Sport

Palermo-Sassuolo 2-1, decide Belotti: pagelle, cronaca e commenti

I rosa strappano la meritata vittoria all'ultimo respiro grazie ad una rete di Belotti dopo che Pavoletti aveva pareggiato i conti nel finale. Di Rigoni, dopo 2 minuti il vantaggio. La squadra di Iachini supera gli emiliani (che hanno chiuso in 9 uomini) e volano a 21 punti

Sono un romanzo da consegnare alla storia gli ultimi minuti di questo Palermo-Sassuolo. C'è voluto un guizzo di Belotti a tempo scaduto per portare i rosanero in paradiso. Settima partita di fila senza perdere, settimo posto virtuale a pari merito col Milan e il sogno europeo che prende forma. Vincere, convincere, piegare la squadra più in forma del momento e farlo con un gol di testa Rigoni. Sembrava tutto incredibilmente filare liscio, quando a 5 minuti e 45 secondi dal gong Andelkovic ha cucinato la frittata dell'1-1. E' stato a quel punto che Iachini ha scongelato dalla panchina Andrea Belotti. Il Gallo al 93' ha firmato il più incredibile dei 2-1 andando a festeggiare sotto la curva Nord, mai così ribollente di entusiasmo quest'anno. Lo stadio, pieno come poche volte s'è visto finora, è esploso al tramonto di una gara dai volti contraddittori. Il Palermo ha cullato il sogno dei tre punti per 80 minuti e rotti. Poi, una volta, raggiunto da Pavoletti (inseguito per tutta l'estate dai rosa) ha fatto saltare il banco con Belotti. E sempre in pieno recupero Sorrentino s'è superato su Zaza evitando il folle 2-2.

Le due facce del Palermo oggi si chiamano Dybala e Vazquez. Il primo non segna dopo sei sorrisi di fila, ma allunga il magic moment con un'altra partita monstre. El Mudo invece ha alternato momenti di classe purissima a giocate inspiegabili, con quel modo di giocare un po' così: fine a sè stesso, un po' narciso. Come quando a metà ripresa si è presentato davanti al portiere dopo uno slalom regale. La conclusione – cucchiaio sgangherato sull'esterno della rete – è lo specchio del suo momento.

E così – quando Maresca lanciato a rete ha costretto Consigli all'espulsione – sul Barbera sono riaffiorati i fantasmi di tre mesi fa, quando i rosa si fecero raggiungere dalla Samp all'ultimo respiro nonostante la superiorità numerica. Ma il Palermo già prima dell'episodio del rosso aveva sprecato l'impossibile quando si era trovato nei pressi di Consigli o Pomini. Alla fine però il 2-1 pare più che onesto. Bene la difesa – che patatrac di Andelkovic a parte – ha disinnescato il tridente di Di Francesco. Sassuolo che ha sentito più del previsto l'assenza dei due terzini e quella di Berardi. Zaza è stato imbavagliato seppure a fatica da Munoz e Gonzalez. Bene Maresca e Rigoni, che però hanno dilapidato un paio di contropiede che potevano essere fatali nella ripresa. E la classifica adesso lievita. E' anche la vittoria di Iachini, maturo come non mai e decisivo con le sue mosse nelle fasi più caldi della partita. Il Palermo non conosce freni e adesso si arrampica a quota 21 dove l'ossigeno inizia ad avere un sapore bellissimo. Lassù c'è la gloria.

Ecco le pagelle.

PALERMO. Sorrentino 6,5, Munoz 6,5, Gonzalez 6,5, Andelkovic 5; Morganella 6,5, Rigoni 7 (81’ Bolzoni sv), Maresca 7 (88' Belotti 7), Chochev 6,5 (Della Rocca sv), Lazaar 6, Vazquez 6, Dybala 6,5. Allenatore: Iachini 7
SASSUOLO. Consigli 5, Gazzola 5,5, Cannavaro 4,5, Acerbi 6, Longhi 6; Taider (81’ Pavoletti 6,5), Magnanelli 6, Missiroli 6,5; Floro Flores 5,5 (68’ Pomini 6), Zaza 5, Sansone 5,5 (76’ Floccari sv). Allenatore: Di Francesco 6.
ARBITRO: Maresca 6,5
NOTE – Ammoniti: Gazzola (S), Magnanelli (S), Zaza (S), Belotti (P). Espulsi: Consigli (c.n.r.) e Cannavaro (gioco violento)

I MIGLIORI TODAY
MARESCA 7. Re del centrocampo. Era un cimelio abbandonato in soffitta, Iachini lo ha rimesso al centro del salotto. Geometrie perfette, causa l’espulsione di Consigli e sfiora pure il gol di testa.
RIGONI 7. Secondo gol consecutivo dopo quello al Torino, terzo in stagione. Era stato comprato per fare il regista, ma da quando gioca interno rende molto di più.
BELOTTI 7. Entra e in 4 minuti regala al Palermo 3 punti strameritati. Il Gallo è tornato a cantare.
GONZALEZ 6,5. Zaza, l’attaccante della Nazionale, diventa piccolo piccolo al suo cospetto. Non gli concede nulla, se non qualche tiro (sbilenco) da fuori. Un miracolo di Pomini gli nega il gol.

I PEGGIORI TODAY
ANDELKOVIC 5. Con un rinvio sbilenco consegna una palla facile facile che Pavoletti (nel mirino del Palermo quest'estate) trasforma in gol. Ennessima cappellata della stagione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Sassuolo 2-1, decide Belotti: pagelle, cronaca e commenti

PalermoToday è in caricamento