Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Marco Pollara e Maurizio Messina in Sardegna per il mondiale rally

Pollara: "Lo scorso anno ho messo una seria ipoteca sul titolo italiano, quest’anno puntiamo a far bene nella gara di casa"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Ritorno su terra per Marco Pollara in Sardegna, per la terza prova del campionato del mondo rally Junior, a bordo della Ford Fiesta Rally 4 curata da M-Sport Poland, con alle note il ritrovato Maurizio Messina. Dopo la parentesi su asfalto nella gara di casa, la Targa Florio, in cui il pilota di Prizzi ha conquistato il quarto posto assoluto, navigato da Daniele Mangiarotti, adesso è tempo di tornare tra le strade del mondiale e tornare sulle due ruote motrici. Il pilota della Scuderia Movisport, supportato anche da CST Sport quest’anno è impegnato nel campionato del mondo rally junior ed attualmente in classifica è primo tra gli italiani.

“Lo scorso anno sulla terra sarda sono riuscito a mettere un’importante ipoteca sul titolo di campione italiano rally junior, - ha commentato il pilota di Aci Team Italia Marco Pollara-, quest’anno nel mondiale è una lotta dura, molti di loro hanno già corso le gare fin qui disputate ed hanno un maggiore feeling su fondi sterrati o innevati. Qui ci ritroviamo sulla terra sarda, una gara che anch’io ho avuto modo di correre lo scorso anno e di cui conosco buona parte delle insidie. Questa mattina nello shakedown ho avuto modo di sistemare la vettura e nei giorni scorsi la Federazione ci ha fatto fare un test che ci ha permesso di affinare le regolazioni. Sono molto ottimista e non vedo l’ora di potermi riconfrontare su questa che per noi italiani è la gara di casa. I 240 chilometri di prove speciali, suddivisi nei tre giorni di gara, sono molti insidiosi e dobbiamo stare attenti a non danneggiare la vettura, ma vogliamo dare il massimo per noi e per la Federazione. Le gomme Pirelli -ha concluso Marco Pollara- sono ottime anche per questo di fondo, noi le sfrutteremo al massimo”.

“Con le due ruote motrici passiamo dopo le plus e le R5 e rischiamo di trovare di tutto per strada – ha dichiarato il navigatore Maurizio Messina-, ma questa è una gara in cui vogliamo dare il massimo e faremo di tutto per ottenere un buon riscontro cronometrico, prova dopo prova.” C’è quindi grande attesa per questa gara per l’equipaggio siciliano nella trasferta isolana, che vedrà i piloti in 3 giorni di gara, più uno, oggi, con lo shakedown, in cui sono venute fuori le prime insidie testimoniate dall’uscita di strada del finlandese Kalle Rovampera a bordo della Toyota Yaris Plus. Domani mattina i piloti saranno impegnati con la prima prova, Tempio Pausania 1 di 12.08 chilometri, con lo start del primo equipaggio alle ore 7:50.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco Pollara e Maurizio Messina in Sardegna per il mondiale rally

PalermoToday è in caricamento