Sport

Palermo dimentica Gattuso: facile 3-0 alla Juve Stabia

I rosa tornano alla vittoria e festeggiano nel migliore dei modi il ritorno di Iachini al Barbera. Vanno a segno Di Gennaro, Hernandez (su rigore) e Lafferty, nel finale. Qualche rischio sull'1-0, ma i miglioramenti sono evidenti

Rotondo come il Beppe Iachini di oggi. Vittoria larga, Gattuso dimenticato. Il nuovo tecnico bagna il suo ritorno a Palermo, 17 anni dopo dall’ultima apparizione da padrone di casa, con un 3-0 tutt’altro che facile. Ma che servono per riproiettare i rosa nei piani alti. Tre punti strappati alla maniera di Iachini, che anche dalla panchina, e con la pancetta, è il combattente che Palermo ha amato a metà degli anni Novanta. E cioè correndo, lottando e soffrendo. Il risultato viene fuori al termine di una partita spigolosa, con i rosa che a tratti spadroneggiano, a tratti soffrono. Sprecando l’impossibile in attacco e barcollando talvolta in difesa. Ma con Sorrentino che alla fine della fiera non fa (quasi) una parata.

LE PAGELLE

Iachini fa esordire dal primo minuto Valerio Verre, centrocampista classe ’94 scuola Roma, e tiene fuori Ngoyi. Morganella è preferito a Pisano. Difesa e centrocampi rocciosi, attacco mobile. Ma l’inizio è tremebondo: vespe subito velenose con Di Carmine, che mette fuori a tu per tu con Sorrentino, ricordando a tutti perché la Juve Stabia è penultima. Il Palermo fa in fretta a riprendersi. Centrocampo solido, terzini che salgono e Di Gennaro che illumina la trequarti. Hernandez conferma tutte le difficoltà del momento, quando un tocco furbo di Dybala lo manda in porta. L’uruguagio spara però addosso a Calderoni. In ogni caso i rosa limitano al massimo gli sbandamenti, i reparti sono ben collegati, e il gioco scorre fluido.

La partita si sblocca al minuto 23. Calcio d’angolo: svetta Andelkovic, irrompe Daprelà sull’uscita bassa di Calderoni: Di Gennaro risolve la mischia con un tocco facile facile che vale l’1-0 del Palermo. Poco dopo Dybala spreca a pochi passi dal portiere. Giostra delle occasioni prima della fine del tempo. Juve Stabia a un passo dal pareggio: Vitale supera Sorrentino dopo una bella incursione, ma Andelkovic salva sulla linea. Poi si rinnova il duello Hernandez –Calderoni, che premia ancora una volta il portiere: tocco ravvicinato e palla che incoccia il palo. Spreca anche Dybala, due volte, da ottima posizione.

Il Palermo rischia di straripare a inizio ripresa: Di Gennaro e Hernandez (ancora lui) scialacquano l’impossibile. Il risultato resta inchiodato sull’1-0 anche perché il guardalinee sbandiera il fuorigioco di Ghiringhelli, mentre i campani festeggiavano già il pareggio (ottima respinta di Sorrentino su Vitale). Partita che corre sul filo dell’equlibrio, tanti errori da una parte e dall’altra. A metterla in ghiaccio ci pensa Hernandez, su rigore (espulso Lanzaro). Poi arrotonda Lafferty su punizione: 3-0. Il gioco non è ancora stellare, ma per ora può bastare così. 

TABELLINO
PALERMO:
Sorrentino; Morganella, Andelkovic, Terzi, Daprelà; Bolzoni, Barreto, Verre (39’ st Troianiello); Di Gennaro (21’ st Pisano); Dybala (27’ st Lafferty), Hernandez. A disposizione: Ujkani, Milanovic, Troianiello, Stevanovic, Lores, Ngoyi, Belotti.
ALLENATORE: Giuseppe Iachini.
JUVE STABIA: Calderoni; Ghiringhelli, Lanzaro, Murolo, Zampano; Ciancio (1’ st Suciu), Jidayi, Vitale; Caserta; Di Carmine, Doukara.
A disposizione: Viotti, Davì, Doninelli, Diop, Martinelli, Sowe, Di Nunzio, Parigini.
ALLENATORE: Mauro Isetto (Braglia squalificato)
ARBITRO: Filippo Melchiori (Ferrara).
AMMONITI: Barreto, Andelkovic, Vitale, Verre
ESPULSO: Lanzaro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo dimentica Gattuso: facile 3-0 alla Juve Stabia

PalermoToday è in caricamento