Sport

Il Palermo non sa più vincere: pari beffa nel finale con l'Udinese

Miccoli sblocca la gara alla mezzora con un bel diagonale, poi la difesa con Milanovic e Labrin tiene. A sei minuti dal termine però Mantovani si fa saltare e Torje regala il punto ai friulani

Fabrizio Miccoli, aveva sbloccato lui la gara con l'Udinese

 

Vittoria e rete inviolata. Fino a sei minuti dalla fine sembrava la gara perfetta per il Palermo. Il ritorno di Miccoli e finalmente i tre punti. Ma Torje e una distrazione di Mantovani, forse strattonato, rovinano la serata ai rosanero e ai pochi tifosi del Barbera. Arriva il primo pareggio in casa e si toccano i 36 punti. E' vero che la zona retrocessione rimane lontana, ma l'ultimo successo è vecchio di oltre un mese e così non si avvicina la fatidica quota 40 invocata da Zamparini per cominciare a lavorare sul futuro.
 
 
IL MATCH. Mutti comunque sui giovani ha puntato sin da stasera riproponendo Labrin e facendo debuttare Milanovic. Un 3-5-2 speculare al 3-5-1-1 di Guidolin. Il tecnico bergamasco lancia Milanovic dal primo minuto, lascia in panchina Ilicic e sceglie due attaccanti puri come Miccoli ed Hernandez. Ed è il capitano rosanero, al 9', a regalare la prima emozione chiamando agli straordinari Handanovic su un calcio di punizione quasi perfetto. La difesa a tre sembra reggere di fronte al bomber Di Natale che trova soltanto una girata centrale domata da Viviano. Il Palermo è molto prudente, marca quasi a uomo tutte le pedine offensive dei bianconeri e a perderci è lo spettacolo. Chiamati al pressing e a tanto lavoro sporco soprattutto Migliaccio (presenza numero 151 in A, secondo posto nella storia del club) e Barreto. Ma è proprio il paraguaiano, alla mezzora, a ispirare il vantaggio del Palermo, servendo un assist al bacio per Miccoli, che da posizione defilata si inventa un diagonale chirurgico.
Guidolin capisce che le trame dei suoi sono bloccate e all'inizio della ripresa cambia gli esterni. Armero e Pereyra (per Pasquale e Basta) danno più vivacità ai friulani. L'Udinese cresce sfruttando anche il calo dei mediani rosa, sfiancati dopo un primo tempo a tutta birra. Il trio Labrin-Milanovic-Mantovani però resiste alla pressione bianconera. Mutti a venti minuti dal termine toglie un abulico Hernandez e inserisce Ilicic che spreca le prime palle giocate, beccandosi i fischi del pubblico. Il Palermo trema al 37' quando Di Natale spreca davanti a Viviano, poi cede due minuti dopo su un'azione costruita da due bianconeri entrati a partita in corso. Pereyra salta Mantovani e serve una palla d'oro a Torje che non sbaglia.
 
LA SVOLTA DEL MATCH. Mutti è bravo a bloccare il gioco dell'Udinese proponendo una difesa a tre e un pressing asfissiante, Guidolin è ancor più abile ad azzeccare i cambi. Pereyra e Torje costruiscono il gol dell'1-1, Armero crea più grattacapi sulla fascia rispetto a Pasquale.
 
TABELLINO
 
PALERMO-UDINESE 1-1
 
RETI: 31' Miccoli, 84' Torje.
 
PALERMO: Viviano, Labrin, Milanovic, Mantovani; Pisano, Migliaccio, Donati, Barreto (88' Della Rocca), Balzaretti (81' Aguirregaray); Hernandez (70' licic), Miccoli.
A disposizione: Tzorvas, Acquah, Vazquez, Budan. Allenatore: Bortolo Mutti.
 
UDINESE: Handanovic, Coda, Danilo, Ekstrand; Basta (46' Pereyra), Pinzi, Pazienza (66' Torje), Asamoah, Pasquale (46' Armero); Abdi; Di Natale.
A disposizione: Padelli, Neuton, Fernandes, Vydra. Allenatore: Francesco Guidolin.
 
ARBITRO: Antonio Damato (Barletta)
 
AMMONITI: Ekstrand, Migliaccio, Ilicic
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Palermo non sa più vincere: pari beffa nel finale con l'Udinese

PalermoToday è in caricamento