Martedì, 27 Luglio 2021
Sport

Palermo-Vicenza, probabili formazioni: regia a Fiordilino, guida Nestorovski

I rosa in campo per il primo impegno ufficiale della stagione. Al Barbera arriva il Vicenza per il secondo turno eliminatorio di Coppa Italia. Infermeria già affollata. Out Lo Faso, Chochev, Pirrello, Struna e Aleesami. Tedino pronto ad affidarsi ai nuovi arrivati

Sotto a chi tocca: il Palermo domani sera tornerà in campo per il primo impegno ufficiale della stagione. Al Barbera arriva il Vicenza per il secondo turno eliminatorio di Coppa Italia. Nonostante il campionato deve ancora iniziare, l’infermeria dalle parti di viale del Fante inizia già ad affollarsi. Out Lo Faso, Chochev, Pirrello, Struna e Aleesami. Tedino pronto ad affidarsi ai nuovi arrivati, ma anche e soprattutto alle vecchie conoscenza. In porta Brignoli, rivoluzione sulle corsie, Mazzotta e Salvi pronti per il loro debutto davanti ai loro nuovi tifosi, Trajkovski sulla trequarti alle spalle di Nestorovski e Balogh. Il tecnico rosanero in conferenza stampa intanto ha voluto mandare un messaggio alla squadra: “Primo impegno della stagione molto importante. Il capitano? Mi piacerebbe avere a disposizione un leader silenzioso”.

Vietato steccare, su questo non ci sono dubbi: scegliendo ancora una volta Palermo infatti Tedino sa benissimo a cosa sia andato incontro. Specialmente se l’avversario, con tutto il dovuto rispetto, è una squadra che milita in Lega Pro. Una partita che può già consegnare nelle mani del tecnico rosanero tantissime indicazioni dopo quasi un mese di lavoro con il suo nuovo gruppo. “Spero di essere sempre me stesso, soprattutto come uomo. Nella mia vita ho commesso degli errori di valutazioni, l’anno scorso la situazione era diversa, ma molto vicina a quella di quest’anno. Il Palermo veniva da un’amara retrocessione, mentre adesso da una finale playoff persa dove comunque ho visto un’ottima squadra. non sono più guardingo, ma molto concentrato con un approccio diverso. Rispetto all’anno scorso sono maturato anche per quanto riguarda il rapporto interpersonale con i ragazzi. Adesso la squadra mi conosce sa chi sono e quali sono le mie metodologie e la mia filosofia. Partiremo leggermente a fari spenti per via di un mercato ancora da definire, ma le ambizioni e la voglia di vincere sono sempre le stesse”.

Tedino che vorrebbe tanto dare un taglio al passato, ma che invece sarà costretto a schierare gran parte della formazione dell’anno scorso in attesa che il mercato possa definire una squadra ancora da mettere a punto. Messo da parte il 3-5-2 il tecnico rosanero è pronto a ricominciare con il 4-3-1-2 modulo che accompagnerà il Palermo per tutto l’arco della stagione. “Nessun calciatore – ha confessato Tedino - è venuto a dirmi di non voler giocare. Ci sono delle situazioni che sono in fase di sviluppo, ma a dare le risposte per me è solo e soltanto il campo. Foschi mi ha detto di non pensare al mercato, sono tutti disponibili, tutti giocatori del Palermo, nessuno escluso. Domani dunque nessuna distinzione, nessun trattamento speciale. Si sono dette tante cose, si impara, si migliora, si stringono dei patti di sangue importanti per raggiungere un obiettivo. In questo momento nessun giocatore in campo dà l’impressione di voler andar via. Tutti e dico tutti, si allenano con la stessa intensità e determinazione. Quello che sia io che lo staff vediamo durante gli allenamenti ci servirà per capire a chi affidarsi e a chi no, indipendentemente dalle questioni di calciomercato”.

Da capire invece chi scenderà in campo con la fascia da capitano sul braccio. “Una questione delicata che presuppone ovviamente una cosa: chi avrà la fascia vorrà dire che resterà al cento per cento con noi. Mi piacerebbe – confessa -  avere un leader silenzioso come capitano. Parlerò con lo staff e poi - conclude - prenderemo una decisione”. 

QUI PALERMO

Fra infortunati e partenti, Tedino sa già a chi affidarsi per il match contro il Vicenza. 4-3-1-2 con Rajkovic e Bellusci coppia centrale. E non Szymisnki come si ipotizzava negli ultimi giorni. L’esperto difensore 28enne ha pienamente recuperato dall’infortunio motivo per cui domani sera dovrebbe scendere in campo dal primo minuto. Rivoluzione sulle fasce: Aleesami è infortunato, Rispoli invece alle prese con una situazione di mercato tutta da decifrare e dunque potrebbe partire dalla panchina per poi magari subentrare a partita in corso. Spazio dunque a Salvi e Mazzotta a completare i 4 della difesa. A centrocampo poi è tutto ancora più chiaro: a Murawski e Fiordilino le chiavi della regia, con il polacco che molto probabilmente potrebbe scendere in campo con la fascia di capitano. Trajkovski versione “Coronado” con Nestorovski e Balogh in avanti.

QUI VICENZA

Modulo a specchio per il tecnico del club veneto Giovanni Colella. Giacomelli sulla trequarti alle spalle di Curcio e Maistrello.

PROBABILI FORMAZIONI

PALERMO (4 – 3 – 1 – 2): Brignoli; Salvi, Szyminski, Rajkovic, Mazzotta; Murawski, JajaloFiordilino; Trajkovski; Nestorovski, Balogh. Allenatore Bruno Tedino.

L.R. Vicenza (4 – 3 – 2 – 1):Grandi; Bianchi D., Bizzotto, Pasini, Bortot; Bianchi N., Salvi, Laurenti; Giacomelli, Curcio; Maistrello. Allenatore: Giovanni Colella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Vicenza, probabili formazioni: regia a Fiordilino, guida Nestorovski

PalermoToday è in caricamento