Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Palermo, la sentenza si chiama Rispoli: 1-0 alla Ternana

Continua la fuga dei rosanero, decide un bell'assolo del capitano a inizio partita. Nella ripresa Coronado sbaglia un rigore. Umbri poco pericolosi, traversa di Finotto alla fine del primo tempo. Rosa a +3 sul Bari e +4 sulle terze

Il capitano Rispoli dopo il gol vittoria - foto A. Fucarini

Tedino, il piccolo fiammiferaio che ha riacceso la luce a Palermo. Anni bui, freddi e crudi in cui il Palermo ha sopportato di tutto, sberle da tutta l’Italia e tante brutte figure. Poi è arrivato lui che pian piano, fiammifero dopo fiammifero, è riuscito a far quadrare le cose ridando dignità a una squadra che negli ultimi anni ne aveva persa parecchia. L’ex Pordenone festeggia nel miglior modo possibile la sua ventunesima apparizione sulla panchina del Palermo battendo la Ternana 1-0 e portando a casa i 3 punti. Questo Palermo, adesso, può davvero iniziare a sognare, soprattutto in virtù dei risultati maturati negli altri campi di B. Dalla sentenza del giudice D’Antoni a quella degli uomini di Tedino. Nessuna decisione dalle parti del Tribunale questa mattina. L’unica sentenza, infatti, è arrivata dal campo con la conferma che questo gruppo non si lascia distrarre dalle vicende extracalcistiche. Dopo quest'ultima giornata il Palermo cerca di seminare le inseguitrici portandosi a +3 dal Bari e a +4 da Parma e Frosinone, in attesa del Cittadella che giocherà domani a Brescia.

Palermo-Ternana 1-0, la sintesi della partita | VIDEO

Per fronteggiare l’insidia chiamata Ternana il tecnico rosanero si è affidato all’ormai consueto 3-5-2 con una coppia d’attacco, però, del tutto inedita: La Gumina-Trajkovski. Sia il palermitano che il macedone sono a caccia della tanto attesa consacrazione e l’assenza di Nestorovski - fuori un mese per infortunio - rappresenta un treno da prendere al volo. Perderlo, invece, potrebbe trasfomarsi in un rischio. Inizia dalla panchina il centrocampista polacco Murawski, al suo posto in campo Jajalo con al fianco Gnhaorè e Coronado. Troppo bella la versione mezzala dell’italo-brasiliano ammirata a Bari per non ripetere l’esperimento più che riuscito. Dal 3-5-2 di Tedino al 3-4-3 di Pochesci: l’allenatore del club umbro conferma - almeno sulla carta - quanto detto ieri in conferenza presentandosi al Renzo Barbera con una formazione molto offensiva. L’obiettivo è quello di provare a ferire il Palermo prima che i padroni di casa possano prendere il sopravvento. L’inizio degli uomini di Pochesci, però, è tutt’altro fuorché positivo e incoraggiante: Coronado ha voglia di confermarsi il giocatore più in forma degli uomini di Tedino e dopo neanche un minuto di gioco prova subito a far segnare Trajkovski. Un appuntamento con il gol rinviato soltanto di qualche secondo grazie all’istinto di Rispoli in versione "Forrest Gump", astuto e abile a intercettare un pallone vagante a metà campo per poi fare quello che meglio gli riesce, correre e arrivare a tu per tu con il portiere avversario. Per l’esterno 29enne è il terzo gol in campionato, ma soprattutto l’ennesima prova che il terzino rosanero è tornato quello di un tempo.

1 palermo ternana 1-0 16 dicembre 2017-2

Piove decisamente sul bagnato per la Ternana che dopo lo svantaggio iniziale, al decimo minuto, è costretto a dover fare i conti con un doppio infortunio a causa di una violenta testata fra i difensori Signorini e Gasparetto, costretti a uscire al posto dell’ex Vitiello (entrato con tanto di applausi) e Favilli. Tutto in discesa per il Palermo a cui tocca il compito di amministrare il vantaggio acquisito nei primissimi minuti iniziali. Il pericolo numero uno della difesa avversaria è sicuramente il fantasista rosanero Coronado, più volte vicino al raddoppio con conclusioni dal limite dell’area di rigore. I rosanero sembrano avere le redini della partita, ma a svegliare gli uomini di Tedino ci pensa al 45’ il palermitano Tiscione con un bellissimo colpo di testa con le spalle alla porta che trova, fortunatamente, soltanto il palo della porta difesa da Posavec.

Seconda frazione di gioco iniziata senza alcun cambio per il Palermo. Tedino dà fiducia agli undici iniziali con la speranza di riuscire a chiudere quanto prima la pratica Ternana. E in effetti il campo dà ancora una volta ragione al tecnico rosanero: al 55’, infatti, La Gumina viene letteralmente steso in area di rigore guadagnandosi il tiro dagli undici metri. A battere, però, non è l’attaccante palermitano ma Coronado, che sbaglia l’appuntamento con il gol facendosi letteralmente ipnotizzare da Plizzari. Il risultato resta quindi inchiodato sull’1-0. La voglia di segnare di Nino La Gumina è tanta, tantissima. Il biondino palermitano è una furia e lotta con le unghia e con i denti su ogni pallone, sfiorando più volte il suo secondo gol stagionale. A dettare i tempi di gioco è il Palermo, ma a rendersi pericoloso più di una volta è proprio la Ternana, soprattutto con le conclusioni dal limite dell’area di rigore e con i calci piazzati. Il risultato non è più in cassaforte come poteva sembrare nella prima ora di gioco e allora Tedino decide di sostituire Coronado gettando nella mischia il polacco Murawski. Standing ovation per La Gumina, richiamato in panchina dall’ex Pordenone a dieci minuti dalla fine per fare spazio a Embalo. Il Palermo vince di misura sotto la pioggia e porta a casa una vittoria importantissima

Il tabellino

PALERMO: Posavec 6;  Cionek 6, Struna 6, Bellusci 6; Rispoli (cap.) 7, Gnahoré 6 (Dawidowicz 88’), Jajalo 6, Coronado 5,5 (Murawski 75’), Aleesami 6; Trajkovski 6; La Gumina 6,5 (Embalo 80).

TERNANA: Plizzari; Valjent,  Gasparetto (vitiello 10’), Signorini (Favilli 10’); Tiscione, Paolucci, Defendi (cap.), Zanon; Tremolada, Carretta, Finotto.

ARBITRO: Daniele Martinelli.
ASSISTENTI: Giuseppe Borzomì - Alessandro Cipressa.
QUARTO UFFICIALE: Simone Sozza.
MARCATORI: Rispoli 2’.
AMMONITI: Favilli 28’; Zanon 55’; Paolucci 90’.

I migliori Today

RISPOLI 7. L’esterno rosanero è un treno ad alta velocità. Fermarlo sembra davvero impossibile, tanto che al 2’ decide di fare tutto da solo intercettando una palla vagante a centrocampo e scappando verso la porta avversaria per poi siglare il gol del vantaggio.

LA GUMINA 6,5. In campo è un guerriero e la voglia di segnare è grande quanto una casa, tanto da essere anche un pizzico egoista in qualche occasione. La prestazione, comunque, è più che positiva.

I peggiori Today

CORONADO 5,5. La sua non è stata una brutta partita ma l’errore dagli undici metri dell’italo-brasiliano ha tenuto con il fiato sospeso il Palermo fino al triplice fischio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, la sentenza si chiama Rispoli: 1-0 alla Ternana

PalermoToday è in caricamento