Lunedì, 26 Luglio 2021
Sport

Missione playoff, i rosa volano a Roma: tre "eroi di Berlino" sul cammino del Palermo

Gli uomini di Stellone dovranno attendere nella Capitale 48 ore prima di conoscere il nome degli avversari. Di certo troveranno in semifinale Inzaghi o Nesta, ma rischiano di "pescare" Grosso qualora il Bari vincesse contro Cittadella e Frosinone

Allenamento al Tenente Onorato di Boccadifalco

Ci siamo, il Palermo parte in missione. Nestorovski e compagni sono pronti a entrare ufficialmente in clima playoff. Ultimo giorno di lavoro in città: domani il club rosanero volerà a Roma. Ancora 48 ore nella Capitale prima di conoscere il luogo e l’avversario che gli uomini di Stellone dovranno affrontare il 6 giugno. La certezza di giocare in semifinale contro gli “eroi di Berlino” Inzaghi o Nesta, ma anche il rischio di trovarne un altro in finale, qualora il Bari di Grosso dovesse battere sia Cittadella che Frosinone, non fanno che colorare questi playoff d’azzurro. E come se non bastasse all’Arena Baltika di Kaliningrad, in Russia, mentre Croazia e Nigeria saranno impegnate a darsele di santa ragione, in Italia si disputerà la finale playoff (16 giugno) dove in campo si spera possa esserci anche e soprattutto il Palermo, impegnato a salire sull’ultimo treno diretto in Serie A. Insomma, quest’anno i playoff fanno rima con Coppa del Mondo e il Palermo vuole ad ogni costo regalarsi un’estate "mondiale".

Inzaghi o Nesta, non si scappa: semifinale a tinte azzurre dunque per il Palermo che dovrà vedersela contro uno dei due veterani di quella “pazza” estate di 12 anni fa. Gli uomini di Stellone però conosceranno soltanto domani sera il nome, quando il club veneto potrà contare su tutto il calore dei tifosi, mentre il Perugia sul talento e la fantasia del duo Diamanti-Di Carmine oltre che sull’entusiasmo portato in Umbria da Nesta. Novanta minuti che sveleranno il volto del prossimo avversario. “I rosanero - si legge sul sito ufficiale - hanno svolto al ‘Tenente Onorato’ di Boccadifalco i consueti lavori di attivazione seguiti da possessi palla e un lavoro tecnico-tattico. La preparazione dei rosanero proseguirà da domani a Roma, in attesa di conoscere l'avversaria per le semifinali play-off della Serie B ConTe.it. Il trasferimento nella città in cui si disputerà la gara d'andata (mercoledì 6 giugno ore 21) avverrà nella giornata di martedì”.

Due squadre, quelle del Venezia e del Perugia, che in campo hanno dato del filo da torcere al club rosanero, specialmente in trasferta. Una vittoria, un pareggio e due sconfitte: questo il bilancio del Palermo contro veneti e umbri in questa stagione. Rosa vittoriosi al Renzo Barbera contro il Perugia in virtù del rigore concesso nei minuti finali, ma battuti in trasferta: stesso copione ma a parti invertite, con una beffa però ancora più grande chiamata Samuel Di Carmine. Gol in pieno recupero e tanto rammarico, soprattutto perché il giocatore 29enne pochi giorni prima era stato a un passo dal trasferirsi in Sicilia.

Da un gol di un virtuale “ex” a quello di una vera e propria ex conoscenza: Sinisa Andelkovic. Il difensore 32enne quando vede il Palermo da avversario gioisce. Un gol ai rosa con la maglia del Maribor in Europa League prima di trasferirsi in Sicilia e un altro circa un mese fa nella disfatta dei rosanero in Laguna. Palermo mai vittorioso quest’anno contro Inzaghi: Un pareggio per 0-0 in casa e un terrificante 3-0 allo stadio Pier Luigi Penzo. Una sconfitta che brucia ancora e che in qualche modo ha segnato la stagione dei rosa con l’immediato esonero, nelle ore successive, di Bruno Tedino e il conseguente arrivo di mister Stellone. Surclassati dal primo all’ultimo minuto senza mai dare la sensazione di poter rientrare in partita. E a distanza di un mese il Palermo potrebbe anche ritornare in quel campo. Questa volta però in missione playoff.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Missione playoff, i rosa volano a Roma: tre "eroi di Berlino" sul cammino del Palermo

PalermoToday è in caricamento