Sport

Palermo: ritorna Iachini, e Zamparini chiede scusa ai tifosi

Il tecnico marchigiano era stato esonerato lo scorso 10 novembre. In questi tre mesi sulla panchina si sono alternati Ballardini, Viviani, Schelotto, Tedesco e Bosi. Il patron: "Il caos dovuto anche a mie errate valutazioni"

Lo avevamo anticipato ieri subito dopo la disfatta contro il Torino. Stamattina è arrivata l'ufficialità: il Palermo ha richiamato Giuseppe Iachini e tutto il suo staff. "La Società - si legge in una nota - ringrazia per la disponibilità mostrata in questo difficile momento di transizione il responsabile del settore giovanile Dario Baccin e l'allenatore della Primavera Giovanni Bosi".

Insomma, si torna indietro al 10 novembre. In questi tre mesi si sono alternati sulla panchina: Ballardini, Viviani, Schelotto, Tedesco e Bosi. Lo stesso Zamparini ha capito che questa squadra può salvarsi solo se guidata dal tecnico marchigiano. Quindi ha messo da parte "l'orgoglio" e nonostante le incomprensione degli ultimi mesi lo ha richiamato. "A seguito del comunicato ufficiale del suo reintegro - afferma il patron friulano - desidero ringraziare per la sua massima disponibilità Beppe Iachini, che ritorna sulla panchina in un difficile momento per la squadra. Sono certo che con la sua grinta e il suo lavoro farà uscire la Società da questa crisi di risultati, con lo stesso spirito che ci ha portato dalla serie B alla serie A. Mantenere la categoria sarà come un'altra promozione. Forza Beppe e in bocca al lupo!"

Poi un appello ai tifosi (con tanto di scuse) che ieri lo hanno duramente contestato. "Sarà necessario il massimo sostegno della splendida tifoseria palermitana, che con la sua passione ed energia dovrà aiutare la squadra in questo difficile momento. Perciò, chiedo perdono per questo mese di caos, che eventi paradossali hanno provocato, con l'auto allontanamento di Ballardini e Schelotto: spero che non tutti i mali vengano per nuocere poiché il caos, dovuto anche a mie errate valutazioni ed incomprensioni con Iachini, ha permesso di ricomporre un matrimonio con lo stesso Beppe, che spero, con la massima collaborazione di entrambi, ci riporti ai successi che Palermo merita".

Ancora Iachini, dunque. "Torno a Palermo con grande entusiasmo per il bene della società, della squadra e della tifoseria - ha spiegato il tecnico sul sito della società -. Adesso è necessario restare uniti e compatti, lavorare sodo giorno dopo giorno, con la voglia di conquistare il prima possibile l'obiettivo della salvezza. Voglio ringraziare il presidente Zamparini per le belle parole che ha speso oggi nei miei confronti e di quelli del mio staff". Iachini era già stato a un passo dal ritorno il 6 gennaio, dopo la sconfitta interna contro la Fiorentina (altro 1-3). In quella occasione Zamparini telefonò al tecnico marchigiano. Ma Iachini voleva delle garanzie sul mercato che il patron non volle dargli. A quel punto rifiutò e la squadra restò in mano a Ballardini, esonerato pochi giorni dopo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo: ritorna Iachini, e Zamparini chiede scusa ai tifosi

PalermoToday è in caricamento