Venerdì, 23 Luglio 2021
Sport

Palermo-Foggia, le probabili formazioni: i rosa sognano la vetta, rebus Rispoli

In un Renzo Barbera meno vuoto del solito gli uomini di Tedino sognano l'aggancio alla testa della classifica. Ma tra il dire e il fare ci sono di mezzo i satanelli di Stroppa

Andrea Rispoli durante la partita d'andata

La pesante sconfitta con l’Empoli da riscattare, la possibilità di riagguantare la vetta e di appianare ulteriormente i contrasti con i tifosi in un Renzo Barbera meno vuoto del solito. Ci sono tutti i presupposti per definire la partita di domani sera contro il Foggia (calcio d’inizio alle 20.30) tanto speciale quanto delicata. Tedino intanto studia gli 11 possibili titolari. Niente difesa a quattro, il modulo al quale si affiderà l’ex Pordenone probabilmente sarà il 3-4-1-2. In dubbio Rispoli, panchina invece per Trajkovski. Contro il Foggia potrebbe toccare a Moreo scendere in campo dal primo minuto. 

È passata poco più di una settimana dal disastroso match contro l’Empoli. “Quando si perde 4-0 bisogna sempre fare delle valutazioni – ha detto Tedino in sala stampa – ho avuto modo di confrontarmi anche con Lupo e Zamparini per capire cosa non ha funzionato realmente. Quando prendi quattro sberle di questa portata sicuramente qualche errore c’è stato, specialmente da parte mia. Al presidente ho detto che possibilmente avrei cambiato qualcosa, ma a giochi fatti è tutto più semplice. Sbagliare è umano e sono sicuro che in futuro potrà accadere di nuovo. Quello che ho chiesto alla squadra è di dimostrare che quanto accaduto con l’Empoli sia stato soltanto un casuale incidente di percorso”. 

Tedino non ha usato mezze parole in sala stampa parlando del match di domani. L’ultima vittoria del club rosanero contro il Foggia davanti al proprio pubblico in un campionato di serie B risale al 1982. “Dovremo essere bravi a dimostrare sul campo quale sia realmente il nostro valore. La sosta ci ha danneggiato parecchio, soprattutto sotto l’aspetto mentale. Sapevamo che questo sarebbe stato un campionato molto equilibrato e per vincerlo dovremo giocare ogni partita come se fosse una finale. Domani c’è il Foggia e non dobbiamo assolutamente sbagliare. Stroppa – confessa Tedino – ha a disposizione una squadra ricca di fantasia ma anche di qualità. Quando saranno loro ad avere la palla tra i piedi ci sarà da soffrire e correre. Non sarà semplice, domani sera scenderanno in campo due squadre forti che vorranno ottenere i 3 punti. Per noi sarà la partita della verità. Vincere per dimostrare di aver fatto un grande salto di qualità”.  

Rispoli è tornato a disposizione e nelle ultime ore il tecnico rosanero dovrà decidere se preservarlo o mandarlo subito in campo. “Finalmente avrò tutti i giocatori a disposizione, fatta eccezione per lo squalificato Struna ovviamente. Sia io che il mio staff  - spiega - pensiamo di aver capito quale sia stato il problema che ha causato diversi infortuni muscolari. Adesso ci auguriamo di avere un po’ più di fortuna. Dovrò capire che tipo di risposte mi darà la squadra provando a lavorare meno ma gestendo meglio il lavoro. Toccando ferro – dice – abbiamo terminato questo percorso infortuni. Rajkovic sta bene e non mi stupirei nel vederlo in campo già dalla prossima partita. Balogh ben presto potrebbe tornare a dire la sua, dando una grossa mano alla squadra. Rispoli è disponibile al cento per cento, ma visto che ho ancora qualche ora per poter decidere preferisco rimandare la mia decisione. Su Moreo mi sento soltanto di dire che per me è un giocatore fortissimo con una visione del gioco molto moderna. Si sacrifica tantissimo e in campo può giocare dovunque e con chiunque. Deve soltanto convincersi di essere un grande giocatore. Per noi rappresenta una soluzione importante, così come La Gumina”. 

Domani allo stadio potrebbero esserci più di 10 mila persone. L’iniziativa di Zamparini di ridurre il costo dei biglietti avrà certamente un suo peso, ma la presenza dei tifosi a Boccadifalco con tanto di pioggia non può che essere un chiaro segnale.  Questa mattina infatti i  sostenitori del club rosanero si sono riuniti davanti al campo d’allenamento per incitare la squadra e caricarla in vista del match di domani. “Ci tengo tantissimo – dice Tedino – a ringraziare i tifosi per  questo meraviglioso attestato di stima. Siamo riusciti a portare la normalità in una piazza che soltanto pochi mesi fa ha dovuto affrontare un’amarissima retrocessione. Questo per noi è un primo passo molto importante. La presenza dei tifosi oggi è stata una grande iniezione di fiducia per la squadra ma anche per me. Sappiamo di doverli ripagare con una grande prestazione domani sera”.  

QUI PALERMO Cambiare qualcosa per tornare a sorridere. Dal 3-5-2 di Empoli al 3-4-1-2 di domani sera. Dovrebbe essere questo l’abito cucito da Tedino per il match contro il Foggia. In difesa pesa l’assenza di Struna (squalificato) e dell’ex rosa Cionek. Il trio difensivo sarà composto da Szymisnki, Bellusci e Dawidowicz. Gnahorè scalpita per un posto da titolare e alla fine Tedino potrebbe accontentare il centrocampista francese, decidendo di far  rifiatare il bulgaro Chochev. Murawski invece potrebbe partire dalla panchina, oppure giocare da esterno: al momento infatti il candidato numero uno per scendere al fianco di Gnahorè è Jajalo. Aleesami confermato a sinistra, mentre a destra è ancora tutto da decifrare. Rispoli sta bene e Tedino non vede l’ora di poterlo schierare. Alla fine però il tecnico rosanero potrebbe anche decidere di preservare l’esterno affidandosi a uno fra Rolando o Murawski. Coronado potrebbe tornare a giocare in avanti (anche se in conferenza non sono arrivate conferme). Davanti ci sarà sicuramente capitan Nestorovski, ma non Trajkovski. Il macedone potrebbe essere relegato in panchina per fare spazio all’ex Venezia Moreo.  

QUI FOGGIA Una squadra discontinua ma con una chiara impronta di gioco. Stroppa proverà ad espugnare il Barbera per allontanarsi dalle zone calde della classifica. Le due vittorie consecutive contro Entella e Avellino inoltre sono il miglior modo possibile per avvicinarsi a un appuntamento del genere. Il modulo scelto da Stroppa sarà il 3-5-2 con la coppia d’attacco composta da Nicastro e Mazzeo.

PALERMO (3-4-1-2): Posavec; Szyminski, Bellusci, Dawidowicz, Rispoli, Gnahorè, Jajalo, Aleesami; Coronado; Nestorovski, Moreo. 

FOGGIA (3-5-2): Guarna, Tonucci, Camporese, Loiacono; Kragl, Greco, Deli, Agnelli, Gerbo; Nicastro, Mazzeo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Foggia, le probabili formazioni: i rosa sognano la vetta, rebus Rispoli

PalermoToday è in caricamento