menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
El Shaarawy firma l'1-0 - foto Fucarini

El Shaarawy firma l'1-0 - foto Fucarini

Palermo-Roma 0-3: Baccaglini non basta, tris giallorosso | Cronaca e pagelle

Il neo presidente in tribuna assiste al monologo della squadra di Spalletti. Apre El Shaarawy, poi nella ripresa chiudono Dzeko e Bruno Peres. Troppo netto il divario tra le due formazioni

Cambiano i presidenti, non cambia la sostanza. Anche la Roma saccheggia il Barbera e rimpicciolisce le speranze salvezza del Palermo. E' un 3-0 alla camomilla quello che viene fuori dal posticipo. Nella "prima" di Baccaglini i ragazzi di Lopez si piegano alla legge del più forte. Spalletti risparmia mezza squadra ma dilaga lo stesso con i gol di El Shaarawy, Dzeko e Peres.

PALERMO-ROMA 0-3: GOL E HIGHLIGHTS. GUARDA IL VIDEO

La Roma ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo. Il Barbera saluta Zamparini (oggi uno striscione per lui: "Ti abbiamo osannato, criticato ma comunque vai ringraziato") e accoglie Baccaglini. Il nuovo numero uno dalla tribuna ha assistito alla decima sconfitta casalinga dei rosa. Per il Palermo l'Empoli - reduce da cinque ko di fila - è ancora un miraggio. A 10 giornate dalla fine il distacco è sempre di 7 punti. Lopez deve inventarsi qualcosa per dare un senso a questo finale di stagione.

L'invenzione di oggi non ha portato i suoi frutti: Fulignati, 23 anni, a sorpresa preferito a Posavec, non ha impressionato per sicurezza. Anzi, ha fatto intuire perché finora ha parato sempre il serbo. L'esperimento si è rivelato un flop. Altri guai per Lopez. Dall'altra parte Spalletti esagera con il turn over facendo i calcoli con le tossine, ma se lo può permettere: la trasferta palermitana si incastra in mezzo al complicato ottavo di Europa League, e visto che giovedì c'è da tentare la rimonta con il Lione, al Barbera Dzeko e Strootman partono dalla panchina. Alla fine al tecnico di Certaldo è andata bene. Il Palermo come sempre ci ha messo del suo: ha regalato un tempo agli avversari, indietreggiando con eccessivo "rispetto", per poi cercare di scompaginare i piani romanisti nella ripresa. Troppo tardivo è apparso l'ingresso di Diamanti, subentrato a inizio ripresa a Embalo (prova da dimenticare). Alino ha acceso la luce, anche le sue geometrie non sono riuscite a scardinare la porta di Szczesny. 

Il Palermo ha provato a infiammare il Barbera all'alba con Nestorovski, bravo a trovare il gol su papera del portiere polacco. Tutto inutile, però, per fuorigioco. Da lì in poi la partita ha avuto un solo padrone. La Roma, brava a uscire sempre palla al piede dalla difesa, ha comandato le operazioni con Paredes e sfruttato il tasso tecnico enormemente a favore per congelare il vantaggio arrivato a metà primo tempo. Merito di El Shaarawy, servito in mezzo all'area da un cross di Grenier. Freddo il tocco volante con il quale il Faraone ha giustiziato Fulignati. Il Palermo, troppo preoccupato di contenere le folate Salah ha lasciato libertà a Nainggolan, capitano per l'occasione e oggi in versione tuttocampista. Colossale la palla gol sciupata dal belga su un capovolgimento di fronte. La Roma ha giocato al rallenty, senza scoprirsi e risparmiando preziose energie per la coppa.

Male Morganella (Rispoli manca terribilmente), bene Aleesami in fase di spinta. Sugli scudi Gazzi, opaca la prova degli altri centrocampisti. Il Palermo - praticamente imbalsamato nel primo tempo - ha cercato la scossa al ritorno dagli spogliatoio, grazie all'ingresso di Diamanti (al posto di Embalo). E' l'unica occasione per pareggiare è passata proprio dai piedi dell'ex nazionale. Bravo Szczesny a neutralizzare il suo diagonale velenoso all'inizio della ripresa. Diamanti si è piazzato nel vivo dell'azione, ha consentito al Palermo di alzare il baricentro e giocare la palla anche in uscita. E' stato però Dzeko, entrato poco prima al posto di Grenier, a far calare il sipario sfruttando a dovere un lancio preciso di Nainggolan e superare Fulignati in uscita con un sinistro mortifero. Il Palermo non c'è. Lopez butta nella mischia Lo Faso per gli ultimi minuti, ma al 90' arriva il tris di Bruno Peres. Tutto troppo facile per una Roma che ha giochicchiato come se fosse nel prato di Trigoria.

CLICCA QUI PER TABELLINO E PAGELLE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento