menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Orlando "corteggia" il Coni: anche Palermo nella corsa alle Olimpiadi 2028

A dichiararlo è il presidente Giovanni Malagò. L'Italia dovrà scegliere una candidata unica, si sono proposte anche Milano e Venezia: "Penso che Roma abbia perso un'occasione più unica che rara"

C'è anche Palermo nella lunga corsa verso le Olimpiadi del 2028. A dichiararlo è il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine della presentazione del dossier per la candidatura di Milano ad ospitare la 132ma sessione Cio nel 2019. “Visto quello che sta succedendo per le candidature del 2024, penso che Roma abbia perso un’occasione più unica che rara”, ha ammesso Malagò. Che ha rivelato come il sindaco palermitano Leoluca Orlando gli abbia manifestato l'interesse di ospitare i Giochi.

Alla domanda se vincerà Parigi le Olimpiadi del 2024, il numero uno del Coni ha risposto: “Non lo so. Da qui a settembre ne vedremo delle belle”. Quanto alle candidature per i Giochi estivi del 2028, Malagò ha dichiarato di apprezzare il fatto che “ci sia questo tifo affettuoso da parte di Maroni e Sala (per ospitarle a Milano), ma ho il dovere di dire di aspettare un attimo. Poi ci sono comunque delle componenti che riguardano il governo centrale. Chi ha orecchie per intendere, intenda”.

In generale, Malagò ha dichiarato di aver riceveuto manifestazioni di interesse ad ospitare i Giochi del 2028 da parte di sindaci di città come Palermo, Venezia, Bari, così come quelli della Magna Grecia, della Calabria. Tutto dipenderà da quello che succederà a settembre: se le Olimpiadi del 2024 venissero assegnate a una città europea, per il Vecchio Continente sarebbe quasi impossibile ospitare consecutivamente due edizioni. L'Italia, dopo la questione Roma, eventualmente dovrebbe scegliere una candidata unica. E Milano non è l'unica città papabile. 

Il presidente del Coni chiude così: "Io dico che oggi tutto questo deve passare per il Comitato Olimpico, anche perché sono le stesse regole del Cio che lo prevedono. Vediamo che succede a settembre con molta serenità, poi si farà una valutazione complessiva”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento