Pallamano, Kelona - Gaeta finisce 26 a 29

Gara intesta e dura. Il Kelona ci ha creduto e provato fino alla fine, ma la stanchezza e la poca lucidità ha permesso al Gaeta di portare la vittoria a casa

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Partita dura e giocata al massimo dalle due squadre come ci si aspettava. Il primo tempo ha visto il Kelona chiudere in vantaggio sul Gaeta 17-13, ma nel secondo tempo gli avversari grazie alla determinazione ed esperienza riescono a recuperare lo svantaggio chiudendo la gare 26-29.

Il primo tempo: Il Kelona parte subito forte e si porta in vantaggio di due reti grazie a due tiri ben assestati dall'ala Saitta. Gli schemi provati in settimana da Ninni Aragona funzionano e le "Tartarughe" grazie al gioco guidato dal centrale A. Aragona, alle reti di Esposito e a qualche bella parata di Lo Re, cercano di fuggire, ma il Gaeta non molla e resta aggrappato al risultato.

Il secondo tempo: i padroni di casa aumentano subito il vantaggio segnando il 18-13 con capitan Saglimbene e riescono a gestire sino al 45′. Gli ospiti però entrati in campo più determinati, ma anche per via di qualche errore, del Kelona stanco, e del duo arbitrale Bocchieri-Scavone, recuperano e si portano avanti. Il Gaeta riesce e gestire meglio la palla, le "Tartarughe" non mollano e cercano di recuperare, anche con qualche cambio per dare riposo a chi ha speso di più, ma gli errori non lo permettono.

Il risultato finale di 26-29 per gli ospiti, dice che in casa dei palermitani c'è ancora da lavorare e crederci, nonostante la classifica dica ancora 0, cercando di risalire sin da subito la china. Il prossimo match, vedrà il Kelona ospite del Siracusa, che è stata costruita per vincere il campionato.

Marcatori: Massimiliano Esposito 8; Vincenzo Saglimbene 7; Gabriele Saitta 4; Alessandro Aragona e Diego La Mantia 3; Andrea Piscopo 1.

Torna su
PalermoToday è in caricamento