Venerdì, 17 Settembre 2021
Sport

Fermi tutti, arriva Gilardino: "A Palermo per rinascere, voglio i 200 gol"

Il bomber è stato presentato allo stadio Renzo Barbera: "Non vedo l'ora di iniziare, questa è la piazza giusta. Sogno di convincere Conte e giocare con Vazquez in Nazionale. Ho 33 anni ma me ne sento di meno"

Alberto Gilardino

In fondo alla strada c'è un bivio: da una parte c'è il viale del tramonto, dall'altra c'è lo svincolo per l'autostrada della rinascita. Pensione dorata o trampolino? Basta guardare gli occhi di Alberto Gilardino per spazzare le incertezze. Il bomber vede all'orizzonte traguardi prestigiosi. Nazionale, Europei 2016, l'olimpo dei marcatori della Serie A. Petto in fuori, e pancia ancora vuota: Gila a Palermo per segnare, e arricchire quel pallottoliere fermo da maggio a quota 178. Gol, ovviamente, che poi è la parola che pronuncia di più nel corso della conferenza stampa.

"Voglio i 200 gol in A, questo è uno degli obiettivi che mi ha spinto a scegliere Palermo - ha spiegato il bomber -. Ringrazio Gerolin e Zamparini che mi hanno portato in rosa. Il presidente mi voleva già ai tempi di Venezia, quando avevo 18 anni. Il trasferimento si è concretizzato in una settimana. Ho passato tre mesi ad allenarmi col mio preparatore dopo il divorzio con la Fiorentina. Per me questa è una stagione fondamentale. Ho 33 anni ma sinceramente me ne sento di meno. Sto benissimo e ho una voglia pazzesca di iniziare".

Parole che elettrizzano i tifosi, all'inizio tiepidi dopo il suo acquisto. Gilardino - campione del mondo 2006 - al Barbera ha spesso segnato. In tutti i modi: in azzurro, di coscia, di mano. "Quel gol è stato uno dei pochi nei della mia carriera. Ma adesso penso solo all'oggi. Ho forti motivazioni, sento che posso fare bene e trascinare la gente. Sostituire Dybala? Sono arrivato al Milan dopo che Crespo aveva doppietta in finale di Champions... Non ho problemi di questo tipo. Palermo è una piazza ideale, ci sono tanti giovani e spero di aiutarli a crescere con i miei consigli. Spero di convincere Conte e tornare in Nazionale. Il sogno è quello di giocare in azzurro in coppia con Vazquez. E il violino? Quello c'è sempre, ve ne accorgerete...".

Ad accogliere Gilardino ci aveva pensato Zamparini, che aveva aperto la conferenza stampa così: "A gennaio faremo altri acquisti. Lazaar e Rigoni? Adesso è presto per parlare di mercato, in questa squadra comunque gli unici due insostuibili sono Gilardino e Vazquez. Alberto lo consiglio a Conte: potrebbe portare esperienza in Nazionale. Barreto? Non lo rimpiango".

Gilardino-4GOL E BENEFICENZA - E’ all’asta da oggi pomeriggio su Charity Stars la maglia gara Joma utilizzata per la presentazione ufficiale di Alberto Gilardino. Il ricavato di tutte le aste di memorabilia ed experience rosanero sarà devoluto a fine stagione alle quattro onlus  di Palermo e Provincia che verranno coinvolte nella seconda edizione di Rosanero Cares, il progetto di responsabilità sociale dell'U.S. Città di Palermo.

Rosanero Cares & Charity Stars:
https://www.charitystars.com/foundation/rosanerocares

Rosanero Cares 2015/2016:
https://palermocalcio.it/it/1516/news/scheda.php?id=31780

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermi tutti, arriva Gilardino: "A Palermo per rinascere, voglio i 200 gol"

PalermoToday è in caricamento