Palermo, nuovo colpo di scena: Foschi richiama Mirri per evitare la penalizzazione

Dietrofront della società di viale del Fante: oggi pomeriggio nuovo faccia a faccia per provare a riaprire una trattativa che si è già arenata due volte. L'obiettivo primario è pagare gli stipendi per scongiurare l'incubo del -4 in classifica

Rino Foschi

Colpo di scena in casa Palermo, dietrofront di Rino Foschi: nuovo appuntamento nel pomeriggio con Dario Mirri. Sembravano essersi detti addio e invece l’attuale presidente del club rosanero avrebbe nuovamente chiamato l’imprenditore palermitano (dopo la fumata nera di ieri) per provare a riaprire una trattativa che si è già arenata ben due volte.

A questo punto si potrebbe anche ipotizzare che la pista che porta alla cordata americana non sia abbastanza solida. Intanto il tempo stringe e serve una soluzione per scongiurare la penalizzazione: entro domani infatti dovranno essere versati gli stipendi, altrimenti sarà caos. 

Foschi e Mirri ci riprovano dunque. Questo pomeriggio siederanno nuovamente l’uno di fronte all’altro. L'obiettivo primario è di evitare l’incubo del -4 in classifica. Tuttavia appare difficile che Mirri possa riformulare la sua proposta, anche e soprattutto dopo che ieri gli era stato comunicato di una presunta cordata di americani pronta a investire 50 milioni. Più probabile invece che dalle parti di viale del Fante abbiano finalmente capito che la parola stipendi mai come in questo momento faccia rima con Mirri.

La Damir srl si è resa immediatamente disponibile al versamento del monte stipendi (pari a 2,8 milioni netti), a fronte delle possibilità di ottenere un contratto commerciale di affidamento della pubblicità di durata quadriennale, "con pagamento anticipato del canone - si legge in una nota diffusa stamattina da Dario e Daniele Mirri - e garantendo pure un sistema di royalties legate ai volumi di fatturato raggiunto (in un contesto nel quale il Palermo Calcio stessa ha dichiarato che gli introiti pubblicitari sono pari ad 1.070.000 euro annui lordi)". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento