rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Sport

Palermo-Crotone 1-0: ci pensa sempre Nestorovski | cronaca e pagelle

Un gol del macedone, su invenzione di Embalo a metà primo tempo, regala ai rosa la prima vittoria in campionato al Barbera. Partita spigolosa, in equilibrio fino alla fine. Funziona la cura Lopez: 4 punti in 2 partite

Embalo inventa, Nestorovski segna. Il Palermo in un colpo solo batte il Crotone, nove mesi dopo rompe il tabù Barbera e riaccende la fiammella della speranza. Basta un gol del macedone per sbarazzarsi dei calabresi nel derby della disperazione. Otto lunghezze di distanza dall'Empoli sono ancora tanti ma i quattro punti raccolti nelle ultime due partite possono schiudere pensieri proibiti. La cura Lopez funziona: la difesa - pur senza i due centrali titolari - ha tenuto. Bene anche il centrocampo tutto muscoli e sostanza. Il resto - come spesso succede quest'anno - lo fa Nestorovski. Sono suoi i 9 gol sui 19 totali del Palermo.

GUARDA IL VIDEO

Niente Sunjic: senza Gonzalez e Goldaniga, entrambi squalificati, Lopez punta su Cionek (battuta la concorrenza di Vitiello e del neoacquisto bosniaco) e rispolvera Andelkovic. A centrocampo il tecnico uruguaiano fa a meno di Gazzi e si affida a Jajalo, affiancato da Bruno Henrique e Chochev. Il 4-3-3 del Palermo è in realtà un 4-5-1 perché Embalo a destra, e Trajkovski a sinistra, si allineano al centrocampo quando i rosa non sono in possesso palla. Lavoro sporco e fantasia per assistere Nestorovski nelle ripartenze. Nicola invece osa di più: fiuta il colpo grosso al Barbera e decide di mettere in campo tutti insieme Stoian, Nalini, insieme a Trotta e Falcinelli.

Pronti, via e capisci subito perché Crotone e Palermo insieme non sommano i punti del Genoa, dopo 22 giornate. Ritmi blandi, squadre frenate dalla paura. I limiti tecnici, evidenti, fanno il resto. Dopo 25 minuti di nulla, gli ottomila del Barbera si svegliano. A dare la scossa è Embalo, che si inventa una serpentina sul vertice destro dell'area calabrese, attira attornò a sé quattro difensori e scarica per Nestorovski. Il macedone raccoglie poco primna del limite, e scarica senza pensarci troppo un tiro preciso che muore accanto al palo più lontano di Cordaz. Il portiere è impietrito - forse battezza colpevolmente la palla fuori - e può solo guardare il Palermo passare in vantaggio. 

I rosa si scrollano l'ansia di dosso e iniziano a fabbricare palle-gol. Il protagonista è sempre Nestorovski che da fuori area si inventa un tiro di punta che termina di pochissimo a lato. Poi è Chochev a spaventare Cordaz con un tiro da fuori, respinto dal portiere a fatica. Il Crotone reagisce con la sua coppia d'attacco. Tiro cross di Falcinelli, Trotta non arriva per un soffio. Troppo alta la posta in palio, al Barbera non c'è spazio per il bel gioco. Ma se Lopez ha un merito è quello di aver regalato fiducia e coraggio alla sua squadra.

palermo crotone diego lopez-2Nella ripresa il Crotone parte subito forte alla ricerca del pareggio. I pericoli - come temeva il tecnico uruguaiano - arrivano sempre da Trotta e Falcinelli. L'ex Perugia sfrutta una dormita di Cionek, il bomber campano spreca a due passi da Posavec. Il Palermo soffre, il Barbera inizia a spingere i rosa. Perché il Palermo barcolla ma lotta, e viene fuori con coraggio. A dare fiato ai padroni di casa sono anche le percussioni di Embalo, che allunga la squadra e fa ammonire un paio di calabresi. Ma proprio quando il Crotone alza la pressione, il Palermo si ritrova con un uomo in più. "Merito" di un'ingenuità di Crisetig che a metà campo scalcia Chochev e si fa cacciare da Rocchi. Agli ospiti saltano i nervi e fioccano i gialli. Il Barbera conosce Stefan Silva a un quarto d'ora dalla fine: Lopez infatti toglie Trajkovski, stremato dopo 75 minuti di sacrificio.

Ma nonostante la superiorità numerica, il Palermo fatica a oltrepassare la sua metà campo, tranne in rare occasioni (in una di queste Chochev si divora il gol della sicurezza calciando addosso a Cordaz). La fortuna dei rosa è che il Crotone smette quasi di crederci. Gli innesti di Nicola, Kutnik, Simy e Capezzi, non combinano praticamente nulla. Così gli ultimi minuti sono una "dolce" sofferenza. Il triplice fischio di Rocchi è accolto dal Barbera come una liberazione: consegna al Palermo una vittoria che mancava da maggio e regala speranze inaspettate.

CLICCA SU "CONTINUA" PER VEDERE TABELLINO E PAGELLE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Crotone 1-0: ci pensa sempre Nestorovski | cronaca e pagelle

PalermoToday è in caricamento