Sport

Calaiò ne fa 3 e castiga il "suo" Palermo, a Parma i rosa si svegliano tardi

Al Tardini si impongono i padroni di casa (3-2). Il protagonista assoluto è l'Arciere. Nella ripresa accorciano Nestorovski e Rajkovic ma non basta. Sfuma il sorpasso al Frosinone e adesso anche i ducali si fanno sotto

Ilija Nestorovski esulta dopo il gol

Una pasquetta amara per il Palermo, ma dolce per il Parma e soprattutto per Calaiò. L’attaccante palermitano travolge la squadra della sua città: due gol nel primo tempo e uno nella ripresa. L’arciere scocca tre “frecce” e si porta a casa il pallone dopo i fischi assordanti del match dell’andata. Inutili i gol di capitan Nestorovski a inizio ripresa e di Rajkovic allo scadere: al Tardini finisce 3-2 per il Parma. Malissimo i rosa nel primo tempo, meglio invece nell’ultima mezz'ora di gioco. Una reazione arrivata troppo tardi però quando la situazione ormai era più che compromessa. Quella del Tardini è una sconfitta che pesa tantissimo perché nega ai rosa la possibilità di agguantare il Frosinone in classifica. L’Empoli intanto vince 3-0 in casa del Foggia e vola a più nove dai rosanero. Il Parma invece torna in piena corsa per la promozione diretta.

Gol e highlights

Tre impegni in una settimana rischiano di pesare parecchio sulle gambe dei giocatori, eppure rispetto alla sfida di Chiavari, Tedino cambia soltanto due uomini. In campo non ci sono né La Gumina - reduce da tre gol consecutivi - né Rolando. Il tecnico rilancia Nestorovski e Aleesami. Confermata la linea di centrocampo con Murawski, Jajalo e Gnahoré. Benino Jajalo, male il polacco. In difesa invece trio composto da Rajkovic, Struna e Szyminski. Di fronte ai rosa c’è un Parma con il tridente composto da Calaió, Siligardi e Di Gaudio. Tre spine nel fianco per la difesa avversaria.

La partita decolla dopo dieci minuti, ma non per meriti del Palermo. Al nono minuto infatti è il Parma a sfiorare il vantaggio con un’azione personale di Di Gaudio che semina due giocatori del Palermo, entra in area trova la conclusione ma colpisce Szyminski. Un minuto più tardi ci prova Siligardi con un gran sinistro che si spegne alto sopra la traversa di Pomini. Il Palermo poi si scuote, dà l’impressione di guadagnare terreno e di aver preso le redini della partita. Ma proprio al 30' si spezza l'equilibrio. Merito del tapin vincente di Calaiò: calcio di punizione dalla trequarti dopo una palla persa dai rosa, l'ex Napoli è indisturbato in area di rigore, stacca di testa e mette il pallone alle spalle di Pomini. Da questo momento succede di tutto: il clima diventa incandescente, protestano gli uomini di Tedino, Nestorovski si innervosisce e si becca l’ammonizione. II Palermo ci crede e prova a costruire qualcosa, sfiorando anche il gol del pareggio con Coronado. Ma la beffa arriva poco dopo: palla persa dai rosa, contropiede del Parma con Munari che entra in area di rigore e trova la gamba di Rajkovic. Per l’arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto va Calaiò che batte Pomini.  Pochi secondi prima del duplice fischio Nestorovski sfiora a porta vuota il gol del 2-1 dopo una bellissima azione sviluppata dalla sinistra. Bravissimo Gagliolo a negare sulla linea la gioia al macedone. Rosa sotto 2-0 alla fine dei primi 45 minuti.

Al rientro dagli spogliatoi Tedino prova a cambiare qualcosa mandando in campo La Gumina al posto di Murawski. Ma neanche il tempo di ripartire e il Parma trova anche il gol del 3-0, sempre con Calaiò. Grandissimo movimento di Dezi dietro le spalle di Struna, palla al centro per l’attaccante palermitano che da lì deve solo appoggiare in rete. Ma nel momento in cui ti aspetti una squadra frastornata e rassegnata, gli uomini di Tedino trovano il gol della speranza: cross di Jajalo e incornata vincente di Nestorovski. Rosa virtualmente di nuovo in partita. A testa bassa il Palermo prova a rendersi pericoloso. D’Aversa manda in campo Insigne, mentre Tedino richiama in panchina Aleesami e Struna schierando Rolando e Dawidowic. In realtà non succede quasi nulla fino al 92', quando il Palermo trova il gol del 2-3 con un intraprendete Rajkovic che da vero attaccante riesce a girarsi spalle alla porta freddando Frattali. Gli ultimi attimi sono emozionanti. Il gol infiamma la coda del recupero con il Palermo che si butta letteralmente in avanti in cerca del 3-3. Dopo cinque minuti di recupero Marinelli fischia tre volte e condanna i rosa alla quinta sconfitta della stagione. Molto importante sarà la prossima giornata di campionato, quando il Parma se la vedrà col Frosinone, mentre il Palermo sarà impegnato al Barbera contro il Pescara.

TABELLINO 
PARMA:
Frattali; Gazzola, Iacoponi, Lucarelli, Gagliolo(85' Di Cesare); Dezi, Munari, Scavone;  Siligardi(62’ Insigne), Calaiò, Di Gaudio (71’ Anastasio). Allenatore: D'Aversa 
PALERMO: Pomini 5,5; Szyminski 5,5, Struna 5,5 (79' Dawidowicz s.v.), Rajkovic 5,5; Rispoli 5,5, Murawski 5 (46’ La Gumina 6), Jajalo 6, Gnahoré 5,5,  Aleesami 5,5 (75’ Rolando s.v.);  Coronado 5,5; Nestorovski 5,5. Allenatore: Tedino 5,5
ARBITRO: Marinelli 5.
MARCATORI: Calaiò 30’; Calaiò 39’; Calaiò 47; Nestorovski 53; Rajkovic 90’

AMMONITI: Nestorovski; 32’; Pomini; 32’; Rispoli 34’; Coronado 63’; Lucarelli 66’; Gnahorè 70’;

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calaiò ne fa 3 e castiga il "suo" Palermo, a Parma i rosa si svegliano tardi

PalermoToday è in caricamento