Sport

Palermo, che scoppola all'esordio! Il Napoli dilaga e ne fa tre

Modulo speculare per le due formazioni e primo tempo in sostanziale equilibrio. Poi i partenopei passano in vantaggio sul finire del primo tempo. Nella ripresa i rosa perdono lucidità e arriva il tris degli azzurri

Ezequiel Muñoz, flop alla prima di campionato

Comincia male la stagione del Palermo che perde la prima partita al Barbera. Sannino e Mazzarri schierano lo stesso modulo di gioco, ma la differenza di qualità dei due organici viene fuori nel secondo tempo. Di fatto, nella prima frazione di gioco il Palermo riesce tutto sommato ad arginare le sortite offensive degli avversari e si affaccia raramente nell'area del Napoli che controlla la partita. Male la difesa, che registra diversi errori. Non si contano quelli di Muñoz che non si mostra all'altezza del match.

LE PAGELLE

LE INTERVISTE POST PARTITA

GLI HIGHLIGHTS

PROBLEMI IN DIFESA. Nonostante nella prima mezzora i rosa facciano presagire di poter controllare la partita, il sostanziale equilibrio della prima frazione di gioco non tarda ad infrangersi. La quiete prima della tempesta. Cavani sbaglia un gol già fatto a pochi passi dalla porta colpendo il legno. Sannino comincia a pensare a cosa dire ai suoi negli spogliatoi ed ecco che arriva il gol del Napoli: Maggio spinge sulla destra, pesca l'inserimento del solito Hamsik che ha il tempo di coordinarsi e calciare sotto la traversa. Nulla da fare per Ujkani ed è 0-1. Nel secondo tempo i due tecnici non cambiano nulla a livello tattico, ma il Napoli parte con il piede sull'acceleratore. I rosa cominciano a mostrare fatica, sia nel mantenere le posizioni che nel reggere i ritmi dei partenopei. Ed è così che ha inizio la goleada. La difesa rosa non riesce ad bloccare le offensive degli azzurri e si perde spesso i giocatori. Al 79' è ancora Hamsik che, lasciato completamente solo poco dopo il centrocampo, alza la testa e lancia Maggio che a tu per tu con il numero uno rosa non sbaglia: 0-2. I giocatori del Palermo perdono compattezza e lucidità. In occasione del terzo gol l'azione parte da un break di Dzemaili che pesca Edu Vargas sulla destra, cross morbido per la testa del "matador" Cavani che insacca facilmente. Game over.

E ATTACCO STERILE. Se da un lato la difesa di mister Sannino fa acqua da tutte le parti, la fase offensiva non è da meno. Si spera nel solito guizzo del capitano che non arriva, e il suo compagno di reparto, l'uruguaiano Hernandez, sembra non essere mai entrato in partita. Corre parecchio ma senza criterio, dimostra di avere poca familiarità con il pallone e con la posizione. Certo, non è tutta colpa loro. La difesa gioca molto bassa e il centro campo si muove poco, non offrendo grandi soluzioni in fase di ripartenza. La trama è sempre la stessa: si inizia ad impostare per vie centrali per poi spostare il gioco sui due esterni di centrocampo, Bertolo e Pisano, ma i rosa non riescono i nessun modo ad impensierire la formazione di Mazzarri. Il Palermo da l'impressione di non avere idee. Siamo intorno al 60' quando, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Cetto si ritrova vicino alla porta di De Sanctis e mentre prova a calciare viene atterrato da Maggio. I 20mila del Barbera invocano il rigore, piuttosto solare a dir il vero, ma Orsato non ne vuole sapere. Il Napoli comincia ad imporre il proprio gioco, dimostrando la propria manifesta superiorità e controllando senza problemi ciò che resta della partita. Sannino mantiene lo schema di gioco per tutta la ripresa e nelle ultime battute affianca al tandem offensivo rosa l'attaccante croato Budan, ma la partita è già finita.

TABELLINO


PALERMO Ujkani, Cetto, Von Bergen, Muñoz, Pisano, Barreto (Budan 80'), Donati (Arevalo Rios 55'), Brienza (Migliaccio 29'), Bertolo, Hernandez, Miccoli. A disposizione: Benussi, Brichetto, Di Matteo, Viola, Milanovic, Garcia, Sanseverino, Morganella. Allenatore: Giuseppe Sannino

NAPOLI De Sanctis, Campagnano, Cannavaro, Britos, Maggio, Behrami, Inler (Edu Vargas 77'), Hamsik (Donadel 90'), Aronica, Insigne (Dzemaili 61'), Cavani. A disposizione: Rosati, Grava, Donadel, Colombo, Dzemaili, Fernandez, Gamberini, Bariti; Allenatore: Walter Mazzarri

ARBITRO: Daniele Orsato (Schio)
ASSISTENTI: Gianluca Vuoto (Livorno), Gianluca Cariolato (Legnago)
RETI: Hamsik 48', Maggio 79', Cavani 88'
AMMONITI: Von Bergen, Barreto, Bertolo (P); De Sanctis, Britos, Aronica (N)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, che scoppola all'esordio! Il Napoli dilaga e ne fa tre

PalermoToday è in caricamento