menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esultanza di Lucca dopo il gol - foto Fucarini

L'esultanza di Lucca dopo il gol - foto Fucarini

Il Palermo spaventa la Ternana: Lucca-gol, poi uno straordinario Falletti fissa il punteggio sull'1-1

I rosanero comandano nel primo tempo, segnano a inizio ripresa, falliscono il 2-0 con Broh e sfoderano la migliore prestazione stagionale. Gli umbri escono alla distanza, trascinati dal fantasista numero 17 (al suo undicesimo centro), che nel finale colpisce pure un palo

Contro la corazzata Ternana, il Palermo sfodera la migliore prestazione della stagione: comanda la gara per lunghi tratti, passa in vantaggio con Lucca - che si conferma centravanti di razza - va vicino al raddoppio con Broh, ma nel finale si fa riprendere dall'ex Falletti e "sputa sangue" per non soccombere al cospetto della capolista.

Alla fine ci riescono gli uomini di Boscaglia a uscire dal "Barbera" con un pari che fa morale, malgrado un palo colpito al  92' da Falletti su punizione e il successibo tap in di Boben che Pelagotti si ritrova fra le braccia. Un po' di fortuna che non gusta in un campionato finora deludente. L'1-1 di oggi però è incoraggiante; solo il tempo (e il campo) però ci dirà se questa iniezione di fiducia potrà dare una svolta al torneo dei rosanero.

Boscaglia alla vigilia ci credeva nell'impresa. Il Palermo lo ha ripagato con una partita da pari a pari contro l'imbattuta Ternana. Nel primo tempo i 26 punti di differenza tra gli umbri e Palermo in campo non si notano. Anzi sono i rosanero che, recuperando un po' d'orgoglio, mettono sotto la squadra di Lucarelli con un gioco ben orchestrato. Difesa compatta - coi due centrali, Palazzi e Somma, che lasciano pochi spazi a Vantaggiato (vecchia volpe dell'area di rigore) - centrocampo mobile con De Rose in cabina di regia e attacco sulle spalle di un Lucca che fa subito a sportellate coi due centrali della Ternana, Boben e Kontek, avendo spesso la meglio.

Come al 12' quando scappa via su lancio di Crivello ma si fa ipnotizzare da Iannarilli, che repinge una battuta a rete non proprio impeccabile. Il Palermo gioca col baricentro alto, come vuole Boscaglia, e alza i ritmi contro la capolista. Lucca ci prova in rovesciata al 14' (bello il gesto, poco pericolosa la conclusione); mentre Defendi - ex ragazzo prodigio della cantera atalantina - si arrangia come può su Valente: la spintarella in area c'è ma per l'arbitro Tremolada è robetta. In mezzo a questo episodio dubbio, un colpo di testa alto di Vantaggiato sull'altro versante del campo.

La partita è gradevole, si gioca a calcio. Il blasone del Palermo, che contro la capolista della serie C si ricorda di essere una grande, è quell'incentivo in più per fare bene. Uno scambio tra Valente e Crivello porta quest'ultimo in area davanti a Iannarilli, ancora una volta decisivo. Si affaccia in avanti anche la Ternana, con Palumbo che semina il panico con una serpentina e poi lancia Vantaggiato: Pelagotti però lo anticipa. Al 28' ancora pericoloso Lucca dopo sponda di Somma su punizione di De Rose. Gli uomini di Lucarelli nel finale della prima frazione incrementano il possesso palla e ci provano con Vantaggiato: una sua punizione velenosa viene però respinta in affanno da Pelagotti. Prima del duplice fischio, Lucca va via di forza a Boben e costringe Furlan alle maniere forti (giallo per lui).

Nella ripresa, il Palermo colpisce subito la Ternana: il nuovo entrato Silipo (che ha sostituito Kanoute) smista per Accardi, il terzino in versione fluidificante, effettua un cross millimetrico per la testa di Lucca che non perdona. E' il sesto gol in campionato per il centravanti rosanero, il migliore elemento dell'uundici rosanero. La Ternana non ci sta a perdere e tenta la reazione. Sale la temperatura. Lucarelli, in maniche corte, incita i suoi neanche fosse in campo come un tempo. Boscaglia fa la trottola nella sua area tecnica. I nuovi entrati Ferrante e Raicevic danno sostanza all'attacco della Ternana, Peralta (subentrato nel primo tempo in tandem con Laverone) aggiunge maggiore mobilità, ma è il tasso tecnico di Falletti che alla lunga viene fuori.

Il Palermo contiene e punge. Di più, va vicinissimo al raddoppio sull'asse Valente-Broh, cross e colpo di testa dell'italo ivoriano però è troppo centrale. Iannarilli tira un sospiro di sollievo. Gol mangiato, gol segnato. Nel capovolgimento di fronte, arriva il pari umbro. Crivello scivola in area di rigore e alimenta un'azione degli ospiti che buttano la palla in mezzo con Damien, Raicevic apre uno spazio e da dietro Falletti non perdona. E' il gol dell'1-1 che ridà vigore alla Ternana, protagonista di un forcing finale da far tremare i polsi. 

Alla fine però trema solo il palo della porta di Pelagotti, sul quale si stampa una punizione del solito Falletti. Sulla ribattuta il tiro del difensore Boben è centrale e il portiere rosanero si ritrova la palla fra le mani. Finisce così, col Palermo che ferma la capolista e sgombra la mente dai brutti pensieri in vista della gara con l'Avellino. 

Il tabellino di Palermo-Ternana

PALERMO (4-3-3): Pelagotti, Accardi (66' Doda), Palazzi, Somma, Crivello, Odjer (66' Broh), De Rose, Luperini, Kanoute (46' Silipo), Lucca (80' Saraniti), Valente (79' Floriano). Allenatore: Boscaglia.

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli, Defendi (29' Laverone), Boben, Kontek, Salzano, Palumbo (74' Paghera), Damian, Partipilo (29' Peralta), Falletti, Furlan (59' Ferrante), Vantaggiato (59' Raicevic). Allenatore: Lucarelli. 

ARBITRO: Paride Tremolada (Monza); assistenti: Alberto Zampese (Bassano del Grappa) e Andrea Torresan (Bassano del Grappa).

MARCATORI: 46' Lucca, 72' Falletti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento