Venerdì, 14 Maggio 2021
Sport

Castelbuono, al via il giro podistico: in gara anche il campione del mondo Kwemoi

In occasione della 92esima edizione della gara torna la maratonina dei 10 giri. Antibo e Fava ospiti d'onore dell'evento

Ci saranno anche Rodgers Kwemoi, campione del mondo in carica under 20 nei 10 mila, e l'azzurro Yeman Crippa neo campione europeo under 23 nei 5 mila metri, al giro podistico internazionale di Castelbuono mercoledì 26 luglio. Giovani e velocissimi, l’identikit dei top runner presenti alla 92esima edizione della gara. Kenia, Eritrea, Etiopia, Uganda, Spagna e naturalmente Italia le nazioni  presenti per una sfida dagli esiti incerta. L’esercito degli atleti siciliani è capitanato dall’atleta di Modica Giuseppe Gerratana siepista e fresco di Personal Best nei 5 mila e da Vincenzo Agnello, originario di Misilmeri e tesserato per il Casone Noceto Parma. E ancora Alessandro Brancato, Giorgio Scialabba, Alessio Terrasi, Filippo Russo e Filippo Lo Piccolo solo per citarne alcuni. In gara anche il marocchino di Palermo Hamad Bibi terribile “vecchietto”, più volte presente a Castelbuono e Mohamed Idrissi, vincitore la scorsa domenica di “Aspettando il Giro”. Insieme a lui gli altri nove classificati assoluti che hanno ottenuto il pass per la gara internazionale. 

Gli altri atleti in gara

Kenia rappresentato da Josep Aperumoi che quest’anno ha corso la mezza maratona in 1h00’54”. Uganda al giro con l’under 20, Anthony Ayeko e con il più esperto Simon Rugut Kipngetich (2h14’ in maratona).  Atleta di sicuro interesse è l’etiope Amedework Walelegn 18 anni, 28.00.14 nei 10 mila e quarto ai mondiali di categoria. Colored d’assalto dall’Eritrea con gli scalpitanti e giovani (40 anni in due) Abrar Osman e Robel Sibathu con il primo che vanta 13.04.12 nei 5000 in pista. Europa rappresentata dalla Spagna con l’ottimo Carlos Mayo che appena qualche giorno fa ha conquistato in Polonia il titolo europeo under 23 nei 10000 e Antonio Abadia. Poi tanta Italia da Marco Salami, a El Mazoury da Alessandro Giacobazzi a Paolo Zanatta.  

Ritorna la "maratonina dei 10 giri" 

Una novità dell’edizione numero 92, il ritorno alla vecchia lunghezza del circuito: dieci giri per un totale di poco più di 11 chilometri, così com’era stato all'inizio della sua storia, quando tutti la chiamavano la “maratonina dei 10 giri”. La caccia al record del percorso storico si riapre.

Due conferenze aprono la kermesse

La prima avrà luogo sabato 22 luglio, al “Centro Sud” di via Umberto I, e avrà come tema, “Il Giro Podistico Internazionale di Castelbuono tra passato, presente e futuro”. Sarà l’occasione per raccontare, da prospettive ed esperienze differenti, quella che è la realtà dell'atletica oggi in Sicilia ed in Italia più in generale.  
Il giorno seguente, 23 luglio, sempre al “Centro Sud”, la seconda conferenza dal titolo, “Salute e Sport. Il Giro Podistico Internazionale di Castelbuono e la sensibilizzazione alla salute con lo sport”. In quest'occasione si parlerà di salute, in relazione allo sport e all'adozione di un sano stile di vita.  

Antibo e Fava ospiti d'onore

Due icone dell’atletica leggera, due punti di riferimento per coloro che, dopo le loro gesta sportive si sono avvicinati al mondo dell’atletica. Sono Salvatore Antibo e Franco Fava guest star del Giro edizione 92. Antibo, due volte campione europeo a Spalato ’90 (5 mila e 10 mila) e argento nei 10 mila ai giochi Olimpici di Seoul ’88, “accenderà” con la sua presenza il pomeriggio della grande sfida, grazie anche al suo carisma e alla sua forte personalità. Suoi ancora i record italiani dei 5 mila e 10 mila. Franco Fava è stato l’atleta simbolo del mezzofondo italiano degli anni ’70. Due volte alle Olimpiadi (Monaco ’72 e Montreal ’76), primatista italiano nei 20 km, è stato anche tricolore assoluto dei 3 mila siepi dal 1972 al 1975. Vincitore del Giro nel 1977, ha abbracciato la professione di giornalista ed è una delle firme del Corriere dello Sport. 

Il marchio “Gold”

Il Giro podistico internazionale di Castelbuono è stato classificato dalla Fidal come Gold, uno dei tre "distintivi” (il più prestigioso) che, insieme a Silver e Bronze, a partire da quest’anno, certificano il livello di gare inserite nel calendario FIDAL. La classificazione e l'assegnazione dei rispettivi label, si basano su parametri di qualità agonistici e organizzativi,  ed è una delle principali novità introdotte dalla Federazione attraverso il "Progetto Running". 

La voce del giro

Paolo Mutton non è solo la voce del “Giro” ma è parte di una famiglia più grande che lo lega a Castelbuono, alle sue strade, ai volti, all’atmosfera della gara. Anche per la 92esia edizione del Giro Internazionale Paolo Mutton sarà la voce, l’anima, il cuore narrante di un evento che è storia e cultura “A cursa di Sant’Anna”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelbuono, al via il giro podistico: in gara anche il campione del mondo Kwemoi

PalermoToday è in caricamento