Palermo sogna Tiscione, ma deve fare i conti con gli infortuni: out pure Crivello

Difesa da reinventare, con il Messina mancherà anche Lancini (squalificato): tocca ad Accardi. Qualche perplessità in attacco e il ds Castagnini si fionda sull'attaccante palermitano ex Ternana, fresco di risoluzione contrattuale col Casarano

Filippo Tiscione (foto Calcio Ternano)

Il difensore Roberto Crivello si aggiunge alla lunga sfilza di infortunati del Palermo. Esami strumentali indigesti al momento per mister Pergolizzi, che dovrà fare a meno del "tractor" per almeno tre settimane. La difesa adesso è tutta da reinventare: perché col Messina mancherà anche Lancini, squalificato per un turno dopo aver raggiunto il numero massimo di ammonizioni (5). Qualche perplessità inizia a sorgere anche in attacco, così alla fine il ds Castagnini potrebbe decidere di puntare dritto su Filippo Tiscione attaccante palermitano fresco fresco di risoluzione contrattuale con il Casarano, club pugliese che attualmente milita in serie D. 

“Roberto Crivello - fa sapere il Palermo - si è sottoposto ad indagini strumentali che hanno evidenziato una distrazione muscolare di primo grado al semitendinoso della coscia destra”. E in effetti quella smorfia fatta proprio al momento della sostituzione a Palmi non prometteva nulla di buono, la notizia era nell’aria si aspettavano soltanto i referti medici. Crivello - neanche a dirlo - proverà a bruciare le tappe per esserci ad ogni costo per il big match contro l’Acireale, ma salterà comunque le sfide con il Messina e con il Giugliano.

Per individuare il sostituto non bisogna andare lontano, Accardi sta bene e ha voglia di essere protagonista sul campo con la maglia della propria città, toccherà a lui domenica prendere le redini della difesa. Perché nel derby con il Messina mancherà anche Lancini e al suo posto quasi sicuramente esordirà dal primo minuto Manuel Peretti, giovane difensore scuola Verona, già visto a Palmi per l’ultimo quarto d’ora della partita. A destra invece tornerà Doda, rientrato dall’esperienza con la nazionale Under 20. Confermatissimo Vaccaro sul versante opposto. 

Dal reparto difensivo a quella offensivo, ma stessi rompicapo per Pergolizzi: Sforzini e Corsino hanno già alzaro bandiera bianca, così Castagnini potrebbe anche convincersi di pescare qualche innesto dalla lista degli svincolati. E anche qui l’identikit sembra essere già più che tracciata: Filippo Tiscione è nato a Palermo e il suo sogno è sempre stato quello di poter giocare al Renzo Barbera: l’attaccante 33enne ha da poco messo un punto alla sua esperienza in Puglia - club con cui fra l’altro viaggiava a una media di un gol ogni due gare giocate – e adesso sarebbe prepotentemente entrato in orbita rosa. L’entourage del giocatore è al lavoro, le parti ne stanno parlando, i presupposti d’altronde ci sono, perché l’ex Ternana e Siracusa potrebbe rappresentare ulteriormente quel senso di rivalsa palermitana di cui tanto ha parlato il presidente Mirri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo protagonista, prevista "tempesta violenta": diramata allerta meteo gialla

  • La lettera: "Silvana Saguto ci hai tolto tutto, tu mangiavi sempre al ristorante e noi un pezzo di pane"

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Via Libertà, colpo da Louis Vuitton: spaccano la vetrina a mazzate e rubano borse e abiti

Torna su
PalermoToday è in caricamento