Sport

Parmoval-Gela, partita far west: "Aggrediti da persone armate e derubati"

La società nissena punta il dito contro il club di Partanna Mondello e annuncia il ricorso. Il match, valevole per il campionato di Eccellenza, è finito 1-1

"Una partita turbata da gravi incidenti e irregolarità". Avrà una coda extra-calcistica Parmonval-Gela, match del girone A del campionato siciliano di Eccellenza. Il club nisseno ha annunciato ricorso alla Lega dilettanti perché sospenda l'omologazione del risultato finale (1-1). La sfida si è giocata nel weekend (era l'anticipo della settima giornata di ritorno) a Palermo. E sono accuse pesanti quelle del Gela che punta il dito contro il club palermitano (la Parmoval è la squadra della borgata di Partanna Mondello).  L'autobus ospite - con a bordo squadra, dirigenti e accompagnatori - sarebbe rimasto bloccato a lungo fuori dal campo per colpa dei tifosi di casa.

Infuriata la società del presidente Tuccio, in piena lotta per la promozione. Maurizio Nassi, bomber del Gela con un passato in serie A, sarebbe stato aggredito - insieme ad altri compagni - da persone armate di tirapugni, che indossavano la casacca della società di casa; una borsa con i documenti federali dei tesserati gelesi sarebbe scomparsa e poi riapparsa senza i tesserini di tre titolari che di conseguenza non hanno potuto giocare. Come se non bastasse, a una tv gelese sarebbe stato vietato di riprendere la partita. Presentata una riserva scritta all'arbitro e ai commissari, ovvero il preludio al ricorso ufficiale. 

"Tutto questo - scrive in una sua nota la presidenza del Gela - è avvenuto sotto gli occhi dei commissari di gara ai quali adesso chiediamo di far luce su tali episodi affinché chi ha sbagliato paghi una volta per tutte". Per la cronaca la partita è finita 1-1: vantaggio palermitano nel primo tempo e risposta gelese a un quarto d'ora dalla fine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parmoval-Gela, partita far west: "Aggrediti da persone armate e derubati"

PalermoToday è in caricamento