menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Santana - foto Fucarini

Santana - foto Fucarini

Poche emozioni al Barbera, Palermo-Vibonese zero in tutto

Partita che finisce a reti inviolate: il brivido più grande quasi allo scadere con Floriano che ha colpito il pallone a due passi dalla linea. Miracoloso l'intervento del portiere avversario. Tra i migliori Bubacarr Marong

Il Palermo senza Lucca, la Vibonese senza Plescia. Al Barbera sia i rosanero che gli ospiti accusano la mancanza dei rispettivi bomber, entrambe le formazioni provano (a tratti) a portare a casa l’intero bottino ma alla fine devono arrendersi alle logiche del terreno di gioco: 0-0 il risultato finale. Un finale per certi versi prevedibile se si considera che circa la metà dei gol realizzati dai rosanero portano proprio la firma di Lucca. Un punto per parte che se da un lato non fa felice la Vibonese che vuole fortemente salvare la permanenza in Serie C, dall’altro non può far contento neanche Filippi che a questo punto deve sperare in un passo falso della Casertana per scongiurare il rischio sorpasso in classifica.

L’unica nota lieve porta il nome di Bubacarr Marong: è lui la sorpresa di questa giornata, bene sia in fase di non possesso che in fase offensiva. Per il difensore classe 2000 si tratta della prima apparizione da titolare quest’anno. Dovrà inventarsi qualcosa Filippi nelle prossime ore, perché mercoledì i rosanero torneranno in campo per recuperare il match rinviato a causa Covid col Foggia. Magari ripartendo dagli ultimi minuti in cui il Palermo ha assediato la Vibonese grazie alle incursioni di Floriano sulla corsia di sinistra. 

Filippi si affida al suo collaudato 4-2-3-1 ma con novità importanti: una su tutte l’esordio dal primo minuto di Marong al posto del favorito Accardi. In attacco invece Floriano lascia il posto da titolare al giovane Silipo, in buona compagnia del veterano Santana. L’infortunio di Lucca e l’assenza di Saraniti obbligano il tecnico rosanero a schierare Rauti falso nuove. De Rose (e non Odjer) a centrocampo al fianco di Luperini. Un undici titolare del tutto inedito quello che parte arrancando al Barbera. Possesso prolungato ma sterile per i rosanero, gli uomini di Filippi impostano il gioco sia per vie verticali che orizzontali, mentre la Vibonese di Roselli non sembra comunque accusare le tante assenze, fra cui quella del bomber palermitano Plescia.

E’ di Luperini la prima e unica occasione di questa prima frazione di gioco. Bravo l’ex granata a raccogliere di testa un traversone invitante di Santana, meno bravo invece a indirizzare il pallone verso la porta difesa dall’ex rosanero Marson. Fra le due squadre è nettamente il Palermo ad accusare maggiormente l’assenza del bomber e non è un caso infatti se il primo tempo si spegne con i tanti, troppi, traversoni vacanti nell'area della Vibonese e qualche rischio di troppo causato dai tanti blitz dei calabresi. 

Subito un cambio per Filippi: dentro il palermitano Accardi, fuori Palazzi. Sostituzione che di fatto non cambia l’assetto tattico dei rosanero. Nella Vibonese invece dà forfait l’estremo difensore Marson per un colpo alla spalla accusato durante la prima frazione di gioco. Così come nel primo tempo, anche nella ripresa è la Vibonese a collezionare occasioni importanti: questa volta con Spina che in area di rigore impatta bene il pallone scontrandosi però con l’ottimo intervento di Pelagotti. Al tentativo di Spina risponde quello di Rauti, colpo di testa che per poco non beffava il neo entrato Mengoni.

L’occasione più ghiotta però si materializza qualche minuto più tardi sui piedi di Valente che con un pallonetto prova a battere il portiere avversario a due passi dalla linea di porta. Una doppia occasione che sembra dare fiducia, soprattutto a Filippi che richiama in panchina un deludente Silipo e uno sfinito Santana per far spazio a Floriano e Kanoutè. Nei minuti conclusivi del match il Palermo alza l’asticella e assedia l’area di rigore avversaria. Ci prova Rauti all’ 82’, ma il brivido più grande arriva quasi allo scadere con Floriano che colpisce il pallone a due passi dalla linea di porta ma si deve arrendere a un intervento miracoloso di Mengoni. Nei minuti finali si deve impegnare anche Pelagotti, bravo a dire di no al neo entrato Laribi. Finale intenso che regala tante emozioni, ma zero reti. L’arbitro fischia e il match si conclude a reti inviolate.

Il tabellino di Palermo-Vibonese

PALERMO: Pelagotti; Marong, Palazzi (45’ Accardi), Somma; Almici, Luperini, De Rose, Valente; Silipo (54’ Floriano), Santana (C.) (71’ Kanoutè); Rauti. Allenatore: Filippi.
VIBONESE: Marson (45’ Mengoni); Bachini, Sciacca, Vergara; 18 Statella (C.) (90’ Laribi), Mahrous, Pugliese, Cattaneo, Ciotti; Spina (75’ La Ragione), Parigi. Allenatore: Roselli.
ARBITRO: Marco Emmanuele (Pisa).
NOTE – Ammoniti: 77’ Somma; 78’ Ciotti; 90’ Accardi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento