rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Sport

Palermo-Cesena, le pagelle: piace Bolzoni, male Pisano

Migliore in campo per distacco Lafferty: rivolta la partita come un calzino, e stende i romagnoli in pochi minuti. Delude Di Gennaro: era l'uomo più atteso dopo la vittoria di Padova, ma non è riuscito a replicare la prova di una settimana fa

Ecco le pagelle di Palermo-Cesena 2-1. Per i rosanero a segno Lafferty ed Hernandez. Romagnoli ribaltati dopo il gol di De Feudis.

PALERMO. Sorrentino 6, Morganella 6, Munoz 6, Terzi 5,5, Pisano 5 (60’ Daprelà 6); Bolzoni 6,5, Barreto 6, Stevanovic 6, Di Gennaro 5 (55’ Lafferty 7), Dybala 5,5 (86' Lores), Hernandez 6,5. Allenatore: Gattuso 6
CESENA. Campagnolo 6, Volta 5, Capelli 6, Krajnc 6, Consolini 6, De Feudis 6,5 (55’ Cascione 5,5), Alhassan 6 (70’ Granoche 5,5), Coppola 6, Renzetti 7, Defrel 6 (79' D'Alessandro s.v.), Succi 6,5. Allenatore: Bisoli 6.

CRONACA E COMMENTI

SINTESI E GOL: VIDEO

MIGLIORI TODAY

Lafferty 7: Rivolta la partita come un calzino. Sciabola e fioretto: dimostra che non è solo un carro armato di ultima generazione perché sa usare anche i piedi. La pennellata su punizione è un amarcord nordirlandese. Dagli arabeschi di Miccoli all'arcobaleno di Lafferty. Il suo calcio piazzato riporta il Palermo a galla, dopo che i rosa avevano intravisto le streghe. Poi c'è la ciliegina del rigore procurato.
Hernandez 6,5: La sua media gol inizia a lievitare. Quarto gol in poco più di tre partite (col Modena aveva raccolto poche briciole di gioco). Ancora una volta glaciale dal dischetto. Il suo Tahiti è nostra la serie B. Numeri a parte tutto il resto è da rivedere. Ma c'è tempo, e la riscossa del Palermo passa da Hernandez.
Bolzoni 6,5: La sua chioma al vento è il simbolo del Palermo di oggi, che corre a volte senza sapere dove. Ma fa sentire ovunque le sue randellate e il suo lavoro regala equilibrio e ossigeno alla squadra. 

PEGGIORI TODAY
Pisano 5:
Non corre, non crossa, e dalle sue parti, come se non bastasse, soffiano pericolosi spifferi romagnoli. Daprelà ha di nuovo messo la freccia: a sinistra l'ex Varese è spaesato. E la sensazione è che anche dall'altra parte Morganella sia avanti anni luce nelle gerarchie di Gattuso.
Di Gennaro 5: Era l'uomo più atteso dopo la vendemmia di Padova, e per questo la sua stecca è quella che fa più rumore. Passo indietro preoccupante. Non trova mai la posizione, Gattuso lo cancella dalla sfida dopo neanche un'ora.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo-Cesena, le pagelle: piace Bolzoni, male Pisano

PalermoToday è in caricamento