Martedì, 27 Luglio 2021
Sport

Palermo-Parma, probabili formazioni: Coronado in forse, Tedino si affida a La Gumina

Oltre ai tanti nazionali il tecnico rischia di non avere nemmeno il fantasista brasiliano: "Sta bene e ha recuperato, ma si è allenato poco. Valuteremo insieme a tutto lo staff". In avanti col palermitano, fresco di rinnovo, ancora una chanche per Embalo

Nino La Gumina

Sarà per il fatto che Palermo-Parma si gioca di domenica o perché entrambe le squadre puntano quanto prima a tornare in serie A, o forse per il loro passato glorioso nella massima serie, ma il match in programma domani alle ore 15 al Barbera ha il sapore della serie A. L’obiettivo è lo stesso, sia per il Palermo che per il Parma: tornare a giocare nel palcoscenico più importante d’Italia e tornare ad ottenere risultati inimmaginabili. Sia il club rosanero che quello emiliano, seppure in annate diverse, in passato in serie A sono riuscite a seminare il panico tra le big, conquistando perfino piazzamenti importanti. Due squadre e due tifoserie ferite nell’orgoglio e vogliose di riprendersi le luci dei riflettori. “Domani – ha confessato Tedino in sala stampa – giocheremo contro un avversario di grande prestigio e dovremo dare il massimo per riuscire a batterli. Posso dire di aver visto il gruppo molto motivato. Il Parma ha giocatori di grande spessore come e per poter di dire che siamo i più forti bisogna prima dimostrarlo in campo. Non dobbiamo cantare vittoria solo perché siamo il Palermo ma dobbiamo essere bravi anche a superare questi momenti di difficoltà“.

Palermo che nonostante l’imbattibilità in campionato domani dovrà cercare di superare lo scoglio più alto mai incontrato finora. Negli ultimi cinque precedenti contro il club emiliano i rosanero si sono dovuti arrendere ben quattro volte e per provare a invertire questo trend negativo Tedino dovrà fare a meno dei suoi giocatori migliori (fra questi anche Trajkovski, ieri in gol contro l’Italia). “Dobbiamo far fronte non soltanto alle tante assenze, ma anche a qualche giocatore che non è al cento per cento. Il mio lavoro consiste anche in questo: in momenti di difficoltà devo riuscire a tirare fuori il meglio dal gruppo. sicuramente – confessa – c’è bisogno di nuove idee. In settimana abbiamo provato diversi moduli, fra questi il  4-3-1-2 e 3-4-1-2. Quella di domani sarò una partita che dovremo per forza giocare senza alcune sbavature dal punto di vista organizzativo perché al Parma non puoi lasciare spazi, sarà molto importante riuscire ad avere la bava alla bocca, una caratteristica che il Palermo ha avuto finora”. E sul gol siglato dal macedone contro la Nazionale Tedino ha detto che “non è tanto la realizzazione che mi ha sorpreso, perché lui ha delle qualità innate, ma il modo in cui è stata costruita l’azione. Comunque sia è stato un gran gol. Trajkovski – spiega Tedino  - deve migliorare sotto altri aspetti, tant’è che proveremo a fare un altro tipo di intervento. Il suo gol, forse, è un segno del destino”.

Dal talento inesploso di Trajkovski all’eleganza e alla fantasia di Coronado. Il numero dieci del Palermo, però, potrebbe saltare anche il match di domani e a spiegare i motivi è lo stesso tecnico rosanero: “Purtroppo nelle ultime settimane si è allenato davvero poco. Credo che stia bene e abbia recuperato, ragion per cui domani valuteremo le sue condizioni insieme allo staff per capire se alla fine potrà scendere in campo. Quando si parla di un giocatore così importante per la squadra bisogna fare molta attenzione a gestirlo, altrimenti rischierei soltanto di posticipare il rientro”.

Un Palermo orfano di Trajkovski, Nestorovski e forse anche di  Coronado. Per battere il Parma il club rosanero non potrà che affidarsi alla coppia composta da La Gumina, fresco di rinnovo di contratto, ed Embalo in cerca di quella continuità che gli possa garantire il posto da titolare. “Sono sicuro – confessa il tecnico rosanero – che Nino a Brescia abbia sentito troppo la pressione della partita. Stiamo parlando di un ragazzo molto giovane che deve riuscire a trovare quella forma di equilibrio e questo dipende molto da lui. Io mi aspetto che La Gumina abbia dentro quella ‘tazzina’ tipica del sud. Embalo invece è un ragazzo che ha fatto molto bene anche ad Ascoli ma che deve migliorare tanto. Devo ammettere però che  lavora davvero tanto soprattutto anche per la squadra.  Fossi un tifoso palermitano – conclude Tedino - andrei a vedere la sfida con il Parma e tiferei per la mia squadra. La squadra è molto motivata e noi puntiamo a fare una partita di impeto e spirito d’assalto“.

Qui Palermo

Dall’ultimo  match giocato  a Brescia dalla “seconde linee” sono cambiate diverse cose, soprattutto le gerarchie. Un Periodo in cui i vari Gnahorè, Murawski e Szyminski si sono letteralmente presi il Palermo a suon di ottime prestazioni e contro il Parma ci saranno. Tedino, però,  potrebbe confermare anche l’altro polacco Dawidowicz, pronto a giocare nuovamente a centrocampo. In porta ci sarà Pomini con tutta la sua esperienza. Corsia di destra affidata a Rispoli, mentre a sinistra giocherà ancora una volta Morganella. Quasi sicuri di una maglia da titolare anche La Gumina ed Embalo in attesa di conoscere il verdetto finale sul loro compagno di squadra: Igor Coronado. Qualora l’italo-brasiliano non dovesse recupare, Tedino potrebbe cambiare modulo e schierare una difesa tre oppure lanciare in mezzo alla mischia il giovane Fiordilino, spostando Gnahorè o Murawski dietro le due punte. Panchina per Monachello, che a partita in corso potrebbe finalmente fare il suo esordio in campionato.

Qui Parma

Un inizio a intermittenza per il Parma di mister D’alversa. In una sola volta al Renzo Barbera arriveranno l’ex team manager Alessio Cracolici, l’ex ds Daniele Faggiano e il bomber palermitano Calaiò. L’attaccante del Parma scenderà al fianco di Siligardi e insigne. Ci sarà in difesa invece il veterano Lucarelli.

Probabili Formazioni

PALERMO (4-3-1-2): Pomini; Rispoli, Bellusci, Szyminski, Morganella; Murawski, gnahorè, Dawidowicz; Coronado, Embalo, La Gumina.
PARMA (4-3-3): Frattali, Sierralta, Lucarelli, Gagliolo, Scaglia, Munari, Scavone, Dezi; Siligardi, Insigne, Calaiò.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Parma, probabili formazioni: Coronado in forse, Tedino si affida a La Gumina

PalermoToday è in caricamento