Venerdì, 14 Maggio 2021
Sport

Palermo-Turris, testacoda a sorpresa: "Attorno alla squadra pessimismo ma giocatori tranquilli"

Rosa ultimi e campani primi, dopo quattro giornate in pochi si aspettavano questa classifica. Boscaglia però si dice sereno: "Presto cambieremo l’inerzia di questa stagione". Probabili formazioni: in avanti Rauti e Floriano pronti a supportare Saraniti

C’è la Turris. Quarantotto ore dopo l’infelice spedizione pugliese, Boscaglia è già obbligato a pensare al prossimo ostacolo, forse uno dei più temibili da quando è iniziato il campionato. Al Barbera (calcio d'inizio domani alle 15) arriva una squadra che ha sovvertito le aspettative iniziali, trovandosi sorprendentemente in vetta a pari punti con Teramo e Bari. “Ma questa non sarà la classifica finale, cambieremo l’inerzia di questa stagione”, ha detto Boscaglia in sala stampa. 

E’ iniziato il tour de force del Palermo. Cinque partite nel giro di 20 giorni, ben quattro si giocheranno al Barbera, con il supporto (notizia di ieri) dei mille tifosi. Ed è da qui che i rosanero proveranno a rialzare la testa, iniziando magari già da domani a lasciarsi alle spalle l’ultimo posto in classifica (seppur con una partita da recuperare ndr). "Percepisco tanto pessimismo attorno alla squadra, ma i miei giocatori sono tranquilli. Quello che dico a loro – ha spiegato Boscaglia – è che non devono avere paura, diversamente però devono avvertire il senso del pericolo, perché potrà soltanto fare aumentare la concentrazione. Dobbiamo essere coraggiosi nel fare le nostre giocate, coraggiosi anche nello sbagliare. L’errore ci sta e ci deve stare, perché vuol dire che hai comunque provato a fare qualcosa. Non mi aspettavo questa classifica con la Turris prima e noi ultimi. Ma non sarà la classifica finale, è così in questo momento e dobbiamo accettarla, forti che presto cambieremo l’inerzia di questa stagione. Dobbiamo lavorare con quantità e intensità, dobbiamo andare avanti, alzarci e ripartire dai piccoli miglioramenti”.

Con la Turris tornano gli spettatori: info e prezzo biglietti

E a questo punto viene da chiedersi come Boscaglia stia pensando di disporre in campo i suoi uomini. Sia il 3-5-2 che il 4-2-3-1 non hanno dato i risultati sperati, mostrando però qualche piccolo spunto da cui ripartire. “Come le quattro azioni create a Bisceglie – ha spiegato Boscaglia - . Io non credo che questa squadra sia poco equilibrata, basti pensare che sia con l’Avellino che col Bisceglie abbiamo preso due gol nelle uniche due occasioni create dagli avversari. Forse è mancato a noi qualcosa sotto porta. Dobbiamo continuare a lavorare e di volta in volta capire se e come cambiare il nostro modo di stare in campo. Tutti devono saper costruire e tutti devono saper difendere, ma non verrò qui in conferenza a dire cosa chiedo nello specifico ai miei giocatori”.

Boscaglia (che domani sarà costretto a seguire la squadra dalla tribuna per squalifica) ritrova Somma fra gli arruolabili, ancora out invece Palazzi e Marconi. Dilemma Lucca, dopo le ultime, negative, apparizioni la giovane punta rosa potrebbe cedere il posto al palermitano Saraniti. “Domani – spiega il tecnico gelese - mi aspetto dei miglioramenti negli ultimi venti metri, ma anche nel collettivo. Stiamo iniziando a costruire, ci manca soltanto la steccata finale. Abbiamo giocatori importanti in rosa, ma dobbiamo calarci nella categoria. Le partite si vincono anche con furbizia e con mestiere. Le batoste sono dure da digerire, ma ti fanno anche capire dove siamo e cosa dovremo fare in futuro per far si che ciò non accada. Lucca potenzialmente un ottimo giocatore. Come gli altri, anche lui però ha bisogno di giocare. Vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane, anche noi dobbiamo capire e fare le nostre valutazioni. Normalmente – conclude - in ritiro ho sempre fatto cinque partite, questa per noi sarà soltanto il quarto impegno della stagione. 

Classifica serie C-2

Qui Palermo

Considerato l’impegno ravvicinato Boscaglia alla fine potrebbe confermare in blocco la formazione vista a Bisceglie. Fatta eccezione per chi naturalmente non avrà nelle gambe i 90’. Come Almici ad esempio. Si riparte sicuramente da Luperini a centrocampo, il più positivo dei rosanero domenica, ma anche da Rauti e Valente, che insieme a Floriano dovrebbero andare a comporre il trio che supporterà Saraniti. 

Qui Turris

Dieci punti in quattro partite: tre vittorie e un solo pareggio, nessuna sconfitta per la sorpresa – finora – del campionato. Il club campano approderà al Barbera da “favorita” e proverà a strappare tre punti al Palermo, proprio come hanno già fatto Teramo, Avellino e Bisceglie. In casa Turris si va verso la conferma del 4-3-1-2, con Giannone e Pandofi.

Le probabili formazioni di Palermo-Turris

PALERMO (4-2-3-1): Pelagotti; Almici, Somma, Lancini, Crivello; Luperini, Odjer; Valente, Rauti, Floriano; Saraniti.
TURRIS (4-3-1-2): Abagnale; Esempio, Di Nunzio, Rainone, Loreto; R. Fabiano, Signorelli, Franco; Romano; Giannone, Pandolfi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Turris, testacoda a sorpresa: "Attorno alla squadra pessimismo ma giocatori tranquilli"

PalermoToday è in caricamento