Pallanuoto, Telimar beffato a 3 secondi dalla sirena: vince la Rari Nantes per 12-11

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Nella settima giornata del Campionato Nazionale di Pallanuoto di Serie A1 alla Piscina del Torrione la Rari Nantes vince sul TeLiMar per 12-11 con l’eurogol di Elez a 3” dalla fine di un match equilibratissimo, giocato a viso aperto dalle due neopromosse. Grande qualità degli uomini di Quartuccio, che ritrova Washburn e Del Basso e può, così, far rifiatare tutto il gruppo che mostra un gioco concreto e dinamico fino alla fine. Il goal allo scadere non impedisce al Club dell’Addaura di tornare a casa a testa alta. D’ora in poi, però, non si può più sbagliare.

Dopo una prima fase di studio, i padroni di casa vanno sopra di due goal, trasformando un rigore con Luongo per il fallo di Zammit su Tomasic e poi con lo stesso Luongo che in più a 1’53 segna la rete del 2-0. Il TeLiMar, però, acquista consapevolezza dei suoi mezzi e ribalta il risultato con la rete di Zammit dal centro e la doppietta dell’esplosivo Saric, in entrambe le occasioni in superiorità, con il primo tempo che si chiude sul 2-3.

Il secondo tempo vede Luongo agguantare il pareggio del 3-3. A 5’48 il Club dell’Addaura si porta di nuovo in vantaggio con Lo Cascio in più e poi a 3’23 va sul 3-5 con un goal di Zammit in controfuga. Il solito Luongo è bravo ad approfittare dell’uomo in più: tiro al rimbalzo e punteggio che si aggiorna sul 4-5. Il TeLiMar, però, ribatte con Maddaluno in più per il 4-6 a 1’15. Altro rigore trasformato da Luongo per la Rari, perché Giliberti non raggiunge presto il pozzetto dopo aver preso espulsione quando manca 1’ al termine del secondo quarto, che termina così sul 5-6.

In avvio della seconda metà del match Elez in superiorità dalla distanza porta il Salerno sul 6-6. Resta concentrato il gruppo palermitano, con Zammit che in più dopo la botta sul palo di Occhione riesce a recuperare palla e va sul 6-7. La traversa di Cuccovillo porta la difesa del TeLiMar a forzare la mano, ne esce fuori una situazione di uomo in meno che permette a Gandini di acciuffare il pareggio del 7-7.
Si decide tutto nell’ultimo tempo, con Cuccovillo che con un forte tiro rasente l’acqua supera Washburn e porta il Salerno sull’8-7. Il vantaggio dura poco, perché sull’azione successiva Lo Cascio in superiorità trascina i suoi sull’8-8. Rispondono immediatamente i padroni di casa di nuovo con Cuccovillo per il 9-8.

Annullato un goal al TeLiMar per fuorigioco, ne approfitta il mancino Cuccovillo sul capovolgimento di fronte per portare il Salerno sul 10-8. La partita è apertissima, con l’ingenuità degli uomini di Citro che lasciano due contro uno libertà al TeLiMar: Lo Cascio sotto porta non perdona e si rifà sotto sul 10-9. Del Basso porta i palermitani sul 10-10 in più a 3’ dal termine del match. Si scaldano gli animi con Tomasic che riporta la Rari in vantaggio sull’11-10 a 2’40 ancora da giocare. È un momento delicato della partita, con Draskovic in più che firma la rete dell’11-11. Il pareggio sarebbe il risultato più giusto, ma Elez a 3” dalla fine tira da metà vasca una palla che sorprende tutti, insaccandosi sotto il sette e  consegnando la vittoria per 12-11 ai padroni di casa. Usciti per limite di falli Sanges e Scotti Galletta (Rari Nantes Salerno) nel quarto tempo.
 
Francesco Paolo Lo Cascio, Capitano TeLiMar: "Abbiamo giocato una gran bella partita. Siamo rimasti concentrati, abbiamo conquistato tante espulsioni al centro riuscendo a trasformarne diverse. Purtroppo, tutto è stato vanificato da quell’eurogol di Elez al quale non posso che fare i miei complimenti; ma sono fiducioso, perché la squadra c’è: oggi ha messo grinta, cuore e qualità".
 
Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar: "Abbiamo regalato i 3 punti al  Salerno, a cui faccio i miei complimenti per la tenacia con la quale ha giocato sino alla fine, consentendo ad uno dei suoi leader di tirare non ostacolato da metà vasca a tre secondi dalla fine di una partita che era di fatto finita in pareggio. Dobbiamo assolutamente dare ancora di più".
 
Parziali: 2-3; 3-3; 2-1; 5-4.
Superiorità: Rari Nantes Salerno 4/10 + 2 rigori; TeLiMar 9/14.
 
Rari Nantes Salerno: 1.Santini, 2.Luongo (5), 3.Gandini (1), 4.Sanges, 5.Scotti Galletta, 6.Gallozzi, 7.Tomasic (1), 8.Cuccovillo (3), 9.Elez (2), 10.Parrilli, 11.Fortunato, 12.Pica, 13.Taurisano – Allenatore: Matteo Citro
 
TeLiMar: 1.Washburn, 2.Del Basso (1), 3.Galioto, 4.Di Patti, 5.Occhione, 6.Zammit (3), 7.Giliberti, 8.Saric (2), 9.Lo Cascio (3), 10.Maddaluno (1), 11.Draskovic (1), 12.Migliaccio, 13.Sansone  -  Allenatore: Ivano Quartuccio
 
Arbitri: Luca Bianco di Gavardo (BS) e Alberto Rovida di Cairo Montenotte (SV) - Delegato: De Chiara

Torna su
PalermoToday è in caricamento