Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

Si sblocca Nestorovski, il Palermo guarisce dalla pareggite: Perugia ko

Decide un rigore del macedone a 10 minuti dalla fine. Ospiti vicinissimi al vantaggio alla fine del primo tempo su errore clamoroso di Posavec. Coronado e compagni portano a casa un prezioso 1-0

Coronado in azione tra due giocatori del Perugia - foto Fucarini

Addio pareggite. Il Palermo guarisce dalla strana "malattia", supera il Perugia con un rigore di Nestorovski a 10 minuti dalla fine e manda un segnale alle dirette concorrenti dopo tre "x" di fila. Chi pensa alla Serie A deve fare i conti con la squadra di Tedino. Al Barbera - davanti ai pochi fedelissimi - il Palermo soffre, rischia di andare sotto ma alla fine riemerge e porta a casa un prezioso 1-0. Note positive: Nestorovski è uscito dal letargo (non segnava dalla prima giornata) la difesa ha tenuto bene e la classifica inizia a essere gradevole. Nel bene e nel male il protagonista tra i padroni di casa è Posavec, ridoliniano nel ciccare un pallone al limite dell'area e lasciare la porta sguarnita a Buonaiuto all'ultimo respiro del primo tempo (ancora più grossolano è stato l'errore del talentino umbro, che è riuscito a calciare sull'esterno della rete) ma superbo a inizio ripresa nel distendersi sulla girata ravvicinata di Han.

Palermo-Perugia, gol e highlights | Video

Il Perugia di Giunti ha destato una buona impressione, come era facile prevedere alla vigilia. Squadra corta, gagliarda, esperta, ma con qualche promessa destinata a spiccare il volo molto presto. Il 4-3-1-2 dei grifoni poggia su solide certezze come Volta e Monaco, due tipi difficili da intimidire. Il resto è un centrocampo dinamico impreziosito dalla verve di Buonaiuto, uno che - erroraccio a parte - lascia intravedere cose interessanti, anche se oggi non ha brillato. Citazione per Han, punta di movimento (oggi ha giocato al fianco di Musacchio): il nordcoreano si farà. Tedino ha puntato molto sul telaio polacco ma lasciando in panca il più esperto, Cionek. In difesa c'è Szyminski, autore di una prova ordinata e in mezzo al campo Muravski, reduce dal gol di Foggia. Fuori Jajalo e Rispoli (entrato solo al 61' per Morganella). In attesa del risveglio di Nestorovski il grosso del lavoro lo fa Coronado. Nel 3-5-1-1 di Tedino è l'ex Trapani ad accendere l'interruttore. Sempre presente nel vivo del gioco, non difetta in timidezza e tenta giocate tra il concreto e il fumoso, rischiando a volte la figuraccia. Ma è lui il migliore in campo del Palermo.

Sin dall'inizio è il Perugia a fare la partita. Muove bene la palla, alza il baricentro, costruisce insidie nei 40 metri dei padroni di casa. Il Palermo aspetta e punta sulle ripartenze affidandosi soprattutto a Coronado e alle volate di Aleesami, visto che a destra Morganella non spinge quasi mai. Rosanero che si fanno del male da soli, prima con Struna, che dopo essere stato ammonito rischia subito il doppio giallo per un fallo in una zona innocua, e poi con l'occasione già raccontata nata dallo svarione di Posavec. In avanti il Palermo è poca cosa. Nestorovski è isolato come ai tempi della A, e Gnahorè - cagnaccio della mediana con licenza di inserirsi - ha troppo campo da coprire per poter farsi vedere in avanti con lucidità.

Così la prima vera palla gol capita sui piedi di Chochev. Ma sull'incursione del bulgaro è perfetta la chiusura di Rosati a tu per tu. Siamo nei pressi del 55' ed è il momento migliore del Palermo, perché due minuti dopo è Coronado a sfiorare il vantaggio con un diagonale che si spegne di poco a lato. I rosanero a questo punto prendono il sopravvento e lentamente alzano il baricentro. Entra Rispoli per il deludente Morganella, il Palermo fa più possesso e aumenta la pressione. Lo spartiacque della partita arriva a 10 minuti dalla fine: cross di Nestorovski e fallo di mano di Colombatto. Per l'arbitro è calcio di rigore. Il macedone è freddo e piega Rosati. Il Perugia tenta il tutto per tutto nei minuti finali ma Bellusci (espulso al 90') e compagni chiudono la serranda. Per il Palermo - che schizza a quota 9 - è un 1-0 di fondamentale importanza.

Tabellino e pagelle

PALERMO 1. Posavec 5, Struna 5, Bellusci 6,5, Szyminski 6,5; Morganella 5,5 (61' Rispoli 6), Gnahorè 6,5, Murawski 6, Chochev 5 (69' Jajalo 6), Aleesami 6; Coronado 6,5 (91' Cionek s.v.), Nestorovski 6,5. Allenatore: Tedino 6
PERUGIA 0. Rosati 6; Zanon 5,5 (84' Pajac s.v.), Volta 6, Monaco 6, Del Prete 6; Bianco 6 (46' Emmanuello 5,5), Colombatto 6, Bandinelli; Buonaiuto 5,5; Mustacchio 5,5, Han 6 (75' Frick s.v.). Allenatore: Giunti 6.
Arbitro: Ros 6
Reti: 81' Nestorovski
Note – Ammoniti: Struna, Murawski, Chochev, Nestorovski, Gnahorè, Colombatto, Bandinelli. ESPULSO: Bellusci.

I migliori Today

CORONADO 6,5 -  Fantasia al potere, parte benissimo ma si spegne alla distanza. Ha i numeri, a tratti rischia di essere devastante.
NESTOROVSKI 6,5 - Gara spigolosa, si cala nella parte e lotta su ogni pallone. Glaciale sul rigore spaccapartita.

I peggiori Today

CHOCHEV 5 - Un'altra prestazione sotto tono. Sempre fuori dal gioco, spreca l'occasionissima squagliandosi davanti a Rosati. Come già successo contro l'Empoli due settimane fa, Tedino dopo 60 minuti decide di richiamarlo in panchina.
STRUNA 5 - Spesso fuori posizione, rischia di lasciare i compagni in 10 nel primo tempo per un doppio fallo in pochi minuti. Graziato dall'arbitro.
POSAVEC 5 - Ok, fa una gran parata su Han. Ma quel rinvio lisciato alla fine del primo tempo è da Paperissima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si sblocca Nestorovski, il Palermo guarisce dalla pareggite: Perugia ko

PalermoToday è in caricamento