Venerdì, 25 Giugno 2021
Sport Resuttana-San Lorenzo / Viale del Fante

Palermo, la primavera va a Bosi: "Il lavoro conta più dei risultati"

Dopo l'esperienza con Pordenone e Treviso, l'ex centrocampista faentino si appresta a far crescere il vivaio palermitano. Baccin: "E' l'uomo che cercavamo per fare il salto di qualità". La squadra partirà per il ritiro a Sturno nei prossimi giorni

da sx: Dario Baccin e Giovanni Bosi

Il completino rosanero addosso da cui spicca il volto sorridente e abbronzato del neo allenatore della primavera Giovanni Bosi. Si presenta così il tecnico, nato a Faenza nel 1969, durante la conferenza stampa al Renzo Barbera: "Sono contento dell'esperienza che mi aspetta in una piazza tanto importante come quella di Palermo, lavorando per una società di grande qualità che pone molta attenzione ai giovani. In questa fase della loro vita sportiva credo che la formazione venga prima dei risultati. Il mio obiettivo - prosegue Bosi - è quello di far lavorare bene i ragazzi che si apprestano ad iniziare un campionato molto competitivo".

Ad introdurlo c'è Dario Baccin, direttore dell'area tecnica e responsabile del settore giovanile della società di viale del Fante, che prima di passare la parola a Bosi fa il punto della situazione: "Oggi per noi inizia la stagione 2012/13. Nei prossimi giorni andremo in ritiro a Sturno (Irpinia), cui seguiranno circa 15 giorni di precampionato prima del rientro e della preparazione", poi una breve chiarimento circa le linee programmatiche della società, i cui piani sono stati stravolti dalla retrocessione in serie B - Confermo e ribadisco l'intenzione del Palermo di promuovere il lavoro dei giovani garantendo la massima qualità. Detto ciò abbiamo stabilito alcuni parametri che cercavamo con il cambio della guida tecnica ed è venuto fuori il nome di Bosi, un uomo dalle qualità morali e tecniche necessarie per fare il salto di qualità".

E al giornalista che chiede se avesse preferito altre mete o altri obiettivi, dopo l'esperienza biennale in serie D con il Pordenone ed in Lega Pro con il Treviso, Bosi risponde sicuro: "Il campionato della primavera può regalare grandi soddisfazioni. Mi piace l'idea di plasmare i giocatori, di occuparmi della loro formazione ed istruzione calcistica". Il rapporto con la prima squadra ed coach "Ringhio"? "Gattuso è una persona molto professionale e disponibile. Credo che il rapporto fra le due compagini sia importante. Per ora in ritiro ci sono Monteleone e Malele, per il resto ne discuteremo passo passo e poi farà le sue valutazioni". Ha già scelto il modulo che utilizzerà? Seguirà le orme della prima squadra? "E' ancora presto per poterne parlare. Andremo in ritiro, studierò bene i ragazzi e solo allora potrò capire quale schema applicare in base alle loro caratteristiche. Durante la fase di crescita calcistica, dove assorbono tantissimo, bisogna fornirgli più informazioni possibili, perché devono essere in grado di interpretare ogni circostanza. Dovrò trovare l'impostazione di lavoro che valorizzi le caratteristiche dei singoli e del gruppo. Mi muoverò in questa direzione".

La società conferma l'utilizzo delle strutture di Santa Flavia per gli allenamenti. Sarà lì dove lavorerà il gruppo che comprende circa 15 elementi classe '96. "Questo è un bene - spiega Bosi - perché ci permetterà di organizzare la squadra programmando il biennio. Per loro voglio essere un buon istruttore. Avendo a che fare con giovani di questa età è bene mettere da parte la ricerca del successo personale, anteponendo il loro benessere. Preferisco questo contesto a quello delle prime squadre, dove contano troppo i risultati". Per concludere un ultimo appunto del dirigente Baccin sul torneo di Viareggio: "Per come è andato il finale dello scorso campionato si era abbandonata l'idea di parteciparvi. La settimana scorsa è arrivata la richiesta dalla federazione e mi sono subito confrontato con Perinetti che ha manifestato con convinzione la volontà di prendere parte al campionato". La lista completa dei convocati sarà ufficializzata nei prossimi giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, la primavera va a Bosi: "Il lavoro conta più dei risultati"

PalermoToday è in caricamento