rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Sport

Palermo contro il tabù Barbera, Lopez: "Battiamo il Crotone e torniamo a sperare"

I rosanero non vincono in casa dal lontano 15 maggio 2016. Il tecnico uruguagio teme Trotta e Falcinelli e lancia Sunjic: "Ha lavorato bene per tutta la settimana e può giocare"

“Non siamo inferiori all’Empoli. La classifica non rispecchia i reali valori di questa squadra. Vincere potrebbe riaccendere le speranze del gruppo e dei tifosi”. Alla vigilia del match contro il Crotone, il tecnico rosanero Diego Lopez è sicuro che in caso di successo, il Palermo potrebbe lanciare un segnale importante al campionato italiano. “E’ chiaro che per tutta la settimana abbiamo lavorato pensando che quello di domani sarà un test di assoluta importanza. Sappiamo che la situazione è travagliata, ma abbiamo la voglia e la determinazione per raddrizzare la situazione. O almeno – aggiunge Lopez – vogliamo provarci”.

PALERMO-CROTONE: LE PROBABILI FORMAZIONI

Il tecnico uruguaiano non vuole assolutamente sentir parlare del mercato e dell’operato del ds Salerno e del patron Zamparini. “Nel momento in cui ho detto ‘si’ al presidente del Palermo sapevo benissimo quali ragazzi avrei avuto a disposizione. È stata una sessione di mercato in cui non siamo riusciti a trovare giocatori validi in grado di rinforzare la rosa. Comprare tanto per farlo non ha senso. Sono pienamente d’accordo con la società”.

Gli unici due volti nuovi sono quelli del difensore Sunjic e Stefan Silva, attaccante 26enne. Dopo più di una settimana al servizio della squadra Diego Lopez ha decisamente le idee più chiare sui nuovi acquisti. “Sunjic – spiega – ha tutto quello che serve per crescere e diventare un giocatore importante. Ha lavorato bene per tutta la settimana e domani potrebbe scendere in campo. Silva, invece, può giocare dietro le punte ma anche esterno d’attacco. Ha sicuramente del talento. Potranno darci una grande mano”.

Il Palermo deve sicuramente ripartire dalla buona prestazione vista a Napoli, anche se “quella di domani – dice Lopez – sarà una partita completamente diversa rispetto a quella del San Paolo. Quello che non dovrà assolutamente mancare sarà la grinta e la determinazione che ci ha permesso di portare a casa un punto. Il Crotone gioca da vera squadra e continuerà a credere alla salvezza proprio come stiamo facendo noi. Trotta e Falcinelli – confessa – sono due giocatori molto pericolosi, dovremo fare attenzione soprattutto a loro due”.

Lopez, però, è consapevole che l’ostacolo principale sarà proprio il Renzo Barbera. Il Palermo non vince in casa – in serie A – dal lontano 15 maggio 2016. “E’ normale che il fatto di aver totalizzato soltanto un punto in classifica sia un grosso ostacolo psicologico. Dovremo cercare di affrontare questa insidia come una squadra. Tutti insieme possiamo farcela. Mi è piaciuto l’atteggiamento di Posavec a Napoli – confessa Lopez – perché dopo aver  preso il gol non ha mai abbassato la testa, anzi. Subito dopo ha fatto delle parate decisive. Nonostante sia un giovane ragazzo – conclude – ha grandi potenzialità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo contro il tabù Barbera, Lopez: "Battiamo il Crotone e torniamo a sperare"

PalermoToday è in caricamento