menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maurizio Zamparini

Maurizio Zamparini

Zamparini: "Il Palermo ha 40 milioni di debiti e non 120, non falliremo"

L'imprenditore friulano rassicura i tifosi: "L'unica cosa fatta dalla Procura è stato un accertamento d'ufficio, è un suo dovere. La società è fallita altre volte, con me non lo farà". Orlando: "Seguiamo con attenzione una situazione delicata"

Al peggio non c’è mai fine. Lo sanno bene dalle parti di viale del Fante. Adesso oltre a dover chiarire perché la trattativa fra Zamparini e Baccaglini si sta mostrando molto più lunga del previsto, si dovrà fare inevitabilmente chiarezza sui presunti debiti del Palermo Calcio e il paventato "rischio fallimento".

Secondo Zamparini però non esisterebbe nessun debito di 120 milioni. "Il Palermo non ha 120 milioni di debiti, allo stato attuale sono solo 40. L’unica cosa fatta dalla Procura - ha dichiarato l'imprenditore friulano al Giornale di Sicilia - è stato un accertamento d’ufficio perché due anni fa è stato dilazionato un pagamento dell’Iva. Ha solamente visto i bilanci del Palermo e non c’è alcun problema, è un suo dovere. Anzi sono felice che verifichino. Posso sbagliare squadra, allenatori e giocatori, ma sono una persona onesta e trasparente. E merito molto rispetto, a 76 anni. Così sembra che io sia un faccendiere che voglia far fallire il Palermo. Il Palermo è fallito altre volte, con me non lo farà".

Gà ieri la società, attraverso il suo legale, si era preoccupata di smentire le voci. “La gestione economica dell'U.S. Città di Palermo – si legge - come tutte le società calcistiche, è controllata costantemente dalla Covisoc (organo di vigilanza delle società calcistiche) ed i relativi bilanci sono regolarmente certificati dalla società di revisione. In particolare – continua il comunicato - nessuna attività, ad oggi, è stata effettuata dalla Guardia di Finanza per acquisire e/o sequestrare documentazione fiscale del Palermo Calcio. Nessuna informazione di garanzia in merito è stata mai notificata a Maurizio Zamparini né parimenti risultano procedure presso la sezione fallimentare del Tribunale di Palermo”.

Intanto dalla procura verrà sicuramente fatta chiarezza. Le indagini portate avanti dalla guardia di finanza serviranno per capire se esistano realmente le condizioni adatte per continuare a parlare di un possibile fallimento da parte del Palermo e soprattutto per constatare se al momento sia in grado di soddisfare i creditori che hanno presentato esposti e denunce. La procura infatti in seguito a quanto emerso avrebbe fatto sapere che “le verifiche sono assolutamente necessarie, ma i controlli saranno veloci”.

Dalla procura al Comune. La notizia  ha sicuramente fatto scalpore tanto che il sindaco Leoluca Orlando ha subito preso posizione. “Seguiamo con attenzione – ha detto - l’evolversi di una situazione delicata”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento