rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sport

Palermo-Sassuolo 0-1: un rigore di Berardi affonda i rosa: cronaca, commenti e pagelle

Espugnato il Barbera, decide l'attaccante calabrese con un penalty al 31'. Poche occasioni per i rosanero. Convince Posavec, centrocampo senza idee. Espulso Rajkovic

Dove eravamo rimasti? La festa salvezza, gli addii, le polemiche. Del Palermo che è riuscito a restare aggrappato alla A all'ultima giornata, è rimasto pochissimo. Quella di adesso lotta fino alla fine, corre e non crolla, ma si arrende al Sassuolo europeo, squadra decisamente più attrezzata rispetto ai ragazzi di Ballardini. Agli emiliani - maturi e capaci di passare con il minimo sforzo - è bastato un gol di Berardi alla mezz'ora per espugnare il Barbera. Magnanelli e compagni non hanno fatto cose trascendentali ma con la Stella Rossa alle porte hanno centellinato le forze. La squadra di casa danza sul campo ma non punge e - a pochi giorni dalla chiusura del mercato - deve cercare di fare capolavori per rilanciare le sue ambizioni. Nella lista delle cose che mancano c'è l'esperienza, i gol, le idee. Centrocampo piatto, attacco spuntato, squadra acerba. La difesa, il reparto più "scafato", alla fine non se l'è cavata male e Posavec ha fatto capire che il posto di titolare non glielo toglierà nessuno.

GOL E HIGHLIGHTS/VIDEO

Ballardini ha scelto il 3-4-3 con la novità Quaison impiegato da prima punta, con il baby Bentivegna e Balogh ai fianchi. Un 1993 e due '96: insomma, quasi un messaggio a Zamparini, distratto in questi giorni dalle sirene americane. Così non si va da nessuna parte. A centrocampo, con Jajalo out e Chochev in panca, Ballardini si è affidato a Hiljemark (39esima partita di fila) e Gazzi, con Rispoli e Aleesami sulla fascia. La sorpresa - nei tre dietro - è Goldaniga, sostituito da Cionek. Il Sassuolo però non è il Bari e la musica, rispetto alla Coppa Italia, è un'altra, nonostante il mini turn over scelto da Di Francesco (dentro i giovani Sensi e Mazzitelli in mezzo).

Il tridente d'attacco ospite è velenoso e quando si accende fa male. Dopo un primo squillo di Politano, il Sassuolo passa. Le lancette hanno superato il trentesimo giro quando Berardi batte una punizione da fuori area: la barriera respinge, la palla schizza in area dalla parti di Defrel, Rajkovic lo atterra. Pairetto indica il dischetto. Rigore che Berardi trasforma. Il Palermo si scuote e prima della fine del tempo Rispoli sfiora il gol della domenica con un assolo concluso con un tiro alto di poco. Ci prova pure Rajkovic, che per poco non si riscatta, con una testata che esalta i riflessi di Consigli. Il Palermo promette ma non mantiene. Soprattutto con Bentivegna, che si muove bene, fa intravedere grandi cose (potenzialmente il giocatore c'è) ma poi si accartoccia sul più bello.

La ripresa è al cloroformio. Il Sassuolo addormenta la partita, gioca al piccolo trotto e congela il pallone, per non sprecare energie utili per la trasferta di Belgrado. Ballardini fa entrare Nestorovski, poi Sallai. Non basta. Perché Consigli sbadiglia, mentre Posavec evita il 2-0 chiudendo su Politano (e non solo). Il Barbera spera solo con una fiammata di Sallai, che scalda i guantoni a Consigli con un tiro da fuori. Roba da solletico. Titoli di coda: il Sassuolo centra una traversa con Berardi, Rajkovic si fa buttare fuori e Pairetto junior fischia la fine. "Zamparini vattene via", urlano i tifosi. Mentre il caldo di agosto squaglia e raffredda le prime illusioni.

TABELLINO
PALERMO 0. Posavec 6,5; Cionek 5,5, Vitiello 6 (81' Embalo sv), Rajkovic 5; Rispoli 6, Hiljemark 5,5, Gazzi 5,5, Aleesami 6; Bentivegna 6 (69' Sallai 6), Quaison 5,5, Balogh 5 (58' Nestorovski 5). Allenatore: Ballardini 5.

SASSUOLO 1. Consigli 6; Gazzola 6, Acerbi 6,5, Antei 6,5, Peluso 5,5; Magnanelli 6, Sensi 6,5, Mazzitelli 6 (72' Biondini 6); Berardi 7, Defrel 6 (75' Falcinelli), Politano 6,5 (85' Adjampong). Allenatore: Di Francesco 6.
Arbitro: Pairetto.
Reti: 31' Berardi
Ammoniti: Mazzitelli (S), Consigli (S), Quaison (P). Espulso: Rajkovic (P)

LE PAGELLE 
I MIGLIORI TODAY
POSAVEC 6,5. Se il Palermo se la gioca fino alla fine è soprattutto merito suo. Mette i guantoni sulle incursioni del Sassuolo, bei riflessi.
RISPOLI 6. Ci prova e alla fine del primo tempo per poco non gli riesce un eurogol. Corsa, ripiegamenti e sacrifici. Ma quando va sul fondo arriva stanco e non fa male.
VITIELLO 6. Con esperienza se la cava sempre. Onora la fascia di capitano.

I PEGGIORI TODAY
RAJKOVIC 5. Frana su Defrel e regala il rigore spacca-partita al Sassuolo. Poi si fa cacciare.
BALOGH 5. Leggero. Svolazza come una piuma sul prato del Barbera.
NESTOROVSKI 5. Entra per cambiare la partita. Missione fallita. Vive in fuorigioco, non la vede mai.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Sassuolo 0-1: un rigore di Berardi affonda i rosa: cronaca, commenti e pagelle

PalermoToday è in caricamento