Martedì, 21 Settembre 2021
Sport

Panchina girevole al Palermo, Pergolizzi più out che in: occhi su Boscaglia e Caserta

Con ogni probabilità il tecnico palermitano non verrà riconfermato per guidare i rosa in Serie C. Fra i nomi che circolano con maggiore insistenza quelli di Boscaglia (originario di Gela) e Caserta, ex centrocampista del Palermo

Il tecnico rosanero Rosario Pergolizzi

Il futuro di Rosario Pergolizzi adesso inizia a non essere più così incerto. Il tecnico palermitano da qualche settimana vive virtualmente da separato in casa e aspetta soltanto che a compiere il primo passo sia la società. Poi sarà separazione. Il Palermo ha iniziato a mettere gli occhi su Roberto Boscaglia. Sembrerebbe essere lui l’indiziato numero uno al quale affidare la squadra in C per il prossimo anno. Attenzione però al fattore contratto, visto che il tecnico 51enne è legato all’Entella fino a giugno 2021. L’altra suggestione - più che un’alternativa - invece porta il nome e il cognome di Fabio Caserta, ex centrocampista di Catania e Palermo attualmente sulla panchina della Juve Stabia.  

Difficile fare programmi con questo elevato coefficiente d’incertezza ma il Palermo ci sta comunque provando. D'altronde ciò che non è mancato in questi due mesi a Sagramola è stato proprio il tempo per ponderare le decisioni. Così in cima alla lista dei desideri ci sarebbe Roberto Boscaglia, tecnico originario di Gela che conosce bene sia la C che la Serie B. Un profilo d’altra categoria, per certi versi, uno di quegli allenatori con cui il Palermo potrebbe iniziare seriamente a programmare non soltanto il prossimo anno, ma anche un eventuale approdo nel "calcio che conta". Proprio lì, in cadetteria, dove Boscaglia attualmente è in attesa di capire se e quando ripartirà il campionato. E anche se la ripresa sembra un’ipotesi poco probabile, lo stesso tecnico gelese sa bene che finché si andrà avanti con i "se" e con i "ma" sarà complicato soltanto iniziare a parlare di futuro. 

Il secondo nome sulla lista di Sagramola invece è quello di una gradita ex conoscenza da queste parti: Fabio Caserta che bene ha fatto sulla panchina della Juve Stabia e il cui contratto è in scadenza per giugno. Caserta, nonostante il solido legame che lo lega con il club gialloblù sarebbe ben disposto a mettersi in gioco in una piazza ambita come quella rosanero, prima però bisognerà anche qui sciogliere il nodo "futuro", visto che la B vive tuttora in un stato di limbo. Le ambizioni di Caserta (allenatore) sembrano sposarsi a pieno con quelle del Palermo: vincere il campionato di C per fare il doppio salto e ritornare in B.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panchina girevole al Palermo, Pergolizzi più out che in: occhi su Boscaglia e Caserta

PalermoToday è in caricamento