche essere bravi ad accettare le critiche. Nonostante tutto sentiamo l'amore dei nostri tifosi, sia io che la squadra sappiamo cosa rappresenta il Palermo per la sua gente, lavoriamo - conclude - per migliorare questa classifica". 

Qui Palermo

Recuperato Marconi, Boscaglia potrebbe relegare in panchina Lancini, per far spazio all’ex Monza affiancato da Somma. Traffico a centrocampo, dove Odjer è sicuro di una maglia da titolare, ma lo stesso non si può dire per Palazzi, Broh e Luperini. In attacco tornerà quasi certamente Saraniti, mentre sulla corsia di sinistra Boscaglia potrebbe puntare sulle motivazioni di Roberto Floriano, “scaricato lo scorso anno proprio dal Bari in pieno mercato di riparazione.

Qui Bari

Vincere contro il Palermo per allungare la distanza dalle inseguitrici e trovarsi a sole quattro lunghezze dalla Ternana. Una partita importante per il Palermo, ma anche per il Bari. Lo ha ripetuto più voòlte in settimana il patron De Laurentiis e lo sa bene anche Auteri,tecnico dei Galletti, che dopo il 4-1 interno sull’Avellino è a caccia di conferme al Barbera. Marras, Antenucci e D'Ursi il tridente offensivo

Le probabili formazioni

PALERMO: Pelagotti; Accardi, Somma, Lancini, Crivello; Odjer, Broh; Floriano, Rauti, Kanoute; Saraniti. All. Boscaglia
BARI: Frattali; M. Ciofani, Celiento, Di Cesare; Semenzato, Maita, Lollo, D’Orazio; Marras, Antenucci, D’Ursi. All. Auteri. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento