OPINIONI. Dybala non è un pacco, ma emulerà Hernandez o Cavani?

Di sicuro il baby argentino non è l'ennesimo bluff di Zamparini. Non è Lores Varela, né Matusiak, né De Melo. Ora però viene il difficile: seguire la strada di Edinson e non quella di Abel

Paulo Dybala, ieri doppietta alla Samp per lui @Tm News-Infophoto

E' presto per dire se sia nata o meno una stella. Di sicuro si può affermare che Paulo Dybala non è l'ennesimo bluff di Zamparini. Non fa parte della stirpe dei Lores Varela, dei De Melo. E' ora più vicino a quella dei Pastore, dei Cavani.

A proposito, alzi la mano chi agli splendidi gol di ieri (GUARDA LE IMMAGINI) del piccolo argentino non ha pensato alla prodezza del Matador contro la Fiorentina. Sì, era giorno 11 pure quella volta, ma di marzo. Ed era anche allora un pomeriggio col cielo plumbeo. Una luce all’improvviso illuminò la Favorita. Si era percepito che quello non era un abbaglio momentaneo. Cavani aveva 20 anni ed era uno sconosciuto, oggi è tra i primi cinque attaccanti del mondo.

Ma il parallelismo con Cavani, anche se per caratteristiche Dybala è totalmente un altro giocatore, può servire anche da lezione. Il Barbera non trattava benissimo Edi. Perché il pubblico rosanero è così. Se si schiude un uovo e il pulcino è un campione pretende che questo segni subito quanto Messi. Pazienza, pazienza. Ce ne vuole tanta. Pressione ce ne vuole poca, invece.

Perché se Cavani era un ventenne, Dybala compirà 19 anni giovedì. Aveva un nonno polacco, ma non è Matusiak, questo è sicuro. E’ soprannominato la Joya ma si spera che non sia nemmeno Hernandez. Avvio folgorante, lento declino e adesso un grosso punto interrogativo. Consigli per il baby argentino? Sarà un caso ma Cavani lo si avvistava spesso a Mondello a ora di cena a passeggiare con la moglie. Mano nella mano, senza fronzoli. Di Hernandez è inutile ripetere dove lo si è beccato spesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non si è bigotti e si capiscono le esigenze di un ventenne, per giunta milionario. Ma se non sei un fenomeno come Bobo Vieri o Pippo Inzaghi che potevano permettersi di chiudere le discoteche e di spaccare le difese alla domenica, è meglio che ti fai vedere più in campo che nel locale glamour.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • La corsa in ospedale e la disperazione, bambino di 3 mesi muore al Di Cristina

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento