Sabato, 31 Luglio 2021
Sport

Pari contro il Pescara, l’ira di Zamparini: "Così buttiamo via la promozione diretta"

Presidente furioso dopo gli ennesimi punti persi ma sopratutto per le scelte di Tedino: "Formazione improponibile. In questo momento deve andare in campo chi gioca davvero con la bava alla bocca". Sabato si torna al Barbera per la sfida contro la Cremonese

Il patron del Palermo Maurizio Zamparini

"Stiamo buttando via la promozione diretta. Formazione improponibile". A tirare le somme il giorno dopo il match pareggiato in casa contro il Pescara è un rammaricato e contrariato patron Zamparini. Tanta rabbia per i punti persi, ma anche per qualche scelta di mister Tedino. "La decisione più improponibile - ha detto Zamparini al sito ufficiale - è stata proprio quella del nostro tecnico di volersi affidare a due punte, invece che una. Un esperimento non andato a buon fine".

Palermo-Pescara 1-1: cronaca e pagelle

Il presidente friulano ripercorre le ultime giornate e traccia un bilancio: "Nelle ultime settimane avevo visto un Palermo che lottava e giocava benissimo, ieri invece ho visto una formazione totalmente diversa. In questo momento deve andare in campo chi può garantirci qualcosa in più, in altre parole chi gioca davvero con la bava alla bocca. Il Pescara è stato superiore per gran parte della partita e un’altra cosa che mi ha stupito è stata la mancanza di aggressività da parte nostra. Menomale - ammette Zamparini - che abbiamo Coronado. Sappiamo tutti quanto sia forte, ma una squadra non può contare solo su un giocatore. Ieri non ho visto né gioco di squadra né aggressività".

Un pareggio dunque che ha lasciato un po’ tutti con l’amaro in bocca ma che è valso comunque il secondo posto in classifica. "A parer mio - aggiunge Zamparini - stiamo buttando via la Serie A da circa cinque partite. I punti lasciati a Novara e persi in casa altre volte. Una partita come quella di ieri va sicuramente vinta e non pareggiata. Se non fosse stato per l’involuzione del Frosinone a quest’ora la promozione diretta sarebbe ben più di distante di adesso. Sono molto preoccupato e anche i miei giocatori devono esserlo. In settimana - confessa - vorrò incontrare i giocatori per parlarci e capire un po’ cosa sta succedendo".

Palermo-Pescara pomini coronado-2

Palermo che tornerà in campo sabato prossimo al Renzo Barbera (calcio d’inizio alle ore 15) per il delicato impegno contro una Cremonese che ieri ha perso 4-0 in casa con il Foggia. "I giocatori del club lombardo vorranno sicuramente uscire da questa loro crisi, ma quello che mi sento di dire è che anche noi siamo in netta difficoltà e quindi mi piacerebbe vedere un Palermo affamato di punti. Dobbiamo ritrovare la stessa squadra ammirata in determinate partite. Continuo a pensare ad alcune scelte di Tedino e rimango perplesso. Adesso - conclude - non possiamo più sbagliare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pari contro il Pescara, l’ira di Zamparini: "Così buttiamo via la promozione diretta"

PalermoToday è in caricamento