Venerdì, 18 Giugno 2021
Sport

"Palermo, l'occasione della vita": Amoruso si presenta e dà la caccia al bomber

Il nuovo direttore sportivo affiancherà Perinetti. In attesa dell'arrivo di Gattuso, ecco le prime mosse: confermati Dybala ed Hernandez, si cerca una punta dal gol facile. Cacia e Ardemagni in pole. Rebus portiere: Ujkani cerca il rilancio

Nicola Amoruso in conferenza stampa

Nick piede caldo ha le idee chiare. Una carriera da globetrotter alle spalle, una nuova vita da dirigente che decolla da Palermo. L’ultima B di Nicola Amoruso risale al ’95. Giocava nella Fidelis Andria. Roba di diciotto anni fa. Nel frattempo il bomber in fasce è diventato uomo, ha vinto, ha conquistato piazze importanti. Quasi 150 gol, rieccolo. Ha scelto la scrivania, 39 anni in fondo bastano per inventarsi un’altra carriera. Quella del dirigente. Affiancherà Giorgio Perinetti in società nella nuova avventura in B. Una spalla in più, su cui si infrangeranno le sfuriate di Zamparini: "Palermo è la mia più grande occasione – chiarisce Amoruso -. È una piazza calda, ma non è un problema. Se sono qua è tutto merito del direttore generale Patrizio Teubal Grazie a lui è arrivato il primo contatto. Per me è il massimo lavorare con Perinetti perché è uno dei migliori. Spero di rubargli i trucchi del mestiere”. 

Quasi 20 anni di calcio ai massimi livelli. Poi l’incarico di coordinatore del settore giovanile alla Reggina. Là dove è acclamato come una divinità. Fino alla scelta di Palermo. “Arrivo con entusiasmo. Da giocatore ho vinto scudetti, coppe, ma ho avuto anche momenti meno felici. Qui c’è delusione, ma ho solo pensieri positivi. Dobbiamo risalire subito, c’è tanto lavoro da fare. Questa tifoseria merita la serie A, ma capita di avere dei passaggi a vuoto in un club”. 

È un Palermo da ricostruire. Ma serve gente a caccia di motivazioni. Primi indizi per il futuro, in attesa dell’arrivo di Gattuso. Questo Palermo punterà su Dybala ed Hernandez. Un parco attaccanti stellare, perché presto sarà completato dal “bomber dai 20 gol facili” (mirino su Ardemagni e Cacia). Come ha confermato oggi Perinetti. “Un reparto di qualità – conclude Amoruso -, l'idea è quella di ripartire dai centravanti che abbiamo in rosa, poi per il resto bisogna prima risolvere il nodo allenatore". Insomma: via Ilicic e Miccoli, dentro Dybala, Hernandez e il mister X. E il resto? Resta il rebus portiere. Sorrentino andrà via, Viviano presto sarà tutto viola. E Ujkani si candida: “Mi è dispiaciuto che siano retrocessi ma bisogna guardare subito avanti. Sarei felice di essere il prossimo portiere titolare del Palermo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Palermo, l'occasione della vita": Amoruso si presenta e dà la caccia al bomber

PalermoToday è in caricamento