menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trappola Viterbese sulla strada del Palermo, Boscaglia: "Siamo costruiti per stare lassù"

Le probabili formazioni (calcio d’inizio domani alle 15). Alle spalle di Saraniti potrebbero rivedersi Rauti, Silipo e Floriano. Conferme anche in difesa, con Marconi che dovrebbe ritrovarsi ancora al fianco di Somma

La positività del Covid nel Palermo. Curioso, ma vero il fatto che dopo essere usciti dalla bolla esplosa dalle parti di viale del Fante qualche settimana fa, la media punti ottenuta dagli uomini di Boscaglia sia seconda soltanto a quella di Bari e Ternana. Numeri che possono voler dire tanto se si considera che questa squadra necessitava di tempo per assimilare i nuovi schemi di gioco targati Boscaglia. In questo senso il match di domani con la Viterbese (calcio d’inizio alle 15) potrebbe avere un peso maggiore dei semplici tre punti. Silipo, Rauti, Floriano e Saraniti: Boscaglia riparte da loro. 

Ma attenzione alla Viterbese. Il Palermo questa volta non giocherà contro chi si trova nelle zone nobili della classifica, ma contro chi invece è impelagato nelle ultime posizioni, ma che recentemente ha cambiato guida tecnica e potrebbe quindi venire al Barbera senza nulla da chiedere, ma con la speranza di rilanciarsi. “E noi non possiamo assolutamente permetterci altri scivoloni – ha detto Boscaglia in sala stampa – considerando soprattutto il nostro avvio di stagione altalenante. Domani vogliamo i tre punti, ma sappiamo che non sarà semplice. La Viterbese è una squadra fisica, con uomini che con spazio sanno giocare. Noi dobbiamo essere un Palermo aggressivo e che sappia giocare a calcio. Potrebbe essere una partita “trappola”. Guardandola da fuori vedo una squadra forte, che ha perso l’ultima in casa, immaginatevi come possa venire qui”.

Nonostante i tanti impegni ravvicinati, la parola d’ordine per mister Boscaglia è continuità. "Non ci sarà alcun turnover forzato", ha precisato ai cronisti il tecnico rosanero. Probabile dunque ipotizzare che domani il Palermo si presenterà al Renzo Barbera con lo stesso undici che tanto ha convinto contro il Monopoli. “Non cerco rotazioni – spiega - voglio soltanto schierare la migliore squadra che mi dà garanzia dal punto di vista della tenuta tecnica. Certo, qualche giocatore potrà rifiatare, così come qualcuno di contro potrà fare tante partite. Niente turnover forzato ma solo cambi mirati. In queste ultime due partite ho lavorato su quello che ho visto e sulle sensazioni che m hanno trasmesso i miei giocatori. Gli elogi alla squadra penso siano meritati, anche se contro il Monopoli non mi è piaciuta qualcosa negli ultimi 25/30 minuti. I ragazzi hanno capito il perché”.

Dove può arrivare questo Palermo? Una domanda a cui Boscaglia non vuole ancora dare risposte precise, ma “questa è una squadra costruita per stare ai piani alti”, ha poi aggiunto. “Abbiamo degli obiettivi, non possiamo nasconderci. La classifica di qualche settimana fa non ci apparteneva, ora ci stiamo avvicinando. Abbiamo bisogno di limare qualcosa e recuperare qualche giocatore al 100%. Siamo sulla strada giusta, avevo previsto questo percorso. Nelle ultime gare abbiamo fatto molto bene. Sono molto contento ma ancora c’è tanto da fare”.

Qui Palermo

La sensazione è che Boscaglia alla fine possa anche confermare in blocco l’undici titolare visto domenica pomeriggio. Una partita, quella col Monopoli che oltre ai tre punti ha consegnato anche tante buone notizie in termini di apporto al gioco di ogni singolo interprete. Odjer e Luperini hanno permesso al parco attaccanti di aggredire la difesa pugliese con continue ripartenze che di fatto hanno stravolto i piani del Monopoli. L’obiettivo è ripetersi: per questo alle spalle di Saraniti potrebbero rivedersi Rauti, Silipo e Floriano a sinistra. Conferme anche in difesa, con Marconi che dovrebbe ritrovarsi ancora al fianco di Somma. 

Qui Viterbese 

Viterbese che nella giornata precedente è caduta in casa col Foggia.  In questa stagione, su undici incontri giocati, gli uomini di Taurino hanno ottenuto una vittoria, contro i quattro pareggi e le sei sconfitte, che relegano la Viterbese al penultimo posto in classifica. Ed è probabile che Taurino dovrebbe optare per un 3-5-2 con Daga in porta, in difesa Baschirotto, Ferrani e Mbende, in mediana De Falco affiancato da Besea e Falbo con Bianchi e Simonelli esterni, in attacco Rossi e Tounkara.

Le probabili formazioni 

PALERMO (4-2-3-1): Pelagotti; Almici, Somma, Marconi, Crivello; Odjer, Luperini; Silipo (Kanoute), Rauti, Floriano; Saraniti.
VITERBESE (3-5-2): Daga; Baschirotto, Ferrani, Mbende; Bianchi, Besea, De Falco, Falbo, Simonelli; Rossi, Tounkara.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento