Mercoledì, 16 Giugno 2021
Sport

Beffa nel finale, il Palermo rallenta: con lo Spezia è solo 1-1

I rosanero cullano a lungo il sapore della vittoria dopo il colpo di testa di Hernandez, ma a 7 minuti dalla fine la punizione di Scozzarella fulmina Sorrentino. I ragazzi di Iachini adesso "vedono" più vicino il Cesena, terzo a -5

Abel Hernandez

Chi pensava che il Palermo potesse arrivare in A in carrozza probabilmente adesso dovrà ricredersi. Il solito progetto di Iachini, che con la squadra avanti di un gol, abbassa il baricentro, puntando su difesa e ripartenze, crolla questa volta più bello. La punizione, pregevole, di Scozzarella, è una doccia gelata. Perché Barreto e compagni, in fondo a una partita gestita con cautela e senza azzardo, avevano già accarezzato il sapore della vittoria, che avrebbe portato i rosa a +7 dal Cesena. Il pareggio di oggi può valere come un bagno di umiltà per i ragazzi di Iachini, troppo teneri nella fase in cui avrebbero dovuto uccidere la partita.

LE PAGELLE

E dire che il sabato si era incanalato presto nei binari giusti, già al quarto d’ora. Di Gennaro apre a sinistra per Daprelà che fa partire uno spiovente preciso: Hernandez svetta e porta il Palermo in vantaggio con una testata che muore sul palo più lontano. I rosa sbandano poco, fino a quando Catellani (entrato al posto di Schiattarella) trova un bel break a metà campo, arriva fino al limite dell’area e serve Ferrari: provvidenziale l’intervento di Andelkovic che in scivolata “costringe” l’avversario a sbagliare, rischiando il patatrac. La conclusione dell’ex Verona sfila a lato, nei pressi del secondo palo, ma un arbitro più severo avrebbe fischiato il rigore. I più attivi sono Daprelà e Stevanovic sulle corsie esterne, e Lafferty, vicino un paio di volte al gol. Incuriosisce la posizione di Di Gennaro, sistemato in mezzo al campo: fa il play atipico davanti alla difesa, non disdegnando proiezioni in avanti per legare la linea mediana con l’attacco. Lo Spezia però, anche dopo il gol di Hernandez, non fa molto per rendere complicati i piani del Palermo.

L’atteggiamento dei liguri non cambia neanche dopo l’intervallo. E infatti nella ripresa Sorrentino tocca il primo pallone dopo 20 minuti. Il Palermo abbassa i ritmi, trascinando pericolosamente l’1-0 fino alla fase più calda della partita. Di Gennaro e Daprelà escono claudicanti al posto di Verre e Pisano. Hernandez scompare dal match, facendosi notare solo per un giallo evitabile, mentre Lafferty si mette in mostra con il solito lavoro sporco tra centrocampo e attacco, senza però brillare come nei giorni migliori. Nel finale entra Vitiello al posto di Stevanovic, lo Spezia ci prova in mischia. La beffa però è dietro l’angolo. Verre ferma Giannetti a 25 metri dalla porta. Su punizione Scozzarella, entrato a partita in corso, fulmina Sorrentino, che osserva immobile alla parabola dell’ex Atalanta, che si insacca nel palo più lontano. Finisce 1-1. Il Palermo rallenta, sciupando la grande occasione. L’Empoli è di nuovo a -2, mentre dagli specchietti spunta il Cesena, terzo solitario a -5. Questa A il Palermo la dovrà sudare fino alla fine.

TABELLINO

?PALERMO-SPEZIA 1-1

MARCATORI: Hernandez 15', Scozzarella 84'

PALERMO (3-5-2) Sorrentino; Munoz, Terzi, Andelkovic; Stevanovic, Bolzoni, Di Gennaro (63’ Verre), Barreto, Daprelà (74’ Pisano); Lafferty,  Hernandez (Ujkani, Milanovic, Dybala, Troianiello, Vazquez, Ngoyi, Vitiello).
SPEZIA (3-5-2) Leali; Datkovic, Bianchetti, Lisuzzo; Seymour (76’ Scozzarella), Sammarco, Bellomo (66’ Ciurria), Schiattarella (28’ Catellani), Migliore; Ferrari, Giannetti (Vozar, Valentini, Ashong, Magnusson, Bastoni, Orsic)
ARBITRO: Di Paolo
AMMONITI: Munoz, Bolzoni, Sammarco, Lisuzzo, Hernandez, Di Gennaro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beffa nel finale, il Palermo rallenta: con lo Spezia è solo 1-1

PalermoToday è in caricamento