Domenica, 20 Giugno 2021
Sport

Palermo-Francavilla, Tedino lancia i suoi "picciotti" nella sfida a D'Agostino

Secondo turno di Coppa, arrivano i pugliesi allenati dall'ex Udinese. Il tecnico rosanero coccola i palermitani. Dall'inizio o a partita in corso spazio per Accardi, Lo Faso e La Gumina: "E Fiordilino sta facendo il salto di qualità..."

Tedino durante la conferenza

Notte prima degli esami per Mister Tedino. Quaranta giorni dopo il suo approdo a Palermo, l’ex tecnico del Pordenone è chiamato al primo test di maturità contro la Virtus Francavilla nel secondo turno eliminatorio di Coppa Italia previsto per domani sera alle 20.30 al Renzo Barbera. “Dopo aver fatto tanta gavetta – ha detto il tecnico in conferenza stampa – eccomi finalmente qui, pronto ad iniziare la mia avventura con il Palermo. Più che spaventato sono molto curioso di vedere a che punto è arrivata la squadra. Domani incontreremo un club ostico con un allenatore che vorrà fare bene contro la squadra della propria città. Sappiamo benissimo che non possiamo permetterci di fallire, mi piacerebbe vedere una squadra sciolta che giochi senza paura e che possa esprimere al meglio il proprio calcio. Quello che mi dispiace – ha confessato Tedino -  e che non ci sarà una grande affluenza di pubblico. Capiamo il momento, ma chiediamo a chi verrà domani allo stadio di aiutarci e sostenerci fino alla fine”.

Palermo che per quanto riguarda il mercato in entrata ha già fatto qualcosa, ma che dovrà sicuramente nei prossimi giorni sacrificare inevitabilmente qualche giocatore intoccabile. Dopo Goldaniga il club rosanero potrebbe presto salutare uno fra Rispoli e Nestorovski. “Se il mercato finisse oggi – ha detto Tedino – sarei sicuramente molto felice. So benissimo che la società dovrà anche concentrarsi sul mercato in uscita, quello che più mi preoccupa e dover fare a meno di qualcuno dopo averci lavorato per quasi un mese. Si è creata una bella atmosfera all’interno dello spogliatoio e mi dispiacerebbe dover salutare qualcuno. Comunque sia – continua – non deciderò chi giocherà domani in base al mercato. Al momento sono tutti giocatori del Palermo e dunque verranno trattati tutti allo stesso modo. Rispoli, Embalo, Bentivegna e Morganella verranno valutati nelle prossime ore. Murawski e Bellusci in teoria potrebbero già essere schierati, mentre Szyminski e Dawidowicz non possono ancora essere impiegati per via del visto. Ci saranno invece molto probabilmente Coronado, Trajkovski e Nestorovski”.

Un Palermo prevalentemente internazionale ma con una forte componente palermitana. Il club rosanero quest’anno potrà davvero contare sui giovani calciatori nati a Palermo. “Non mi faccio influenzare dal fatto che un giocatore sia nato a Palermo piuttosto che in un altro posto  – ha detto Tedino – è chiaro che questa squadra al momento può contare su un vasto numero di giocatori palermitani. Lo Faso, Bentivegna, La Gumina e Accardi sono tutti giocatori molto giovani e talentuosi ma che al momento non hanno quella personalità adatta per potersi imporre all’interno dello spogliatoio. Tuttavia – confessa – hanno quel fuoco dentro che non fa altro che mettermi in difficoltà giorno dopo giorno. Fiordilino ad esempio sta facendo un salto di qualità incredibile e ho già detto alla società che il ragazzo non dovrà assolutamente partire. Accardi invece è uno di quei giocatori che per il Palermo giocherebbe anche in porta. La Gumina non soltanto è il futuro del Palermo ma quello del calcio italiano.  Ovviamente – conclude – ci sono anche ragazzi che potrebbero andare a giocare in prestito per crescere ulteriormente”.

QUI PALERMO

Non dovrebbero esserci dubbi su quello che sarà il modulo che mister Tedino sceglierà per rodare il Palermo nella prima partita ufficiale della stagione. Nei tre test amichevoli del club rosanero, il tecnico rosanero si è sempre affidato al 3-4-2-1, lasciando presagire quale sarà il modulo che accompagnerà il Palermo nel prossimo campionato di serie B. Posavec in porta. In difesa, invece, mister Tedino potrebbe optare per il tridente composto da Struna, Accardi e Bellusci. Difficilmente il tecnico a centrocampo potrà fare a meno di Jajalo e Chochev. A sinistra Aleesami e a destra Morganella favorito su Rispoli qualora dovesse essere al cento per cento. In attacco tridente composto da Coronado, Nestorovski e Trajkovski.

QUI VIRTUS FRANCAVILLA

Il destino vuole che a sfidare il club rosanero nel primo impegno ufficiale della stagione sia proprio il palermitano doc, Giuseppe D’Agostino, tecnico della Virtus Francavilla da giugno 2017. Il club pugliese ha battuto la scorsa settimana 3-1 l’Imolese nel turno precedente di Tim Cup. D’Agostino in vista del match di domani sera dovrebbe di fatto confermare gli 11 titolari che hanno sconfitto il club emiliano. Tra i pali andrà Albertazzi; difesa a quattro composta da  De Toma, Abruzzese, Prestia - palermitano cresciuto nel Palermo - e Pino. In cabina di regia ci sarà Buono, affiancato da Folorunsho e Turi. In attacco tridente composto da da Viola, Saraniti e Nzola.

PROBABILI FORMAZIONI

PALERMO – Posavec, Struna, Accardi, Bellusci; Morganella, Jajalo, Chochev, Aleesami; Coronado, Trajkovski, Nestorovski.

VIRTUS FRANCAVILLA – Albertazzi; De Toma, Abruzzese, Prestia, Pino; Buono, Folorunsho, Turi; Viola, Saraniti, Nzola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Francavilla, Tedino lancia i suoi "picciotti" nella sfida a D'Agostino

PalermoToday è in caricamento