Sport

Posavec, le mani sul Palermo: "Non gioco perchè lo vuole Zamparini"

Il portiere croato dal ritiro di Bad Kleinkirchheim: "Ho commesso degli errori, ma ho meritato di giocare. Sono sicuro che faremo una grande stagione e ritorneremo in serie A. Tedino è la persona giusta". Diamanti raggiunge i compagni in Austria

Josip Posavec in azione

"Prima stagione in A positiva. L'obiettivo è ritornarci". Josip Posavec è il cocco di Zamparini, ma dopo l'ultima stagione balbettante - nella quale ha subito 62 gol in in 29 presenze e dove ha perso il posto da titolare - dovrà cercare di far ricredere buona parte della tifoseria rosanero. "Si è vero, ho fatto i miei errori lo scorso anno - ha detto il portiere rosanero oggi in conferenza stampa dal ritiro di Bad Kleinkirchheim - ma sono cresciuto tanto. Sono sicuro però che questo potrà essere l'anno giusto sia per me che per i miei compagni. Voglio prendere entusiasmo e portare il Palermo in A, dove merita di stare“. Intanto in Austria è arrivato anche Alino Diamanti, che ha raggiunto i compagni per la preparazione estiva con il benestare del ds Fabio Lupo.

"Non gioco solo perchè lo vuole Zamparini"

Per Posavec è tempo di togliersi qualche sassolino dalle scarpe e a chi pensa che il portiere 21enne giochi solo per volere del patron Zamparini, Posavec ha risposto che "non sono uno di quelli che seguono molto i giornali. Sono sicuro che se gioco non è per volontà del presidente ma perché me lo merito. La mia parata più bella è stata quella su Suso contro il Milan, mentre l’errore che più mi ha fatto male è stato quello contro il Napoli. Perché quella gara era veramente importante. Sarebbe stato fondamentale vincere quel match al San Paolo e invece quell’errore non l’ha permesso“.

Idee chiare, ambizioni e tanta voglia di riscatto. Ingredienti fondamentali per chi ha un futuro tutto dalla sua parte. Gli errori della passata stagione sono soltanto un lontano ricordo per Posavec: "Sono umano, tutti possono sbagliare. Quando subisci tanti tiri in una partita, può capitare – ha confessato Posavec -. Adesso è acqua passata, voltiamo pagina. Guardiamo avanti. Ho sempre fatto il mio lavoro, ho sempre pensato a lavorare e a far bene“. Dalle parate di Posavec ai gol di Nestorovski. Il portiere croato sa che l'attaccante macedone può essere l'arma in più di questo Palermo. "Nestorovski è molto importante per noi qua, io mi auguro solamente che possa ripetere la stagione che ha fatto in A un anno fa anche in B. Coi suoi gol possiamo riportare i rosa dove meritano di restare. Il Palermo può comprare un altro portiere? Per me è uguale, l’importante è crescere sempre. Tedino - conclude Posavec - è una persona giusta, mi sta aiutando molto. Poi ciò che mi ha detto voglio che rimanga tra me e lui”.

Diamanti in ritiro

In attesa che possa conoscere la sua nuova destinazione, il fantasista 34enne ha raggiunto nella giornata di ieri il resto del gruppo in Carinzia per iniziare la preparazione estiva. Difficile che Diamanti possa comunque restare al Palermo, ma così come promesso dalla società, il giocatore attualmente di proprietà del club rosanero potrà allenarsi con i suoi compagni finché non trovi una destinazione gradita. "Come anticipato da me al raduno di Gradisca - ha detto il ds Lupo - Diamanti ha chiesto di essere aggregato al resto del gruppo, come da suo diritto in base all'accordo collettivo e noi abbiamo accolto la sua richiesta".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posavec, le mani sul Palermo: "Non gioco perchè lo vuole Zamparini"

PalermoToday è in caricamento