Sabato, 24 Luglio 2021
Sport

Palermo-Entella, le probabili formazioni: Coronado stringe i denti

Dopo la debacle casalinga col Novara e il blitz di Carpi, i rosanero si ripresentano al Barbera. Tedino punta sul 3-5-1-1 con il brasiliano dietro a Nestorovski: "Non è in buone condizioni ma non posso rinunciare a lui"

Dopo la debacle casalinga col Novara il Palermo torna nel luogo del delitto. Una settimana di fuoco in cui i rosa hanno dovuto fare i conti con il primo capitombolo stagionale, per poi riuscire ad agguantare una vittoria in trasferta che mancava da quasi un anno, rilanciandosi così prepotentemente nella lotta al titolo di prima della classe. Domani pomeriggio alle 15 contro l'Entella il Palermo si gioca tanto, tantissimo: la consacrazione.

“Contro  il Novara - ha detto Tedino in conferenza stampa - abbiamo giocato in modo negativo riuscendo comunque a creare alcune occasioni importanti. Penso che nel momento in cui questa squadra sia convinta di essere più brava degli avversari, perdiamo qualcosa. Noi dobbiamo semplicemente andare avanti per la nostra strada, mantenendo e trovando  il giusto equilibrio. Il campionato è lungo e molto difficile, noi dobbiamo lavorare giorno dopo giorno per riportare il Palermo in serie A”.

Tedino oltre a fare i conti con l'avversario dovrà pensare anche alle tante assenze. Dopo aver perso Aleesami, l’ex Pordenone dovrà fare a meno dell’esterno Rolando e del polacco Dawidowicz. L’ex giocatore del Latina dovrà stare ai box per circa 20 giorni a causa di una frattura parcellare dell’osso navicolare del piede destro. Tempi di recupero sicuramente più lunghi invece per Dawidowicz che a causa di una lesione di secondo grado al retto femorale sinistro dovrà stare lontano dai campi di gioco per più di un mese. “Siamo abituati dall’inizio a lavorare sull’emergenza e non possiamo fare nulla sui problemi muscolari che ci hanno colpito, prima è stato Aleesami e adesso Dawidowicz. Pawel ha preso una botta nella sfida contro il Carpi che è stata una partita molto maschia. Rolando invece dopo aver accusato qualche problema muscolare  si è fratturato il piede destro. Siamo sicuramente in grande difficoltà ma l’ultima cosa che voglio è quella di cercare alibi”.

Per l'Entella sarà la prima volta al Renzo Barbera. In cento anni di storia il club ligure non si è mai ritrovato faccia a faccia contro il Palermo. “Sappiamo che domani affronteremo una squadra brava nel disimpegno e molto pericolosa in avanti. Mister Castorina può contare su ottimi giocatori in grado di creare problemi a chiunque come ad esempio De Luca. Per noi non sarà semplice affrontare l’Entella ma sono sicuro che con il giusto atteggiamento potremo fare una grande partita”.

Il Palermo, dunque, nei limiti del possibile ripartirà da quanto visto contro il Carpi con annesso abbraccio fra Nestorovski e Tedino. Infortunati a parte il tecnico rosanero potrebbe riproporre lo stesso modulo che ha permesso al Palermo di tornare a vincere in trasferta dopo quasi dodici mesi. “Abbiamo avuto poco tempo per preparare questa sfida e quindi penso di non stravolgere l’assetto difensivo della squadra. Il perché Nestorovski mi sia venuto ad abbracciare dovete sicuramente chiederlo a lui. Se i gesti sono reali e sentiti  hanno un sapore diverso. Se noi siamo un gruppo di un certo tipo lo si deve a quello che stiamo facendo insieme. Credo che fra me e i ragazzi si sia instaurato un ottimo rapporto”.

A chi sicuramente non potrà rinunciare Tedino domani pomeriggio è Igor Coronado. Nonostante il fantasista rosanero non sia al massimo della condizione fisica contro l'Entella ci sarà e a dirlo è lo stesso tecnico rosanero: “Igor è un ragazzo che ha dato tanto alla nostra causa e vorremmo che fosse sempre al 100%, ma  nell’ultimo mese ha avuto qualche problema. Non è in una condizione ottimale, ma è irrinunciabile perché ha grandi qualità e può darci tanta sostanza”.
 
QUI PALERMO
Una pedina in più a centrocampo: potrebbe essere questa l’unica differenza rispetto a quanto visto contro il Carpi. Al fianco di Chochev e Murawski, dunque, potrebbe aggiungersi Jajalo nell’insolito ruolo di regista. In porta ci sarà Posavec, mentre in difesa sicuri di una maglia da titolare sia Cionek che Struna. Da capire invece le condizioni del polacco Szyminski alle prese con qualche problemino alla caviglia. A sinistra, dopo lo stop di Rolando, quasi sicuramente si rivedrà Morganella, mentre a destra ci sarà il rigenerato Rispoli. In avanti, invece, sicuri di una maglia da titolari sia Coronado che Nestorovski con Trajkovski, Embalo, La Gumina e Monachello pronti a cambiare gli equilibri del match a partita in corso.
 
QUI VIRTUS ENTELLA
Per la prima storica trasferta a Palermo, il tecnico del club ligure, Giuseppe Castorina sembrerebbe orientato ad optare per il 4-3-1-2. Dopo il pareggio ottenuto nell’ultima giornata di campionato contro la Cremonese, l’Entella è a caccia di continuità e per dare fastidio al club rosanero si affiderà quasi sicuramente all’attaccante De Luca.
 
PROBABILI FORMAZIONI
PALERMO (3–5–1–1):
Posavec; Cionek, Struna, Szyminski ; Rispoli, Murawski, Jajalo, Chochev, Morganella; Coronado; Nestorovski
ENTELLA (4–3–1–2): Iacobucci; De Santis, Pellizzer, Benedetti, Brivio; Troiano, Eramo, Crimi; Nizzetto; La Mantia, De Luca. 
 
BALLOTTAGGIO
Szyminski-Accardi 55%-45%.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Entella, le probabili formazioni: Coronado stringe i denti

PalermoToday è in caricamento